Questo fotografo ha modificato le sue foto con l’intelligenza artificiale DALL-E 2.

Dai robot che si affidano all’intelligenza artificiale per diventare artisti, alle intelligenze artificiali che generano qualsiasi immagine descritta con un semplice testo, il campo di questa tecnologia è in rapida espansione e sempre più persone ne trovano un maggiore utilizzo. È questo il caso di Nicholas Sherlock, un fotografo che ha utilizzato l’AI di DALL-E 2 per modificare le sue immagini e il risultato vi lascerà a bocca aperta..

Nicholas Sherlock è un fotografo neozelandese che ha usato il potere di DALL-E 2 per modificare immagini che aveva dato per perse.. Dopo aver fotografato una coccinella con un obiettivo macro, ha notato che l’immagine era terribilmente fuori fuoco. Tanto che diverse parti del piccolo insetto erano completamente sfocate.

Se fosse stato un altro, probabilmente avrebbe dato per perse le foto. Tuttavia, Sherlock ha escogitato un piano diverso: utilizzare l’intelligenza artificiale DALL-E 2 per recuperare i dettagli che aveva perso. Questo è stato il risultato:

Immagine per gentile concessione di Nicholas Sherlock

“Ho scoperto che posso usare il inpainting di DALL-E per riparare le mie foto sfocate”, commenta Nicholas Sherlock sul suo Twitter. Potete vedere voi stessi come si comporta l’intelligenza artificiale durante la modifica delle immagini.

Un risultato strabiliante

Immagine di Nicholas Sherlock, tratta dal video di Micael Widell.

Ma non è tutto. Sherlock ha utilizzato anche altre immagini in DALL-E 2, e ha chiesto all’intelligenza artificiale di creare altre variazioni della stessa foto.usando il suo come riferimento. Il risultato è stato francamente impressionante, e tutto in pochi minuti di elaborazione.

Personalmente, il risultato è molto sorprendente. DALL-E 2 non solo è stato in grado di colmare le lacune dell’immagine. Inoltre, è riuscita a imitare perfettamente lo stile di Nicholas senza aggiungere troppe distorsioni vistose o fuori luogo, tipiche di questo tipo di intelligenza artificiale.

LEGGI  Amazon annuncia miglioramenti al suo robot Astro: ora rileva i vostri animali domestici e vi aiuta a proteggere la vostra attività.

Naturalmente, questo tipo di strumento non è perfetto. Una dimostrazione di ciò è che l’intelligenza artificiale DALL-E 2 ha deciso di aggiungere altri punti. al guscio della coccinella. Inoltre, negli esempi precedenti, si possono notare cambiamenti nel pronotum e nella testa dell’insetto rispetto al riferimento originale.

In altri aspetti, anche i dettagli fuori fuoco sono ancora visibili all’interno dell’immagine, e nella seconda foto lo vediamo. il corpo dell’insetto sembra chiaramente generato con la potenza di un computer..

La nuova era dell’arte digitale arriva con l’intelligenza artificiale

Micael Widell è un fotografo svizzero che ha anche un canale YouTube dove condivide le sue conoscenze. In uno dei suoi video più recenti, Widell riprende le immagini di Sherlock ritoccate da DALL-E 2, e ha creato un video in cui parla della “Morte della fotografia”.testo che può essere letto nella miniatura della pubblicazione.

Widell ha scoperto l’esistenza di DALL-E 2 di recente. Nel suo video racconta che, dopo aver visto la tecnologia per la prima volta, ha pensato che sarebbe stato qualcosa che avrebbe potrebbe minacciare seriamente il futuro della fotografia come hobby e come professione.. Quanto detto si contrappone alla nascita delle grandi fotocamere che portiamo con noi ogni giorno, attaccate ai nostri telefoni cellulari.

Video di YouTube

Widell ritiene che, con la democratizzazione delle fotocamere grazie ai telefoni cellulari, è comunque necessario il talento per gestirlo correttamente. Tuttavia, l’intelligenza artificiale è in grado di fornire risultati di qualità molto più elevata, senza bisogno di attrezzature aggiuntive. È sufficiente fornire un breve testo di input.

Dopotutto, se proposte recenti come DALL-E 2 o Midjourney sono già capaci di risultati sorprendentiImmaginate cosa saranno in grado di fare tra cinque anni o un decennio.

Tuttavia, non si tratta solo della potenza di queste tecnologie. Anche ciò che queste aziende vogliono offrire al mondo con loro gioca un ruolo importante.quanto saranno restrittivi e se saranno in grado di fornire risultati distintivi senza cadere in uno schema.

Infine, il desiderio umano di creazione non deve essere sottovalutato.Dopo tutto, è una delle cose che ci rende diversi dalle altre specie animali del mondo. Ma se queste aziende giocano bene le loro carte, l’intelligenza artificiale può diventare il miglior alleato di ogni creativo. In effetti, questa famosa scrittrice ha utilizzato un’intelligenza artificiale per terminare la sua serie di libri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.