OpenAI annuncia DALL-E 3 e lo integra nativamente in ChatGPT

DALL-E 3 è ufficiale. OpenAI ha appena annunciato la terza versione della sua intelligenza artificiale per la generazione di immagini dal testo, che presenta diversi miglioramenti e nuove funzionalità. L’aspetto più interessante è che la tecnologia è ora integrata nativamente in ChatGPTconsentendo agli utenti di creare migliori suggerimenti direttamente dal chatbot.

Secondo la startup di Sam Altman, DALL-E 3 si evolve notevolmente rispetto al suo predecessore quando si tratta di interpretare le richieste degli utenti. Ma è anche qui che spicca il contatto più stretto con ChatGPT.

Quando si produce un’immagine, sarà possibile chiedere al chatbot di generare direttamente l’immagine, oppure di creare l’immagine prompt in questione. ChatGPT fornirà un’indicazione più ampia e dettagliata che consentirà a DALL-E 3 di interpretarla meglio e di fornire risultati più accurati.

I moderni sistemi di conversione testo-immagine tendono a ignorare le parole o le descrizioni, costringendo gli utenti a imparare l’ingegneria del testo-immagine”. suggerimenti. DALL-E 3 rappresenta un’evoluzione nella nostra capacità di generare immagini che aderiscono esattamente al testo fornito dall’utente”, afferma OpenAI.

OpenAI ha chiarito che il salto qualitativo delle immagini generate con DALL-E 3 è notevole. La nuova tecnologia, afferma l’azienda, capisce meglio come deve comporre una scena e quali sono i legami tra gli elementi che la compongono.

DALL-E 3 promette risultati migliori grazie all’integrazione di ChatGPT

DALL-E 3 promette risultati migliori nell’inclusione di testo all’interno dei disegni e nella gestione di parti del corpo umano che in precedenza non riusciva a interpretare correttamente. Ad esempio, le mani. Questo è stato uno dei punti più deboli dell’IA se si confrontano le sue creazioni con quelle di altre piattaforme, come Midjourney.

LEGGI  Il nuovo DJI Osmo Pocket 3 è il sogno dei creatori di contenuti.

Tuttavia, gli sviluppatori non si sono concentrati su DALL-E 3 solo per migliorare la qualità delle creazioni o per offrire una migliore interpretazione dell’IA. suggerimenti. Hanno anche implementato misure di sicurezza più robuste per attenuare i pregiudizi e impedire che lo strumento venga utilizzato per creare contenuti potenzialmente dannosi, come ad esempio deepfakes.

Ecco perché DALL-E 3 si rifiuterà di creare immagini di personaggi pubblici a partire dal loro nome.. Inoltre, a causa delle crescenti preoccupazioni per la diffusione di contenuti contraffatti, non fornirà risultati basati sullo stile di artisti viventi. Inoltre, i creatori potranno chiedere che il loro lavoro non venga utilizzato per addestrare il modello di intelligenza artificiale che alimenta lo strumento. Le modifiche saranno comunque implementate nelle future versioni della piattaforma.

D’altra parte, il team di Sam Altman ha riferito che sta studiando come aiutare le persone a individuare le immagini create con l’intelligenza artificiale. L’azienda sta già testando uno strumento interno, ma non ha detto se intende rilasciarlo pubblicamente.

Se volete provare DALL-E 3, dovrete avere pazienza. La nuova versione dell’intelligenza artificiale generativa sarà disponibile a ottobre per gli abbonati a ChatGPT Plus e Enterprise attraverso le sue API.. I laboratori di ricerca, invece, avranno accesso a partire dall’autunno. OpenAI non ha ancora annunciato quando sarà disponibile per il grande pubblico.

Ricevi la nostra newsletter ogni mattina. Una guida per capire cosa conta in relazione alla tecnologia, alla scienza e alla cultura digitale.

Elaborazione…

Hai finito! Ora siete iscritti

Si è verificato un errore, aggiornare la pagina e riprovare.

Anche in Hipertextual:

Antonio
WRITTEN BY

Antonio

Ciao, mi chiamo Antonio. Sono uno scrittore di DFO Media e la mia passione è esplorare l'intersezione tra sport e tecnologia. Attraverso i miei scritti, svelo le innovazioni che stanno plasmando il futuro dello sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *