Ora è possibile utilizzare ChatGPT senza un account utente

OpenAI ha annunciato che ChatGPT ora disponibile per tutti, senza bisogno di un account utente. L’azienda sta abbassando la barriera d’ingresso al suo popolare chatbot, quindi ora, chiunque abbia accesso a Internet può utilizzarlo. Questo movimento mira a democratizzare l’accesso all’IA, rendendola più accessibile a chiunque sia curioso del suo potenziale.

A un post sul suo blogOpenAI ha annunciato la disponibilità del suo chatbot per tutti e ha condiviso alcune cifre. “È centrale per la nostra missione rendere strumenti come ChatGPT ampiamente disponibili, in modo che le persone possano sperimentare i benefici dell’IA”, ha affermato. “Più di 100 milioni di persone in 185 Paesi utilizzano ChatGPT settimanalmente. per imparare qualcosa di nuovo, trovare ispirazione creativa e ottenere risposte alle loro domande”.

Per utilizzare ChatGPT senza un account è sufficiente accedere al sito web e digitare nella finestra di dialogo. Questa opzione riduce i passaggi necessari, anche se si avrà l’alternativa di creare un nome utente per accedere alla cronologia delle interrogazioni. OpenAI ha confermato che l’implementazione è gradualequindi potrebbe volerci del tempo prima che si rifletta nel vostro Paese.

Sebbene il requisito di un account utente non sia stato un fattore che ha impedito la crescita di ChatGPT, è vero che molte persone lo stanno ignorando. L’opzione di di utilizzarlo gratuitamente e senza effettuare il login sarebbe benvenuta. da parte di coloro che desiderano proteggere la propria privacy, o da parte di adulti più anziani e utenti con scarse conoscenze tecnologiche.

ChatGPT utilizza il modello GPT-3.5 per qualsiasi consultazione gratuita. È importante menzionare che l’accesso senza account è disponibile solo per il chatbot, in quanto DALL-E e altre funzioni avanzate richiedono un’iscrizione. a ChatGPT Plus.

LEGGI  OpenAI trema: xAI di Elon Musk lancia la sua prima intelligenza artificiale
ChatGPT senza account utente

ChatGPT diventa più accessibile e sicuro

Accompagnando l’annuncio di ChatGPT senza account utente, OpenAI ha affermato che ha implementato delle salvaguardie in più categorie. Anche se i dettagli specifici non sono ancora stati resi noti, è probabile che queste salvaguardie riguardino il blocco dei messaggi con contenuti dannosi.

Un’altra aggiunta ha a che fare con la privacy, dal momento che ChatGPT includerà una funzione che consente di disabilitare l’uso dei propri contenuti per addestrare i modelli. Finora, le domande fatte dall’utente nel chatbot vengono utilizzate per perfezionare l’intelligenza artificiale di OpenAI. L’informativa sulla privacy menziona la conservazione di alcuni dati provenienti dalle interazioni, anche se vengono adottate misure per ridurre la quantità di informazioni personali.

OpenAI ha ridotto i passaggi necessari per evitare la raccolta delle vostre interazioni con ChatGPT. Ora è sufficiente deselezionare una casella nella finestra delle impostazioni per evitare che i vostri dati finiscano sui server dell’azienda.

Disattivare la raccolta dei dati in ChatGPTDisabilitare la raccolta dati in ChatGPT

Le modifiche a ChatGPT arrivano alla vigilia di un aggiornamento molto atteso. Qualche giorno fa, OpenAI ha erroneamente confermato le caratteristiche di GPT-4.5 Turbola prossima versione del modello linguistico che debutterà nei prossimi mesi. Secondo i dati indicizzati dal motore di ricerca DuckDuckGo, GPT-4.5 Turbo supera GPT-4 Turbo in velocità, precisione e scalabilità.

Se le informazioni sono corrette, ChatGPT con GPT-4.5 Turbo sarà disponibile a partire da giugno 2024.anche se resta da confermare se sarà aperto al pubblico in generale o solo ai clienti aziendali.

Elaborazione…

Hai finito! Ora siete iscritti

Si è verificato un errore, aggiornare la pagina e riprovare.

Anche in Hipertextual:

Antonio
WRITTEN BY

Antonio

Ciao, mi chiamo Antonio. Sono uno scrittore di DFO Media e la mia passione è esplorare l'intersezione tra sport e tecnologia. Attraverso i miei scritti, svelo le innovazioni che stanno plasmando il futuro dello sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *