WhatsApp smetterà di funzionare l’11 aprile se non si fa così

Conosciamo già la prossima mossa di Meta con WhatsApp. E no, non sarà cambiare un menu, modificare il colore dell’app o integrare annunci pubblicitari nelle conversazioni. L’app di messaggistica ha preparato alcune nuovi termini di servizio e politiche sulla privacy che entreranno in vigore il prossimo anno. 11 aprile.

Come utente, dovrete accettarle se volete continuare a utilizzare normalmente il servizio.. Rifiutarli è un’opzione, ma così facendo eliminerà la possibilità di continuare a usare l’applicazione di messaggistica.. Le chat non saranno più accessibili e non sarà più possibile inviarne di nuove.

Non è la prima volta che WhatsApp aggiorna le sue politiche. Già qualche anno fa gli utenti si erano trovati di fronte a una situazione simile, se non accettavano le condizioni, non potevano utilizzare la piattaforma.. Oggi come allora, il motivo dei cambiamenti è legato all’UE.

L’Europa costringe WhatsApp a cambiare

La nuova legge sui mercati digitali, nota anche come DMA, approvata qualche settimana fa in Europa, obbliga aziende come Meta, Google o Apple a a sbarazzarsi delle pratiche monopolistiche. WhatsApp, con oltre 45 milioni di utenti attivi mensili, è uno dei tanti servizi che devono cambiare.

Il più importante è legato a una novità di WhatsApp molto popolare: il supporto per integrare i messaggi provenienti da Signal o Telegram. Per implementare questo sistema e mantenere la stessa sicurezza di sempre, WhatsApp ha apportato delle modifiche alla sua politica.

Queste modifiche hanno portato al fatto che l’11 aprile gli utenti dovranno accettare i nuovi termini e condizioni dell’app.. Questo non significa che, dopo aver accettato i nuovi termini, i messaggi di Telegram cominceranno ad arrivare sull’app di WhatsApp: semplicemente sono stati modificati alcuni dettagli che aprono la porta a questa nuova funzionalità.

LEGGI  Le 5 grandi imprese dell'intelligenza artificiale nel 2023 (oltre il ChatGPT)
WhatsApp su cellulare

Quindi, alle nuove condizioni, si noterà che WhatsApp modifica i meccanismi di trasferimento internazionale dei dati.. Questa è la chiave per poter inviare e ricevere messaggi da altri servizi da WhatsApp nel prossimo futuro. I più popolari sono Telegram e Signal.

Telegram ha l’ultima parola

L’Europa apre le porte, ma non significa che Telegram debba attraversarla. WhatsApp deve consentire l’opzione di interoperabilità, ma le altre app non sono obbligate ad accettarla. In questo caso, Telegram potrebbe rifiutarsi di firmare un contratto con WhatsApp per mantenere il suo stesso sistema di crittografia end-to-end.

Tutte le app di messaggistica vorrebbero probabilmente operare dalla grande vetrina di WhatsApp, ma ciò potrebbe comportare una serie di modifiche ai loro servizi che potrebbero non essere disposte a subire.

Al momento una sola cosa è chiara: l’11 aprile, se vivete nell’Unione europeariceverete una notifica da WhatsApp che vi chiederà di accettare i nuovi termini e condizioni.

Elaborazione…

Hai finito! Ora siete iscritti

Si è verificato un errore, aggiornare la pagina e riprovare.

Anche in Hipertextual:

Antonio
WRITTEN BY

Antonio

Ciao, mi chiamo Antonio. Sono uno scrittore di DFO Media e la mia passione è esplorare l'intersezione tra sport e tecnologia. Attraverso i miei scritti, svelo le innovazioni che stanno plasmando il futuro dello sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *