Realme presenta il Realme C67: la fascia bassa si fa interessante con una fotocamera da 108 megapixel

Il 2023 è stato un anno strano per Realme. Oltre al mancato arrivo di alcuni dei suoi prodotti migliori, come il Realme GT 3, in importanti mercati europei come la Spagna, c’è stata una certa incertezza sui suoi piani commerciali locali. Tuttavia, con l’inizio del nuovo anno, questi dubbi sono stati fugati: sponsorizzazione di una squadra di calcio de LaLiga, lancio delle famiglie di maggior successo e piani per portare i suoi prodotti sul mercato europeo. ammiraglie. Proprio così, tutto lascia presagire che ridurranno il portafoglio e non ci saranno tanti modelli come nei primi anni di attività.La nuova casa automobilistica continuerà ad essere un mercato in cui operare, almeno per i prossimi mesi, ma è la dimostrazione che l’Europa continuerà ad essere un mercato in cui operare.

Il primo lancio importante dell’anno è il Realme C67, un telefono arrivato qualche settimana fa e che abbiamo potuto testare in questo periodo. Si tratta del successore del Realme C55.una saga che ha venduto più di cento milioni di unità in tutto il mondo. Il nuovo Realme C67 riunisce alcuni punti interessanti e compete nella fascia di prezzo (a partire da 219 euro senza offerta di lancio) con Xiaomi, dove il suo Redmi 13 è il favorito, ma dove c’è ancora spazio per altre proposte.

Puntare tutto sulla fotocamera da 108 megapixel

La fotocamera del nuovo Realme C67 è il motivo principale per cui Realme vuole convincere i potenziali clienti. Una fotocamera da 108 megapixel che non siamo abituati a vedere nella fascia bassa.. Beh, almeno fino a qualche settimana fa, quando è stato presentato il nuovo Redmi Note di Xiaomi e anche i modelli più semplici hanno la stessa fotocamera.

LEGGI  Sony porta la tanto attesa connessione multipoint su WF-1000XM4, LinkBuds e LinkBuds S

Il Realme C67 migliora la sua fotocamera rispetto al modello precedente, abbandonando i 64 megapixel. Ma non è tutto, perché Realme ha incorporato anche uno zoom trex per ottenere di più da un sensore di queste dimensioni.

Aumentando le dimensioni del sensore, la quantità di luce che entra nella fotocamera aumenta naturalmente e questo rappresenta un miglioramento significativo rispetto all’ultimo modello. Il risultato si nota con risultati migliori in scenari di scarsa illuminazione, il tutto nel contesto di un prezzo di circa 200 euro.

Piccole modifiche

Rispetto al Realme C55, il nuovo Realme C67 incorpora per la prima volta in questa famiglia un processore Qualcomm, nello specifico lo Snapdragon 685, lo stesso che monta il Redmi Note 13 4G e il Redmi Note 5G.

A sinistra, Xiaomi Redmi Note 13 e a destra, Realme C67.

Batteria, ha una velocità di ricarica di 33W e una capacità di 5.000mAh.. Non si può chiedere di più e per la maggior parte delle persone è più che sufficiente per l’uso quotidiano. Nella confezione è incluso anche il caricabatterie, cosa che non si vede nei telefoni di prezzo più elevato.

Marketing e prezzi

In termini di colori, Realme commercializzerà il suo nuovo portatile in due modelli, Sunny Oasis e Black Rock. Sarà inoltre disponibile in due configurazioni, 8GB+256GB e 6GB e 128GB di storage. I prezzi partono da 219 euro per il modello più basso (159 euro con l’offerta introduttiva) e 239 euro per il modello con la capacità più alta, 199 euro come offerta introduttiva..

Il nuovo Realme C67 ha tutte le carte in regola per diventare ancora una volta il bestseller dell’azienda cinese, ma deve anche affrontare un rivale molto agguerrito: il Redmi Note. Sulla carta, entrambi hanno caratteristiche quasi identiche ma per l’acquirente che si reca in un negozio e può tenere entrambi in mano, la decisione diventa di Xiaomi. La costruzione e il modo in cui si sentono in mano fanno pendere la bilancia dalla parte di Xiaomi. La costruzione e la sensazione che si prova in mano fanno pendere la bilancia a favore di Xiaomi.

LEGGI  Qualcomm collabora con Meta e Bose per essere la chiave del metaverso e del futuro dell'audio

Elaborazione…

Hai finito! Ora siete iscritti

Si è verificato un errore, aggiornare la pagina e riprovare.

Anche in Hipertextual:

Antonio
WRITTEN BY

Antonio

Ciao, mi chiamo Antonio. Sono uno scrittore di DFO Media e la mia passione è esplorare l'intersezione tra sport e tecnologia. Attraverso i miei scritti, svelo le innovazioni che stanno plasmando il futuro dello sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *