Nuovo candidato: l’allenatore argentino dell’Atletico Madrid in lizza per sostituire Simeone

Il nome di un allenatore argentino che subentrerà all’Atlético de Madrid comincia a emergere in Europa. Diego Simeone è su una corda tesa dopo una stagione avversa.

© Getty ImagesDiego Simeone, in una situazione difficile con la nazionale argentina.

Atletico Madrid sta vivendo una stagione molto complicata in termini di risultati, il che complica la continuità di Diego Simeone come direttore tecnico. Sono stati lasciati fuori dal Champions League UEFA (senza qualificarsi anche per l’Europa League) e si trova al quinto posto nella classifica di LaLiga spagnola13 punti dietro al leader Barcellona.

Il “Cholo” sta vivendo il suo momento più critico da quando allena i “Colchoneros”. Il suo credito si è esaurito e la squadra non risponde a lui in campo. Allo stesso tempo, sono state messe in discussione anche alcune decisioni prese durante la stagione. Di fronte a ciò, si parla di un futuro senza di lui per la prossima campagna, e si parla già di un futuro senza di lui per la prossima stagione. candidati per sostituirlo.

Il primo nome che è venuto fuori per sostituire Diego Simeone è. Luis Enriquel’attuale allenatore della nazionale spagnola, che è un desiderio di lunga data di Miguel Ángel Gil Marínattuale SEO dell’Atlético de Madrid. Secondo El Chiringuitodopo l’eliminazione dalla Champions League, il suo nome era già stato fatto da alcuni dirigenti.

Nuovo candidato alla guida dell’Atlético de Madrid

Nelle ultime ore, un nuovo candidato per sostituire Simeone è apparso nel radar dell’Atletico Madrid e si tratta di un allenatore argentino. Secondo il giornalista italiano Nicolò Schira, Mauricio Pochettino è favorito insieme a Luis Enrique per la panchina del Metropolitano.

La partenza di Diego Simeone sarebbe praticamente condannata e potrebbe essere annunciata nel giro di poche settimane, secondo il giornalista citato. L’Atleti sembra voler voltare pagina dopo il ciclo del ‘Cholo’, anche se un argentino potrebbe rimanere al timone.

LEGGI  In Uruguay suona l'allarme per una possibile perdita significativa per i Mondiali di calcio del Qatar 2022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *