La Formula 1 utilizzerà l’intelligenza artificiale per rilevare quando i piloti superano il limite della pista

Il Formula 1 utilizzerà la tecnologia per garantire il rispetto dei regolamenti da parte dei piloti. La Fédération Internationale de l’Automobile (FIA) ha annunciato che utilizzerà l’intelligenza artificiale per analizzare le infrazioni ai limiti della pista. durante il Gran Premio di Abu Dhabi.

A una pubblicazione sul suo sito webla FIA ha spiegato come utilizzerà la tecnologia per determinare quando una vettura supera la linea bianca a bordo pista. L’organo di governo della Formula 1 utilizzerà la tecnologia di di computer vision per calcolare con precisione il numero di pixel che attraversano la linea.. Successivamente, il Centro operativo remoto analizza l’incidente per verificare se l’auto ha superato il limite ed è passibile di sanzione.

A causa del numero di piloti, curve e giri che compongono una gara, l’analisi dei dati può diventare un incubo. Solo nel Gran Premio d’Austria, sono stati esaminati 1.200 incidenti, che richiedono un numero considerevole di persone. È qui che l’intelligenza artificiale può contribuire a velocizzare il lavoro dei funzionari.

Sistema di Formula 1 che utilizza la computer vision e l’intelligenza artificiale. Foto: FIA

Secondo la FIA, il Centro Operativo si avvarrà di un software alimentato dall’intelligenza artificiale che analizzerà gli incidenti per eliminare quelli che non necessitano di una revisione umana. In questo modo si ridurrà il numero di segnalazioni che arrivano al Race Control e si accelererà la velocità di elaborazione.

Il programma sarà implementato da Catapult, l’azienda che si occupa di sviluppare il sistema RaceWatch che la Formula 1 utilizza per analizzare gli incidenti in pista e rivederli da più angolazioni. Catapult utilizzerà sensori di rilevamento della posizione e consentono di effettuare decine di misurazioni. Successivamente, l’intelligenza artificiale sarà addestrata con questi dati. per identificare le infrazioni.

LEGGI  Questa intelligenza artificiale è uno streamer ed è stata bandita per aver negato l'Olocausto su Twitch.

L’intelligenza artificiale farà il suo debutto in Formula 1 questo fine settimana

Formula 1, Gran Premio dell'Azerbaigian
Foto: Governo dell’Azerbaigian (Wikimedia Commons)

La FIA ha annunciato che la prima gara in cui verrà testato il sistema di visione computerizzata e di intelligenza artificiale sarà Gran Premio di Abu Dhabi. Il circuito di Yas Marina sarà l’ultimo di una stagione in cui i primi posti sono già definiti.

“Quello che stiamo cercando di fare per il futuro è migliorare tutte queste tecnologie e implementarne di nuove. Il posizionamento delle monoposto continua a essere sviluppato per migliorare la precisione”, ha dichiarato Tim Malyon, responsabile del Centro operativo remoto della FIA. “Stiamo anche pianificando di raddoppiare le dimensioni del Centro in termini di numero di persone e di larghezza di banda di connessione tra la pista e Ginevra, per facilitare il lavoro a distanza di un maggior numero di persone”.

Malyon afferma che la tecnologia di visione computerizzata è efficace per. campi come la medicina “L’obiettivo dell’IA sarà quello di ridurre questi 800 (incidenti) a 50, per eliminare quelli che chiaramente non necessitano di una revisione umana”, ha dichiarato.

Il limiti di pista sui circuiti di Formula 1 sono contrassegnati da linee bianche o cordoli. La loro funzione è quella di evitare che i piloti ottengano un vantaggio sportivo, risparmiando secondi. Il regolamento stabilisce che la vettura deve rispettare i limiti durante le prove, le qualifiche o la gara. Se la vettura esce dalla pista o ha tutte e quattro le ruote fuori dal limite, il tempo sul giro viene cancellato.

In alcuni casi, i piloti possono superare i limiti in alcune curve, ma senza andare oltre i cordoli. Quando una vettura supera i limiti della pista per più di tre volte durante una gara, viene applicata una penalità di cinque secondi.

LEGGI  Il robot chirurgico utilizza i magneti per operazioni meno invasive

Elaborazione…

Hai finito! Ora siete iscritti

Si è verificato un errore, aggiornare la pagina e riprovare.

Anche in Hipertextual:

Antonio
WRITTEN BY

Antonio

Ciao, mi chiamo Antonio. Sono uno scrittore di DFO Media e la mia passione è esplorare l'intersezione tra sport e tecnologia. Attraverso i miei scritti, svelo le innovazioni che stanno plasmando il futuro dello sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *