Digital Financial Officer

Mercato

Crescono le insolvenze in Europa centro orientale

Meglio l’economia, ma non la liquidità delle imprese. Fotografa così Coface il mercato dell’Europa centro orientale: nel 2017 il PIL della regione è cresciuto del 4,5%, il tasso più elevato dal 2008, tuttavia anche le insolvenze sono aumentate (+6,4%).

Boom delle insolvenze in 9 Paesi

La ripresa dei consumi delle famiglie e quella degli investimenti in capitale fisso non è bastata quindi per trainare il miglioramento della liquidità delle imprese, seppure nel 2016 si era assistito a un calo del 6% delle insolvenze e addirittura del 14% nel 2015. Un fenomeno negativo che ha persino coinvolto più Paesi rispetto al passato: in nove nazioni le insolvenze sono cresciute (Croazia, Estonia, Ungheria, Lituania, Polonia, Romania, Russia, Serbia e Slovenia), mentre solo cinque Paesi hanno assistito a un calo (Bulgaria, Repubblica Ceca, Lettonia, Slovacchia e Ucraina).

Dinamiche diverse tra nazioni

Ogni Paese ha comunque vissuto dinamiche diverse: ad esempio c’è stata una diminuzione delle insolvenze del 27,1% in Slovacchia e del 26% in Repubblica Ceca, ma una lieve crescita del 2,4% in Estonia, del 2,5% in Romania e un salto del 40,1% in Croazia.

Le cause? Concorrenza e profitti limitati

Varie sono anche la cause. La buona congiuntura economica ad esempio ha favorito la creazione di nuove imprese, ma allo stesso tempo una forte concorrenza in numerosi settori. Inoltre le imprese registrano sì aumenti di fatturato ma la crescita dei profitti è rimasta piuttosto limitata. Profitti vincolati dall’aumento dei costi, dalla crescita dei salari e da costi di produzione più alti.

Ancora criticità nel 2018

E la situazione non è destinata a migliorare secondo Coface. Le insolvenze cresceranno ancora: nel 2018 l’incremento è previsto intorno al 10%, con ancora più Paesi coinvolti. La Polonia sarà lo Stato più colpito (con +20,2%), mentre solo la Serbia e la Slovacchia subiranno una contrazione.

Le ultime notizie su: Coface

Questo sito utilizza i cookie di navigazione e di profilazione pubblicitaria, anche di terze parti.
Puoi disattivare i cookie dal tuo browser. Proseguendo la navigazione, accetti l'uso dei cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.