OpenAI sta negoziando il ritorno di Sam Altman, 24 ore dopo il suo licenziamento.

L’ennesimo colpo di scena di una situazione che può essere descritta solo come surreale, Il consiglio di amministrazione di OpenAI sta negoziando il ritorno di Sam Altman come CEO di OpenAI.24 ore dopo averlo sorprendentemente e bruscamente licenziato.

Fonti vicine ad Altman affermano che non è sicuro di tornare e, se lo facesse, chiederebbe grandi cambiamenti alla governance di OpenAI per evitare simili instabilità in futuro.

La trattativa per il ritorno di Sam Altman in azienda aggiunge ancora più mistero alla situazione. Venerdì scorso, OpenAI ha rilasciato una dichiarazione – con sorpresa dell’intero settore – in cui notificava il licenziamento del suo amministratore delegato, sostenendo che il consiglio di amministrazione aveva perso la fiducia in lui. A distanza di poche ore, sono emersi alcuni dettagli su quanto accaduto in quelle ore.

Greg Brockman, cofondatore di OpenAI e presidente dell’azienda, si è dimesso dopo il licenziamento di Altman, e ha pubblicato su X/Twitter un resoconto degli eventi:

  1. Sam Altman ha ricevuto un SMS giovedì sera da Ilya Sutskever (Chief Scientific Officer di OpenAI) per parlare venerdì a mezzogiorno. Alla telefonata era presente l’intero consiglio di amministrazione, tranne Greg Brockman, e gli è stato comunicato il licenziamento.
  2. Poco dopo, Brockman ha ricevuto un SMS da Ilya che gli chiedeva di partecipare a una chiamata dell’ultimo minuto a Google Meet. Quando è entrato, ha ricevuto la notifica del licenziamento di Altman, che è stato rimosso dal consiglio di amministrazione, ma gli è stato chiesto di rimanere come presidente della società.
  3. Brockman sostiene che l’intero team esecutivo di OpenAI non era a conoscenza della decisione di licenziare Sam Altman e che è stato informato in seguito, ad eccezione di Mira Murati – che ha assunto il ruolo temporaneo di CEO – che è stata informata la sera prima.
LEGGI  X (Twitter) vale oggi meno del 29% di quanto Elon Musk l'ha pagata.

Durante il fine settimana, i due hanno avuto colloqui con amici e investitori per avviare un’altra impresa. startup focalizzata sull’intelligenza artificiale. Se il consiglio di amministrazione di OpenAI ha avviato trattative con Altman e Brockman, appena 24 ore dopo il licenziamento, la situazione all’interno dell’azienda deve essere disastrosa.

Secondo un rapporto di The Vergeuna fonte vicina a Sam Altman sostiene che il consiglio di amministrazione aveva accettato di dimettersi per consentirgli di tornare come CEO di OpenAI, ma alla fine il piano non ha funzionato. L’informazione ha pubblicato un’e-mail inviata da Jason Kwon (Chief Strategy Officer) a tutti i dipendenti in cui si afferma che l’azienda è ottimista sul ritorno di Altman come CEO.

“Stiamo ancora lavorando a una soluzione e rimaniamo ottimisti. Con ‘soluzione’ intendo il ritorno di Sam, Greg, Jakub, Syzmon, Aleksander e altri colleghi, e continuare a essere il meglio per chi vuole lavorare alla ricerca sull’intelligenza artificiale generativa”, si legge nella dichiarazione.

Pressioni per il suo ritorno

Il consiglio di amministrazione di OpenAI sta subendo pressioni senza precedenti per il ritorno di Sam Altman. Secondo il Wall Street Journal Sia Microsoft, il maggiore investitore, sia Thrive Capital, il secondo maggiore azionista, stanno contribuendo agli sforzi per ripristinare il posto di Altman.

Forbes riporta anche che alcune società di investimento con posizioni importanti all’interno dell’azienda stanno lavorando con Microsoft e altri dipendenti senior per reintegrare Altman come CEO. L’obiettivo è di ottenere questo risultato attraverso rivolte interne, azioni legali e limitando l’accesso alle risorse cloud di Microsoft utilizzate da OpenAI per le sue operazioni.

Infine, molti dipendenti di OpenAI hanno minacciato di dimettersi se Sam Altman non tornerà a ricoprire il ruolo di CEO dell’azienda. Nel corso della giornata di sabato, hanno postato in massa, accompagnati da un’emoji a forma di cuore, un messaggio dell’amministratore delegato in cui affermava quanto apprezzasse il suo team. Mira Murati si è unita alla dimostrazione di sostegno, in un’apparente presa di posizione pubblica sulla situazione.

LEGGI  Come utilizzare Grok, l'intelligenza artificiale di X (Twitter) in arrivo in Europa

Un personaggio chiave per il ritorno di Sam Altman in OpenAI potrebbe essere Satya Nadella, l’amministratore delegato di Microsoft, che secondo Bloomberg sarebbe “furioso” per il licenziamento e ha dichiarato che preferirebbe avere partner strategici con stabilità interna, piuttosto che queste mosse a sorpresa, non pianificate e non annunciate.

Elaborazione…

Hai finito! Ora siete iscritti

Si è verificato un errore, aggiornare la pagina e riprovare.

Anche in Hipertextual:

Antonio
WRITTEN BY

Antonio

Ciao, mi chiamo Antonio. Sono uno scrittore di DFO Media e la mia passione è esplorare l'intersezione tra sport e tecnologia. Attraverso i miei scritti, svelo le innovazioni che stanno plasmando il futuro dello sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *