requisiti da soddisfare, modalità di risintonizzazione dei canali e soluzioni

Il 14 febbraio è già arrivato. Per alcuni è il giorno di San Valentino. Per altri, il giorno del meme di Sam e Frodo. Per altri ancora, oggi è la sepoltura della sardina. E per quelli di noi che hanno un televisore, oggi è il giorno del blackout del DTT a definizione standard. Un cambiamento necessario per poter godere della rete televisiva. in alta definizione. E se non ne avete ancora sentito parlare o avete dei dubbi, vediamo tutto quello che c’è da sapere per continuare a guardare la televisione attraverso il antenna digitale.

In seguito alla pubblicazione nel BOE del avvisoil cronometro è partito. La DTT doveva trasmettere tutti i suoi canali in alta definizione. Qualcosa che deve avere accaduto prima, ma che è stato rimandato a causa della pandemia di Covid-19. Quindi, tra l’estate del 2023 e il 14 febbraio, i canali televisivi che trasmettono via DTT sono migrati definitivamente all’HD. Inoltre, sulla maggior parte dei televisori, non è necessario fare nulla, poiché la migrazione è automatica e utilizza gli stessi multiplex.

Anche se ci sono alcune piccole eccezioni alla risintonizzazione e ci sono stati alcuni incidenti di percorso, sembra che lo switch-off della DTT sia avvenuto senza problemi e, se si soddisfano i requisiti necessari, si potrà guardare la DTT in HD d’ora in poi in modo completo. E non solo. Avrete anche a disposizione La 1 UHD in qualità 4K.

Spegnimento del DTT: verso l’alta definizione

Se non avete ancora sentito la notizia o visto lo spot televisivo al riguardo, in poche parole il governo spagnolo sta obbligando i canali televisivi che trasmettono in territorio spagnolo a trasmettere esclusivamente in alta definizione. Attraverso il decreto reale 391/2019 del 21 giugno 2019. Fino ad ora i principali canali trasmettevano già in questo modo, ma molti altri sono rimasti in definizione standard.

LEGGI  Galaxy S25 Ultra: le prime caratteristiche della prossima ammiraglia di Samsung

Inoltre, c’era una dualità: I canali SD e HD si ripetevano. Inoltre, con l’arrivo del 5G in Spagna, la larghezza di banda disponibile nello spettro elettromagnetico è più che mai necessaria, quindi non può essere sprecata per trasmettere due volte lo stesso canale. D’altra parte, nel 2024, è sorprendente che i canali DTT saranno ancora trasmessi in SD. Con alcune eccezioni, quasi tutti i televisori attuali sono HD, Full HD o 4K.. Quindi non si dovrebbero avere problemi di oscuramento del DVB-T in SD.

Come guardare il DVB-T in HD

Lo switch-off del DTT riguarda i canali SD che saranno trasmessi in HD

Come abbiamo spiegato in precedenti articoli e come spiega la pagina dedicata dal governo spagnolo all’argomento, per guardare la DTT in HD è necessario soddisfare determinati requisiti. È probabile che li soddisfate già e non dovete fare nulla.. Ma per sicurezza, prendiamo in considerazione tutte le possibili variabili.

  1. TV compatibile con l’HD. Ciò significa che può riprodurre contenuti ad alta definizione. Se si dispone di meno di dieci anniSe il televisore ha meno di dieci anni, è quasi certamente HD o Full HD. Se ha più di dieci anni, è possibile che si vedano immagini HD ma non si riceva un segnale di qualità HD.
  2. Decoder DTT HD. Integrato nel televisore o esterno. Per poter ricevere il segnale HD è necessario un set-top box o un sintonizzatore DTT. Lo standard attualmente utilizzato per la DTT è DVB-T con il codec H.264/MPEG-4 AVC. In futuro, potrebbe essere necessario un set-top box compatibile con DVB-T2ma è già integrato nei televisori di meno di cinque anni.
  3. Antenna DVB-T. L’antenna DVB-T dovrebbe ricevere anche le trasmissioni in HD. Se non molto tempo fa è stata controllata, , si riceveranno già i segnali DTT in HD. da tempo. Non sarete quindi interessati dallo spegnimento della DTT. Tuttavia, se si è passati alla DVB-T sulla propria antenna per molto tempo, potrebbe essere necessario consultare un professionista. In particolare nel caso di antenne comunitarie. Le singole antenne omnidirezionali già installate di solito non causano problemi.
LEGGI  Il piano di Google per trasformare Android con Gemini AI

Verificare la compatibilità del televisore

I canali SD scompaiono con l'oscuramento del DTTI canali SD scompaiono con l'oscuramento del DTT

Dal 14 febbraio, tutti i canali DTT sono obbligati a trasmettere in HD. E La 1 UHD, che avrebbe dovuto iniziare a trasmettere il 15 febbraio, è stata anticipata all’11 febbraio. Quindi dovreste già essere in grado di guardare tutti i canali nazionali, regionali e locali esclusivamente in alta definizione. Ad eccezione di alcune eccezioni locali o regionali che hanno cessato le trasmissioni.

Per sapere se non siete interessati dall’oscuramento della DTT e se potete guardare la DTT in HD, provate a consultare risintonizzare i canali e controllate cosa vedete emittenti ad alta definizione. In tal caso, non è necessario toccare nient’altro. Ci si deve preoccupare solo se in questa fase non si riceve il segnale HD. In tal caso, verificare se il televisore ha un sintonizzatore compatibile. Se non si riesce ancora a ottenere un segnale HD, è necessario intervenire sull’antenna, come abbiamo visto in precedenza.

La buona notizia è che avere nuova antenna e nuovo sintonizzatore costa meno di 50€. Si tratta di una spesa, dopotutto, ma se si è deciso di effettuare lo spegnimento dell’SD ora, è perché la maggior parte delle famiglie spagnole dispone già di televisori e antenne pronti a ricevere il segnale HD. Come ultima risorsa, si può sempre continuare a guardare la TV via Internet. I televisori di oggi possono essere collegati alla rete e installare applicazioni per guardare la TV televisione in chiaro con relativa facilità.

Elaborazione…

Hai finito! Ora siete iscritti

Si è verificato un errore, aggiornare la pagina e riprovare.

Anche in Hipertextual:

Antonio
WRITTEN BY

Antonio

Ciao, mi chiamo Antonio. Sono uno scrittore di DFO Media e la mia passione è esplorare l'intersezione tra sport e tecnologia. Attraverso i miei scritti, svelo le innovazioni che stanno plasmando il futuro dello sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *