Mercedes-Benz utilizzerà robot umanoidi per accelerare la produzione di automobili

Mercedes-Benz ha iniziato a integrare robot umanoidi in una delle sue fabbriche. per svolgere compiti impegnativi o noiosi. Il gigante tedesco ha firmato un accordo con Apptronik, un noto produttore di robot, che fornirà diverse unità del suo modello Apollo per un test pilota presso lo stabilimento ungherese.

Apollo, un robot bipede dall’aspetto amichevole, consegnerà i pezzi alla linea di produzione per consentire ai dipendenti di eseguire l’assemblaggio. Mercedes-Benz lo utilizzerà anche per consegnare i contenitori di pezzi attrezzati in una fase successiva. Il robot può trasportare carichi fino a 25 kg. e ha funzioni che gli permettono di adattarsi all’ambiente.

Secondo un comunicato stampa di Apptronik, l’aggiunta di robot umanoidi agli stabilimenti aiuterebbe Mercedes-Benz, poiché non avrebbero bisogno di riprogettare gli spazi. Apollo può muoversi in ambienti pianificati per gli esseri umani e dispone di sensori per evitare gli ostacoli e gli impatti.. Il robot è controllato attraverso un software in cui vengono designati i compiti da eseguire, che possono essere eseguiti da un computer o da un dispositivo mobile.

La partnership tra Apptronik e Mercedes-Benz mira ad automatizzare la linea di produzione. Jeff Cardenas, CEO dell’azienda di robotica, ha dichiarato che Mercedes-Benz utilizzerà Apollo per le attività manuali poco qualificate e fisicamente impegnative.. Come per Figure e il suo robot guidato dall’intelligenza artificiale, l’obiettivo futuro è che il robot cyborg per occuparsi delle attività noiose o pesanti in modo che gli esseri umani possano “vivere una vita più felice”..

Video di YouTube

Nel caso di Mercedes-Benz, il produttore ha scelto lo stabilimento ungherese per effettuare il test. Le ragioni di questa decisione sono due: la carenza di manodopera affidabile e i sindacati più accessibili.. L’azienda ha assicurato che i robot non sottrarranno posti di lavoro ai lavoratori umani.

I robot non sostituiranno i lavoratori della Mercedes-Benz (per ora).

L’automazione esiste da decenni, I robot Apptronik e Figure rappresentano un cambiamento di paradigma.. Apollo e Figure 01 sono progettati per essere integrati nelle fabbriche e lavorare a fianco dell’uomo. Sono robot collaborativi in grado di eseguire compiti ripetitivi grazie alla pre-programmazione o all’intelligenza artificiale.

Nel caso di Apolloil robot ha le caratteristiche di un lavoratore medio: è alto 1,72 m e pesa 72 chilogrammis. Apptronik afferma che è stato progettato per operare in spazi industriali e ha un’architettura di controllo della forza che garantisce un funzionamento sicuro in prossimità delle persone. A differenza della Figura 01, che assomiglia più a un Terminator, Apollo ha un aspetto più amichevole per ottenere l’approvazione del personale.

Robot ApptronikApptronik Robot

“Dovremo convincere i lavoratori e la direzione”, ha detto Jörg Burzer, responsabile della produzione di Mercedes-Benz. “Per costruire le auto più desiderabili, stiamo evolvendo continuamente il futuro della produzione automobilistica: i progressi della robotica e dell’intelligenza artificiale ci aprono anche nuove opportunità.”

Burzer, che è membro del Consiglio di Amministrazione del Gruppo Mercedes-Benz, ha aggiunto che l’accordo consentirà di. esplorare le possibilità della robotica per supportare la forza lavoro.. “Vogliamo capire il potenziale della robotica e della produzione automobilistica per colmare le carenze di manodopera in settori come i lavori poco qualificati, ripetitivi e fisicamente impegnativi”, ha dichiarato.

Mercedes-Benz non è la sola a scommettere sui robot umanoidi. Qualche mese fa, BMW ha firmato un accordo con Figure per integrare i suoi robot nella linea di produzione automobilistica. Dopo una fase di analisi, Figure 01 lavorerà con i dipendenti della fabbrica in South Carolina, USA.

Elaborazione…

Hai finito! Ora siete iscritti

Si è verificato un errore, aggiornare la pagina e riprovare.

Anche in Hipertextual:

LEGGI  È il miglior televisore nella sua fascia di prezzo?
Antonio
WRITTEN BY

Antonio

Ciao, mi chiamo Antonio. Sono uno scrittore di DFO Media e la mia passione è esplorare l'intersezione tra sport e tecnologia. Attraverso i miei scritti, svelo le innovazioni che stanno plasmando il futuro dello sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *