Chi è Emmett Shear: dal successo di Twitch al nuovo CEO di OpenAI?

Emmett Shear è entrato a far parte del Consiglio di Amministrazione di OpenAI. Storia di OpenAIl’azienda statunitense che ha reso l’intelligenza artificiale disponibile a tutti con ChatGPT y Dall-E. Dopo la partenza di Sam Altman come CEO dell’azienda, e il breve interim di Mira MuratiOra tocca a Shear guidare questa azienda, fino a nuovo ordine, per continuare il suo successo e sviluppare ulteriormente la sua tecnologia GPT. Ma chi è?

Per riportare OpenAI in carreggiata e porre fine, per il momento, alla piccola crisi che l’azienda sta attraversando, per quanto riguarda gli uffici, la persona scelta dal consiglio di amministrazione di OpenAI è una figura già presente in azienda da molti anni. esperienza nel settore tecnologico e commerciale. In particolare, avendo fondato aziende internet molto note come Justin.tv y Twitch. È anche noto come investitore all’interno e all’esterno del popolare incubatore e acceleratore d’impresa Y Combinator.

Precisamente, sia Emmett Shear come Sam Altman avevano coinciso anni prima. Quando, separatamente, sono stati tra i primi a ricevere l’investimento da parte di Y Combinator per le rispettive startup. Quindi, ancora una volta, in modo indiretto, le loro strade si incrociano. La posizione che Altman lascia sarà occupata da Shear per tutto il tempo che il consiglio di amministrazione di OpenAI riterrà opportuno. E come spiega lui stesso ReutersShear ha in programma di rimodellare il team di gestione della startup e di assumere un ricercatore indipendente per sviluppare il lavoro di Altman. Ma vediamo cosa ne è stato di Emmett Shear per tutti questi anni.

Breve biografia di Emmett Shear

Credito: SMX_9351 / Wikipedia

La storia di Shear è collegata a Justin Kanun amico d’infanzia con cui ha collaborato alla creazione di tutte le sue aziende. Nati nel 1983, i due si sono conosciuti a SeattleWashington, quando avevano entrambi 8 anni, nel Scuola Evergreenuna scuola per alunni altamente qualificati. Le loro vite hanno continuato a essere collegate nel Università di Yale. Lì, Emmett Shear ha conseguito una laurea in scienze informatiche nel 2005.

LEGGI  Microsoft sta per annunciare il suo nuovo Surface incentrato sull'intelligenza artificiale.

Dopo aver terminato gli studi a Yale, Shear e Kan hanno fatto parte del primo gruppo di talenti che hanno frequentato l’incubatore e l’acceleratore d’imprese Y Combinator. Lì hanno creato il loro primo successo, un’applicazione di calendario chiamata Kiko che hanno venduto per 250.000 dollari. Un anno dopo, nel 2006, hanno collaborato con Michael Seibel e Kyle Vogt alla creazione di Justin.tv. Si trattava di una piattaforma di streaming video in diretta. Inizialmente doveva raccontare la vita dello stesso Justin Kan che indossava una webcam sulla testa.

Ben presto hanno reindirizzato l’attività in modo che chiunque potesse trasmettere in diretta. Il live streamer di YouTube è stato lanciato nel 2007 e conta più di 30 milioni di utenti unici mensili. Dal 2011, Emmett Shear è l’amministratore delegato della società. Precisamente, una delle prime decisioni di Shear in qualità di CEO è stata quella di lanciare una divisione della sua startup specializzata in streaming di videogiochi. Si chiamerebbe TwitchTV. Anche se in seguito è cambiato in Twitch. E alla fine di agosto 2014, Amazon l’ha acquistata per 970 milioni di dollari.

Dopo l’acquisto, Justin.tv è chiuso e Shear rimane come CEO di Twitch fino a marzo 2023. A quel punto lascerà l’azienda a favore di Daniel J. Clancy. Il motivo? Il nascita di suo figlio. Inoltre, in parallelo, Shear ha collaborato a e Combinator, consulenza e assistenza a diverse startup.

Il ruolo di Shear in OpenAI

A 40 anni, Emmett Shear è noto per la sua brillante esperienza nella costruzione e gestione di aziende di successo. A livello personale, Shear ha dichiarato la propria passione per StarCraft. Almeno da bambino. E al gioco di carte Magic: The Gathering. Ma cosa sappiamo di lui in relazione alla sua nuova posizione in OpenAI?

LEGGI  OpenAI, Meta e Microsoft si alleano per fermare i contenuti falsi generati dall'AI

In un lungo messaggio pubblicato su X, ex Twitter, Shear ha annunciato di aver accettato il ruolo di CEO di openAI. “Un’opportunità unica nella vita. Il caso ha voluto che a marzo Shear si sia dimesso dal ruolo di CEO di openAI. CEO di Twitch per oltre un decennio per prendersi cura del figlio. “Da oggi 9 mesi”, come ha spiegato Shear nel suo messaggio. E per rassicurare gli azionisti e i clienti, ha lasciato frasi come “la nostra partnership con Microsoft rimane fortee la mia priorità nelle prossime settimane sarà quella di garantire che continuiamo a servire bene tutti i nostri clienti.

Il piano di Emmett Shear per il resto del 2023 è quello di “assumere un investigatore indipendente” per fare una relazione sulla crisi che si è verificata nella gestione di OpenAI con il conseguente allontanamento di Sam Altman, intervista con i dipendenti, i partner, gli investitori e i clienti e, infine, con i clienti, mettere in ordine il team di gestione Il gruppo dirigente di OpenAI dopo i recenti cambiamenti.

Per quanto riguarda le dichiarazioni passate di Shear sull’intelligenza artificiale, egli è sempre stato cauto e sospettoso nei confronti dell’intelligenza artificiale. potenziali danni derivanti da un uso improprio dell’intelligenza artificiale. Anche se si considera un tecno-ottimistacrede anche che l’IA possa diventare così complessa da evolversi senza l’intervento umano. E quindi incontrollabile. È interessante notare che queste opinioni coincidono con quelle dello stesso Sam Altman. Per questo motivo entrambi hanno firmato il lettera collettiva che esprime le proprie perplessità sulla sicurezza dello sviluppo dell’intelligenza artificiale.

Elaborazione…

Hai finito! Ora siete iscritti

Si è verificato un errore, aggiornare la pagina e riprovare.

Anche in Hipertextual:

Antonio
WRITTEN BY

Antonio

Ciao, mi chiamo Antonio. Sono uno scrittore di DFO Media e la mia passione è esplorare l'intersezione tra sport e tecnologia. Attraverso i miei scritti, svelo le innovazioni che stanno plasmando il futuro dello sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *