Microsoft e OpenAI progettano il supercomputer che rivoluzionerà l’intelligenza artificiale

Microsoft e OpenAI hanno unito le forze per per costruire un supercomputer dedicato all’intelligenza artificiale. I due titani del settore vogliono ridurre la dipendenza da NVIDIA, quindi implementeranno un gigantesco centro dati alimentato da “Stargate”, un potente supercomputer progettato da entrambe le aziende, che aiuterà la ricerca e lo sviluppo dell’intelligenza artificiale nei prossimi anni.

Secondo un rapporto di L’InformazioneMicrosoft e OpenAI stanno progettando un centro dati con supercomputer. I giganti della tecnologia progetteranno e produrranno un computer con milioni di chip server che alimenterà l’intelligenza artificiale di OpenAI. Sam Altman stima, che il progetto costerebbe più di 100 miliardi di dollari.un valore 100 volte superiore a quello di alcuni dei più grandi centri dati.

Il fulcro di questo piano in più fasi è un colossale supercomputer chiamato “Stargate”.che dovrebbe essere operativo entro il 2028. Stargate sarà il culmine di un processo di sviluppo in cinque fasi, durante il quale Microsoft finanzierà la costruzione e OpenAI guiderà gli sforzi di ricerca.

Una delle maggiori sfide del progetto risiede nell’acquisizione dell’hardware necessario. Il chip AIfondamentali per l’alimentazione di questi supercomputer, sono attualmente costosi e poco disponibili. Per superare questo ostacolo, Microsoft e OpenAI stanno esplorando la possibilità di utilizzare chip progettati su misura e di collaborare con vari produttori.

Il progetto di Microsoft e OpenAI è motivato dalla crescente domanda di centri dati in grado di gestire attività sempre più complesse. I data center tradizionali non sono in grado di tenere il passo con le esigenze in costante evoluzione della ricerca e dello sviluppo dell’intelligenza artificiale.

Stargate, OpenAI e il supercomputer di Microsoft per l’intelligenza artificiale.

OpenAI

Mentre le esatte capacità di Stargate non sono ancora state rivelatema è chiaro che il progetto mira a superare i limiti della tecnologia AI. Il supercomputer con sede negli Stati Uniti sarebbe il più grande di una serie di hardware progettati per i centri dati.

LEGGI  L'affare Xiaomi che metterà fine alla lentezza del WiFi in casa vostra per soli 10 euro.

Secondo le fonti, il piano ha raggiunto la terza fase ed entrambe le aziende sono alla ricerca di fornitori di chip. Qualche settimana fa, Microsoft ha firmato un accordo con Intel per la produzione dei suoi chip per l’intelligenza artificiale. Intel utilizzerà il processo Intel 18A per produrre i chip che l’azienda di Redmond sta progettando da alcuni mesi, grazie a una partnership del valore di 15 miliardi di dollari.

Un altro aspetto da considerare è il consumo energetico. L’enorme scala di Stargate richiederebbe una fonte di energia unica. Le reti elettriche tradizionali potrebbero non essere sufficienti, per cui il Microsoft e OpenAI stanno prendendo in considerazione l’energia nucleare. Sam Altman ha investito 375 milioni di dollari in Helion Energyuna società che si occupa di fusione nucleare come fonte di energia alternativa.

Sam Altman ritiene che l’energia nucleare sia la migliore opportunità per uscire dalla crisi climatica. “Abbassare il costo dell’energia è uno dei modi migliori per migliorare la qualità della vita delle persone”, ha dichiarato. CNBC. “Penso che la fusione [nuclear]come percorso verso l’abbondanza di energia, sia l’altra parte dell’equazione per raggiungere l’abbondanza”.

Microsoft condivide questa visione e sta lavorando da tempo a un piano per alimentare i centri dati dell’intelligenza artificiale. Qualche mese fa è stato riferito che l’azienda stava cercando un senior program manager per la tecnologia nucleare.

Elaborazione…

Hai finito! Ora siete iscritti

Si è verificato un errore, aggiornare la pagina e riprovare.

Anche in Hipertextual:

Antonio
WRITTEN BY

Antonio

Ciao, mi chiamo Antonio. Sono uno scrittore di DFO Media e la mia passione è esplorare l'intersezione tra sport e tecnologia. Attraverso i miei scritti, svelo le innovazioni che stanno plasmando il futuro dello sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *