Instagram dichiara guerra ai nudi

Meta ha annunciato che sta lavorando a una serie di nuove funzioni di protezione dei minori su Instagram, tra cui una che consiste nel sfocatura delle immagini di nudo che inviano o ricevono attraverso i messaggi diretti dell’app. Si tratta di una misura di sicurezza per combattere la sextortion, una pratica che consiste nell’inviare immagini intime per costringere l’utente a fare qualcosa che non vuole.

Una volta lanciata, la funzione sarà attivata di default per gli utenti di età inferiore ai 18 anni. (Instagram potrebbe saperlo perché richiede agli utenti di impostare una data di nascita). In ogni caso, gli utenti adulti potranno attivarlo attraverso le impostazioni dell’app; Instagram lo incoraggerà tramite una notifica.

L’obiettivo, secondo la società, è quello di “proteggere le persone dal vedere nudità indesiderate nei loro messaggi diretti”. Inoltre, “per proteggerli dai truffatori che potrebbero inviare immagini di nudo per ingannare le persone a inviare le proprie immagini in cambio”, afferma Meta. in un post.

Avvisi quando l’utente riceve o invia un nudo

La funzione, lo ribadiamo, offuscherà le immagini esplicite che sono state inviate o ricevute tramite i messaggi diretti di Instagram. Inoltre, visualizzerà un messaggio che avverte che il contenuto multimediale contiene nudità.

Se è stato l’utente a inviare l’immagine, Meta attiverà una finestra pop-up quando si fa clic su di essa, avvertendo che il destinatario potrebbe fare uno screenshot dell’immagine all’insaputa del mittente. Verrà inoltre offerta la possibilità di eliminare l’immagine, sottolineando che il destinatario potrebbe averla già vista.

D’altro canto, la funzione di Instagram consentirà anche di accedere direttamente a risorse e informazioni in modo che sia i minori che gli adulti possano proteggersi da pratiche come la sextortion.

LEGGI  Alexa cambierà per sempre (e in meglio) grazie all'intelligenza artificiale generativa
Funzione di protezione dei bambini su Instagram

Meta afferma che utilizzano un algoritmo per rilevare se la fotografia è un’immagine intima. E che in nessun momento hanno accesso alla chat o all’immagine, ad eccezione di quelle che sono state segnalate.

La nuova funzione di Instagram è attualmente in fase di test, e si prevede che sarà distribuita ad alcuni utenti nelle prossime settimane. In un secondo momento, sarà disponibile a livello globale, ha anticipato la Wall Street Journal.

Meta non è l’unica azienda a offrire una protezione per i minorenni sulla propria piattaforma di messaggistica. Anche Apple ha annunciato alcuni anni fa degli avvisi di nudità in iMessage. Questi sfocano l’immagine e danno agli utenti la possibilità di non visualizzarla, di cancellarla completamente o di segnalarla. Analogamente a Instagram, Apple presenta anche una sezione “Altri modi per trovare aiuto”. In questa sezione, la piattaforma indirizza l’utente a un sito web con risorse e consigli su come non continuare la conversazione.

Elaborazione…

Hai finito! Ora siete iscritti

Si è verificato un errore, aggiornare la pagina e riprovare.

Anche in Hipertextual:

Antonio
WRITTEN BY

Antonio

Ciao, mi chiamo Antonio. Sono uno scrittore di DFO Media e la mia passione è esplorare l'intersezione tra sport e tecnologia. Attraverso i miei scritti, svelo le innovazioni che stanno plasmando il futuro dello sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *