Nuovi Snapdragon XR2 Gen 2 e AR1 Gen 1: Qualcomm punta tutto sulla Mixed Reality

Il Vision Pro di Apple potrebbe presto affrontare la dura concorrenza dell’ultima piattaforma di Qualcomm. L’azienda statunitense di semiconduttori ha infatti annunciato il nuovo Snapdragon XR2 Gen 2 e Snapdragon AR1 Gen 1. Si tratta di nuovi processori progettati per gli occhiali VR e AR e per gli smart glasses, che mirano a rendere queste cuffie capaci di prestazioni più elevate e di funzioni migliori, come il supporto del Wi-Fi 7.

Indubbiamente il SoC più interessante, e anche il più potente, è lo Snapdragon XR2 di seconda generazione, incentrato su ciò che l’azienda chiama elaborazione spaziale. Questo chip sarà presente soprattutto nelle nuove generazioni di visori non solo di realtà virtuale ma anche di realtà mista (MR). Cioè quelli che mescolano il mondo virtuale con quello reale, permettendo, ad esempio, di visualizzare un oggetto in 3D sul pavimento del proprio salotto.

In particolare lo Snapdragon XR2 Gen 2 di Qualcomm, offre prestazioni della GPU fino a 2,5 volte superiori rispetto al suo predecessore, Snapdragon XR2 Gen 1. È anche molto più efficiente, fino al 50%. Questo non solo consente un migliore consumo della batteria, ma risolve anche uno dei problemi principali di questo tipo di display: tende a surriscaldarsi. In una sessione informativa a cui hanno partecipato HipertestualeL’azienda sostiene che il nuovo chip è in grado di controllare meglio la temperatura, pur avendo specifiche notevolmente più potenti rispetto al modello precedente.

Infatti, il Qualcomm Snapdragon XR2 Gen 2 non solo migliora le prestazioni grafiche, ma anche la potenza dell’intelligenza artificiale. Il NPU Hexagon che è responsabile dell’esecuzione di compiti di intelligenza artificiale sul dispositivo, come la generazione di progetti attraverso una breve descrizione, è fino a 8 volte più grande, sottolinea l’azienda.

LEGGI  la nascita del gigante tecnologico

In termini di connettività, lo Snapdragon XR2 Gen 2 di Qualcomm supporta Wi-Fi 7 e Wi-Fi 6E. Ciò significa che, nel complesso, i dispositivi sono in grado di garantire un consumo energetico ridotto fino al 25%. Inoltre, l’80% in meno di latenza e velocità fino a 5,8 Gbps.

Qualcomm Snapdragon AR1 Gen 1progettato per gli occhiali intelligenti

Snapdragon AR1

Parallelamente, Qualcomm ha annunciato quello che è il suo primo chip destinato esclusivamente agli smart glasses: lo Snapdragon AR1 Gen 1. A differenza dei visori AR, gli occhiali intelligenti, come i Ray-Ban Stories che abbiamo testato a fondo qualche mese fa, sono pensati per essere indossati praticamente in ogni momento e possono essere utilizzati, ad esempio, per registrare video o visualizzare informazioni rilevanti attraverso un piccolo schermo integrato nella lente. Attualmente, tuttavia, sia i sensori che le funzioni degli occhiali intelligenti sono molto limitati. La nuova piattaforma di Qualcomm si propone quindi di migliorare ulteriormente le capacità di questi dispositivi.

In effetti, lo Snapdragon AR1 Gen 1 promette di migliorare in modo significativo le fotocamere degli occhiali intelligenti, grazie a supporta sensori fino a 12 megapixel e consente l’acquisizione di video con una risoluzione massima di 6MP.. Il nuovo chip di Qualcomm include un doppio ISP a 14 bit e consente, tra l’altro, l’HDR computazionale, la modalità ritratto e il rilevamento della messa a fuoco automatica.

Il Qualcomm Snapdragon AR1 Gen 1 è anche offre un riconoscimento vocale migliorato e il supporto integrato per la cancellazione del rumore durante le chiamate. Infine, supporta anche la riproduzione di schermi a colori e il supporto del sensore 3Dof.

Sia lo Snapdragon XR2 Gen 2 che lo Snapdragon AR1 Gen saranno disponibili prima nei dispositivi sviluppati da Meta. SoC progettato per i visori di realtà virtuale e aumentata sarà disponibile nel Quest 3 che l’azienda di Mark Zuckerberg annuncerà a breve. Lo Snapdragon AR1 Gen 1, invece, sarà incluso nella seconda generazione di occhiali intelligenti Ray-Ban.

LEGGI  Il nuovo DJI Mini 4 Pro mi ha fatto innamorare.

Elaborazione…

Hai finito! Ora siete iscritti

Si è verificato un errore, aggiornare la pagina e riprovare.

Anche in Hipertextual:

Antonio
WRITTEN BY

Antonio

Ciao, mi chiamo Antonio. Sono uno scrittore di DFO Media e la mia passione è esplorare l'intersezione tra sport e tecnologia. Attraverso i miei scritti, svelo le innovazioni che stanno plasmando il futuro dello sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *