La furia dell’Iran contro la FIFA: chieste le dimissioni di Jürgen Klinsmann

Parole polemiche del membro del gruppo di studio tecnico dell’organismo mondiale di Qatar 2022 contro la nazionale iraniana, che esplode e chiede l’allontanamento di Jürgen Klinsmann dalla FIFA. Le dure risposte di Carlos Queiroz.

© Getty ImagesJurgen Klinsmann, membro del Gruppo di studio tecnico della FIFA.

Sembra che la vittoria dell’Iran sul Galles nella seconda giornata del Gruppo B della Coppa del Mondo non abbia lasciato tutti tranquilli a Qatar 2022. Jürgen Klinsmannex giocatore e allenatore della Germania, ha rilasciato alcune dichiarazioni controverse contro la squadra tedesca. Carlos Queiroz che hanno portato la federazione persiana a chiedere le sue dimissioni alla FIFA. L’allenatore tedesco è stato oggetto di una dichiarazione molto dura nei confronti del giocatore teutonico.

+Scopri il calendario delle partite dei Mondiali di calcio del Qatar 2022.

L’attuale membro del gruppo di studio tecnico dell’organismo mondiale Qatar 2022 ha analizzato la vittoria degli orientali sulla squadra di Gareth Bale e Co hanno accusato gli uomini di Queiroz, e la loro cultura, di fare pressione sull’arbitro e di spingere il gioco al limite. L’Iran chiede formalmente alla FIFA le scuse pubbliche di Klinsmann e le sue dimissioni dal massimo organo di governo dello sport.

“Hanno fatto lavorare l’arbitro: non è una coincidenza, fa parte della loro cultura, del loro modo di giocare. Hanno fatto lavorare l’arbitro”.Le parole del vincitore della Coppa del Mondo a Italia 1990 nel BBC che hanno scatenato la furia dell’Iran, della sua federazione e soprattutto di Carlos Queiroz, che ha risposto pubblicamente a Jürgen Klinsmann. È accusato di Giudizio sulla cultura iraniana”.

Furia totale

“Chiediamo un chiarimento immediato su questa vicenda, esigendo le scuse del signor Klinsmann e le sue dimissioni da membro del gruppo di studio tecnico della FIFA”.…La nazionale iraniana invita il signor Klinsmann a visitare il campo di allenamento della squadra di Melli a Doha, per conoscere l’antica cultura persiana e i valori del calcio e dello sport.inizia la dichiarazione della federazione sui suoi social media e sul suo sito web.

LEGGI  Abbassare la cresta per la finale? I giocatori francesi colpiti dal virus del cammello

L’Iran lo accusa addirittura di non essere in grado di dare lezioni di morale: “Non sarà giudicato per l’episodio più vergognoso della storia della Coppa del Mondo, la ‘Disgrazia di Gijon’ dell’82, quando Germania Ovest e Austria truccarono il risultato… Come ex giocatore, non sarà giudicato per le sue famose ‘piscine’. E sicuramente, come professionista del calcio, non sarà giudicato per altre questioni politiche o storiche legate al suo Paese.

Da parte sua, Queiroz ha chiesto alla FIFA di intervenire: “Come americani/tedeschi, comprendiamo la vostra mancanza di sostegno. Non c’è alcun problema. E nonostante i vostri commenti oltraggiosi sulla BBC, che tentano di sminuire i nostri sforzi, sacrifici e capacità, vi promettiamo che non giudicheremo la vostra cultura, le vostre radici e il vostro background e che sarete sempre i benvenuti nella nostra famiglia… Seguiremo con attenzione la decisione della FIFA in merito alla sua posizione di membro del Gruppo di studio tecnico”.

Scaricate l’app Bolavip e seguite in tempo reale tutte le informazioni sulla Coppa del Mondo Qatar 2022. https://bit.ly/BV-app22

Vittoria
WRITTEN BY

Vittoria

Ciao, sono Vittoria. Sono una redattrice di DFO Media, dove mi immergo nel mondo dello sport, decifrando le tendenze e condividendo le storie che ci sono dietro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *