non perdetevi la TV a febbraio seguendo i seguenti passi

Se state leggendo questo articolo saprete già che L’HD DTT diventerà lo standard. d’ora in poi. I canali SD, con una qualità dell’immagine e del suono inferiore, non saranno più trasmessi a partire dal 14 febbraio. D’ora in poi, tutti i canali DTT saranno trasmessi in alta definizioneche si traduce in immagini e audio migliori. Questo vi consentirà di sfruttare al meglio le caratteristiche della vostra TV HD o UHDche sono la maggioranza nelle famiglie spagnole.

Ne abbiamo parlato in diversi articoli e ora ne facciamo un riassunto tutto quello che c’è da sapere prima. A questo punto, c’è ancora tempo per godersi l’HD DTT a casa propria anche se non si soddisfano i requisiti necessari. A differenza del passato, non dovrete toccare quasi nulla. Y le modifiche da apportare sono minime , con poche eccezioni.

Oggi la maggior parte dei canali nazionali e regionali trasmette già in HD. Se li guardate già in questa qualità, non c’è problema. Gli altri passeranno automaticamente all’ultimo giorno previsto dalla legge, il 14 febbraio. In quel giorno, vedrete che l’intera rete televisiva trasmette in HD. Il giorno successivo verrà lanciato un nuovo canale UHD, quello di RTVE.

Canali in arrivo, canali in partenza

Organigramma dei canali DTT in Spagna

Di recente abbiamo passato in rassegna i giorni importanti riguardanti lo switch-off della DTT in SD e la nuova DTT in HD. Negli ultimi mesi sono già avvenuti dei cambiamenti, soprattutto a livello regionale. Quindi già quasi tutte le emittenti trasmettono in HD. Non resta che spegnere la DTT in SD per far posto all’alta definizione. Il 12 febbraio, quindi, alcune emittenti indipendenti faranno il salto definitivo all’HD. E il 14 febbraio i canali privati rimasti in SD trasmetteranno in alta definizione.

I canali che trasmettono ora in SD e che potrete vedere in HD dal 14 febbraio sono:

  • Mega, Neox e Nova, del gruppo Atresmedia.
  • Boing, Energy, FDF e Divinity, del gruppo Mediaset.
  • TEN, Trece, DKISS, Gol Play, DMAX, Disney Channel e Paramount Network.
  • Il resto dei canali statali, regionali e locali trasmette già in HD. Le loro trasmissioni in SD scompariranno.
LEGGI  'The Protector', recensione: Antonio Banderas si trasforma in un killer spietato

Il governo spagnolo fornisce all’utente una pagina in cui controllare approssimativamente quali canali DVB-T in HD che vedrete d’ora in poi. Dipenderà dalla città e dalla provincia in cui vivete, nonché dall’antenna o dal ripetitore più vicino a casa vostra. La maggior parte dei canali dell’immagine sarà visibile. L’unica differenza sarà nella canali regionali e locali specifici per ogni territorio.

Cosa vi serve per guardare il DTT in HD

Antenna TV da esternoAntenna TV da esterno

Gli elementi da tenere in considerazione per guardare tutto il DTT in HD sono: antenna, televisione y sintonizzatore. L’antenna, individuale o comunitariadovrebbe essere pronto a ricevere i segnali HD. Un semplice controllo vi permetterà di sapere se state già ricevendo il segnale HD DTT. In caso affermativo, non è necessario fare altro. Per quanto riguarda il televisore, dovrebbe ovviamente essere compatibile con la risoluzione HD. Il DTT SD trasmette in 576 pixel. HD a 720 e FullHD o FHD a 1080 pixel. Se il vostro televisore ha dieci anni o meno, probabilmente è compatibile con l’alta definizione. Ma non fa male controllare. In terzo luogo, il sintonizzatore DTT incorporato nel televisore deve essere compatibile con la tecnologia standard DVB-T. In tal caso, sarà possibile ricevere il segnale DVB-T in HD e visualizzare sia i canali SD che HD.

In breve:

  • Antenna. Dovreste ricevere un segnale. Se è comune, contattare un professionista.
  • Sintonizzatore compatibile con DVB-T con codec H.264/MPEG-4 AVC.
  • Televisore compatibile con l’HD.

Se si utilizza un antenna individualeSul mercato troverete una moltitudine di antenne per ricevere il DTT in HD senza problemi. Sono economiche e facili da installare. Sono disponibili con amplificatore di segnale per chi ha una scarsa copertura. Se il vostro televisore è in grado di visualizzare immagini in HD ma il suo sintonizzatore non è compatibile, non è necessario cambiare televisore. C’è Sintonizzatori DVB-T economici e facili da installare. Assicuratevi che siano compatibili con il DVB-T e con canali HD e 4K. E, se possibile, anche compatibile con il standard DVB-T2 che utilizzeremo negli anni a venire.

LEGGI  ChatGPT si riprende dopo un periodo di inattività a livello mondiale

Verifica la compatibilità del tuo televisore

Se il vostro televisore è recente, non avrete problemi a guardare il DTT in HD.Se avete un televisore recente, non avrete problemi a guardare il DTT in HD

Per sapere se si potrà vedere la DTT in HD è semplice come risintonizzare i canali e controllate cosa vedete emittenti ad alta definizione. In tal caso, non dovrete toccare nient’altro. Dal 14 febbraio, i canali che ora guardate in SD saranno trasmessi in HD. Dovreste preoccuparvi solo se a questo punto non ricevete un segnale HD. In questo caso, verificate se il vostro televisore ha una sintonizzatore compatibile. Se non si riesce ancora a ottenere un segnale HD, è necessario intervenire sull’antenna, come abbiamo visto in precedenza.

La buona notizia è che avere nuova antenna e nuovo sintonizzatore costa meno di 50€. Si tratta di una spesa, dopotutto, ma se si è deciso di effettuare lo spegnimento dell’SD adesso, è perché la maggior parte delle famiglie spagnole dispone già di televisori e antenne pronti a ricevere il segnale HD. Come ultima risorsa, si può sempre continuare a guardare la TV via Internet. I televisori di oggi possono essere collegati alla rete e installare applicazioni per guardare la TV televisione in chiaro con relativa facilità.

Elaborazione…

Hai finito! Ora siete iscritti

Si è verificato un errore, aggiornare la pagina e riprovare.

Anche in Hipertextual:

Antonio
WRITTEN BY

Antonio

Ciao, mi chiamo Antonio. Sono uno scrittore di DFO Media e la mia passione è esplorare l'intersezione tra sport e tecnologia. Attraverso i miei scritti, svelo le innovazioni che stanno plasmando il futuro dello sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *