TikTok smentisce la violazione di miliardi di dati dei propri utenti

I dati di miliardi di utenti di TikTok, il social network del momento, sembrano essere trapelati su Internet. Sono stati i presunti criminali informatici ad annunciare il gesto su vari forum di hacking. Oggi, però, non è così, è la stessa TikTok ad aver smentito il presunto gestoNon hanno trovato alcuna prova di una fuga di notizie nel loro database.

TikTok ha commentato Bloomberg Regno Unito che, finora, le informazioni fornite dai presunti hacker non riguardano il database dell’app. Secondo loro, il codice sorgente pubblicato sui vari siti web “… non è legato al database dell’applicazione.non ha alcuna relazione con il codice sorgente di TikTok.“.

Prima che l’azienda stessa chiarisse i fatti, diversi analisti avevano già dato eco alla notizia. Attraverso i loro account Twitter, gli esperti di cyber-sicurezza hanno già parlato di una presunta violazione di un server di TikTok.. In questo modo, i criminali informatici sono stati apparentemente in grado di accedere ai dati personali degli utenti. Anche Microsoft Corp. ha commentato una “vulnerabilità ad alta gravità” nell’app TikTok per Android.

Al momento, tutto lascia pensare che TikTok abbia ragione.

Tuttavia, sembra che non si tratti di nulla di simile. Troy Hunt, ricercatore di sicurezza, ha confermato che il database pubblicato dai presunti hacker non è nuovo. Anche è un’informazione pubblica che “avrebbe potuto essere costruita senza una fuga di notizie”.. Inoltre, aggiunge che si tratta di dati inconcludenti e che alcuni di essi sarebbero stati mescolati con informazioni spazzatura.

LEGGI  NVIDIA annuncia il DALL-E del 3D: AI che genera oggetti tridimensionali dalle immagini

Poiché TikTok sostiene che queste informazioni non hanno “nulla a che fare” con l’azienda, alcuni esperti hanno cercato di scoprire la fonte dietro la fuga di notizie. Computer che si addormentaper esempio, segue le orme dell’analista Troy Hunt. Nel suo rapporto, commentano che potrebbe trattarsi di una terza parte che estrae dati pubblici dai server del social network.

TikTok, da parte sua, ha colto l’occasione per commentare su Twitter che la sua priorità assoluta è quella di “la privacy e la sicurezza delle informazioni dei nostri utenti.“. Inoltre, hanno aggiunto che il loro team di sicurezza sta indagando ulteriormente sul problema, anche se finora “non ci sono prove di una violazione della sicurezza”.

Secondo i presunti responsabili, TikTok dispone di informazioni su 2,05 miliardi di utenti, archiviate in un documento di 790 GB.. Questi dati si troverebbero nel cloud di Alibaba, insieme a quelli di altre aziende come WeChat, che sarebbero state anch’esse colpite – secondo gli hacker -. Per questo motivo, i media citati hanno colto l’occasione per avvicinare questi ultimi e sentire cosa hanno da dire, ma finora non c’è stata alcuna risposta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.