Starlink trema: Amazon esegue con successo il primo test del Progetto Kuiper, il suo Internet via satellite

Amazon ha annunciato che ha condotto con successo il primo test del Progetto Kuiperil suo Internet via satellite che farà concorrenza a Starlink. In un video pubblicato oggi, l’azienda tecnologica ha mostrato una connessione ai satelliti già in orbita. Gli ingegneri hanno effettuato un acquisto su Amazon, hanno riprodotto un film di Prime Video e hanno videochiamato i colleghi di un altro ufficio.

Personale Amazon collegato alla rete Kuiper, composta da due satelliti inviati nello spazio all’inizio di ottobre. La missione Protoflight ha lo scopo di raccogliere dati e analizzare le prestazioni end-to-end della rete. Oggi l’azienda tecnologica ha confermato che i primi test sono stati positivi e ha condiviso le prove con il mondo.

La connessione con KuiperSat-1 e KuiperSat-2 era limitata a finestre di 30-120 secondi. A differenza di Starlink, che ha una costellazione di oltre tremila satelliti, il Progetto Kuiper ha solo due prototipi in orbita. Secondo un post sul blog dell’aziendaogni test è progettato per misurare le prestazioni della rete e le funzioni di base di trasmissione e ricezione dei dati.

Nella prima dimostrazione, il team di Kuiper ha navigato sul sito web di Amazon, ha aggiunto un prodotto al carrello e ha completato il processo di acquisto. Successivamente, in un secondo tentativo di misurazione della latenza, gli ingegneri hanno effettuato l’accesso a Prime Video e al sito di Amazon. hanno riprodotto il film Un milione di miglia lontano in 4K. Infine, il team ha condotto una videochiamata tramite Amazon Chime tra due uffici per testare le prestazioni dell’invio e della ricezione simultanea di dati.

Dopo i test, Amazon vede un futuro luminoso per il Progetto Kuiper

Anche se i test sono stati brevi, i risultati sono promettenti. Amazon ha dichiarato che l’esperienza è stata unica per la missione Protoflight, in quanto ha solo due satelliti in orbita.

“Quando inizieremo a offrire un servizio commerciale, ci sarà sempre un satellite nel raggio d’azione dei nostri clienti, e la nostra rete software-defined trasferirà senza soluzione di continuità il collegamento dati da un satellite all’altro mentre passano sopra le nostre teste, in modo che i nostri clienti godano di una connettività ininterrotta”.

Antenna per il Progetto Kuiper, l'internet satellitare di Amazon

I piani del Progetto Kuiper di produrre e distribuire un totale di 3.236 satelliti nei prossimi sei anni.. La produzione iniziale avverrà nella prima metà del 2024, seguita da una fase di beta testing. Il gigante tecnologico ha confermato di aver già assicurato 77 lanci con Blue Origin e altri fornitori per distribuire i suoi satelliti nell’orbita terrestre bassa.

Come nel caso di Starlink, gli utenti dovranno installare un’antenna esterna per connettersi alla rete Kuiper. Amazon offrirà tre tipi di terminali, a seconda del cliente. Il più economico, destinato alle case, misura 28 cm² e pesa meno di 2 kg senza il supporto. Chi cerca la mobilità può optare per un design portatile che misura 18 cm e pesa solo 1 kg, mentre i governi o le imprese si affideranno a un modello robusto che offre velocità fino a 1 Gbps.

Il fase di test è prevista per la seconda metà del 2024. e includerà i clienti Vodafone e Verizon negli Stati Uniti. Non ci sono dettagli specifici sulla disponibilità in altri Paesi, ma come Starlink, il Progetto Kuiper mira a portare Internet nelle zone più lontane del pianeta.

Elaborazione…

Hai finito! Ora siete iscritti

Si è verificato un errore, aggiornare la pagina e riprovare.

Anche in Hipertextual:

LEGGI  Ho visto il DJI Dock in azione e penso che potrebbe essere uno dei loro prodotti di maggior portata.
Antonio
WRITTEN BY

Antonio

Ciao, mi chiamo Antonio. Sono uno scrittore di DFO Media e la mia passione è esplorare l'intersezione tra sport e tecnologia. Attraverso i miei scritti, svelo le innovazioni che stanno plasmando il futuro dello sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *