Questa intelligenza artificiale è in grado di rilevare il morbo di Parkinson ascoltando la respirazione

La malattia di Parkinson è una delle patologie più complicate da diagnosticare all’inizio. Il motivo è che il rilevamento si basa sulla comparsa dei primi sintomi motori, come tremore, rigidità e lentezza. Tuttavia, questi si manifestano di solito diversi anni dopo la comparsa della malattia. Oggi, questa IA può cambiare tutto, e tutto ciò che deve fare è ascoltare il vostro respiro..

Un team guidato da Dina Katabi, professore di Thuan, e Nicole Pham, del Dipartimento di Ingegneria Elettrica e Informatica del MIT, hanno sviluppato un nuovo modello che fa proprio questo.. Il modello di respirazione del paziente è tutto ciò di cui l’intelligenza artificiale ha bisogno per rilevare il Parkinson, e lo fa anche prima che il Parkinson sia stato diagnosticato.

Per ottenere la diagnosi, l’intelligenza utilizza una rete neurale per esaminare il modello di respirazione durante il sonno. Questa rete, formata da Yuzhe Yang, dottorando, e Yuan Yuan, ricercatore post-dottorato, è anche in grado di raccogliere più informazioni. In particolare, la gravità della malattia e la sua progressione nel tempo nell’organismo del paziente..

I risultati sono impressionanti e incoraggianti

Dispositivo per rilevare il Parkinson attraverso la respirazione.

Secondo Nuovo AtlanteI risultati della ricerca sono stati piuttosto promettenti. Tanto che l’intelligenza artificiale è stata in grado di riconoscere i pazienti affetti da Parkinson con un’accuratezza dell’86%.e questo con una sola notte di valutazione. Se si raggiungono 12 notti, è possibile ottenere un’accuratezza dei risultati fino al 95%.

Naturalmente, questo era il caso di pazienti la cui malattia era già nota in precedenza. Tuttavia, il potenziale non c’èma nel rilevare la malattia in persone che non hanno ancora ricevuto una diagnosi.

Nel caso di queste persone, il modello di intelligenza artificiale è stato in grado di prevedere la malattia di Parkinson con un’accuratezza del 75%.. Una cifra piuttosto alta e sorprendente per un metodo che non richiede alcuno sforzo aggiuntivo da parte del paziente.

LEGGI  L'inverno del metaverso sta arrivando, e sta arrivando prima di quanto vi aspettiate.

Se le cose continuano bene per la ricerca, questa intelligenza artificiale potrebbe diventare un sistema di allarme per le persone a rischio di malattia.. Potrebbe anche essere utilizzato dai pazienti in fase iniziale che desiderano seguire la progressione della malattia di Parkinson nel loro corpo. A tal fine, non è necessario altro che un dispositivo montato a parete.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.