La fotocamera più grande del mondo ha 3,2 gigapixel e può proteggere il nostro pianeta

Il Laboratorio Nazionale di Accelerazione, noto anche come SLAC, ha appena annunciato il la più grande fotocamera digitale del mondo. Il progetto ha richiesto 20 anni di sviluppo e un numero enorme di scienziati in tutto il mondo. Il risultato va oltre il nostro pianeta, poiché il suo utilizzo è destinato a studiare il cosmo, a fotografare le costellazioni e a mappare l’universo.

La sua potenza è tale che permette di catturare più di 40 volte l’area della luna piena ad ogni esposizione.qualcosa di impensabile fino ad ora. E nel caso in cui questi numeri non fossero chiari, questo è il la più grande fotocamera ad alta risoluzione mai costruita per uso astronomico. Un’altra caratteristica interessante, ma anche sconvolgente, è che ha un 3,2 miliardi di pixel. Sì, 3.200.000.000.000.

Inoltre, non si tratta solo di una pietra miliare dell’ingegneria. È anche una delle notizie più importanti per la comunità astrofisica. La fotocamera più grande del mondo permetterà di studiare l’universo in un modo finora impensabile, e per molti è una notizia di grande importanza. un salto di qualità nell’osservazione astronomica.

La prima foto della fotocamera più grande del mondo arriverà nella primavera del 2025.

Questa meraviglia tecnologica ha un nome, anche se non vi aiuterà a cercarla su Amazon e a comprarla. Lo SLAC ha battezzato la macchina fotografica più grande del mondo con il nome di Rilevamento del patrimonio spaziale e temporale (LSST), e nel prossimo futuro avrà il compito di fornirci immagini spettacolari dello spazio esterno. Per la prima, purtroppo, bisognerà aspettare il primavera 2025.

Anche se è pronto, non partirà da Stanford, ma dal Cile. In particolare, si dirigerà verso il Osservatorio RubinL’Osservatorio Rubin, una curiosa istituzione in cima a una montagna che possiede già uno dei telescopi più grandi del mondo. L’attesa non è casuale, perché deve essere trasportato e sistemato nel modo giusto, cosa probabilmente non facile.

LEGGI  Chromecast lento? Trucchi per renderlo più veloce

Anche il suo software è molto complesso. Il team di sviluppo ha collaborato con gli ingegneri del CNRS (Centre National de l’Intelligence Scientifique), per creare un programma specifico e unico per controllare la telecamerae i suoi accessori e la grande quantità di dati che memorizzano a ogni acquisizione.

TELECAMERA SPAZIALE
Aurore Simonnet per la collaborazione NANOGrav

Una fotocamera per conoscere meglio l’universo

Oltre i dati stratosferici e la maestosa ingegneria, la macchina fotografica più grande del mondo punta a scattare le migliori foto dell’universo. Come si è detto all’inizio, ogni immagine coprirà 40 volte l’area di una luna piena, un fatto che dà spazio al creazione di una mappa 3D statica del cosmo. In altre parole, il suo lavoro principale sarà mappare lo spazio con una precisione e una qualità senza pari.

Allo stesso tempo, consentirà di avere una monitoraggio millimetrico degli asteroidi e degli oggetti vicini alla Terra. per osservarli e prevederne i movimenti. Alcuni esperti stanno già commentando la possibilità di sfruttare l’LSST come una delle migliori risorse per la difesa planetaria.

Con ogni probabilità, se non accadrà nulla di spiacevole nel trasporto o nell’installazione, tra un anno torneremo a dirvi qualcosa del tipo: “Questa è la più grande e spettacolare nuova immagine dell’universo”.

Elaborazione…

Hai finito! Ora siete iscritti

Si è verificato un errore, aggiornare la pagina e riprovare.

Anche in Hipertextual:

Antonio
WRITTEN BY

Antonio

Ciao, mi chiamo Antonio. Sono uno scrittore di DFO Media e la mia passione è esplorare l'intersezione tra sport e tecnologia. Attraverso i miei scritti, svelo le innovazioni che stanno plasmando il futuro dello sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *