I nuovi DJI RS 4, RS 4 Pro e DJI Focus Pro: i must-have per i creatori di contenuti

DJI ha appena ampliato il suo portafoglio di strumenti per creatori di contenuti e registi con l’introduzione di nuovi stabilizzatori. RS 4 y RS 4 Prooltre al sistema di messa a fuoco wireless DJI Focus Pro. Stiamo parlando di tre prodotti molto utili che mirano a migliorare la qualità delle produzioni indipendenti.

Secondo DJI, lo sviluppo dell’RS 4 e dell’RS 4 Pro si è basato sul feedback dei professionisti dell’industria video degli ultimi dieci anni. Questo ha permesso di ottimizzare il design e la stabilizzazione per sfruttare al meglio le telecamere e gli obiettivi di ultima generazione.

Nel caso di Focus Pro, DJI lo definisce formalmente come “il primo sistema autonomo di controllo automatico della messa a fuoco manuale dell’obiettivo”. L’elemento più interessante di questo sistema di messa a fuoco wireless è che è dotato di un sensore LiDARuna caratteristica che in precedenza era disponibile solo sui prodotti del portafoglio DJI Pro. Tuttavia, il marchio ha deciso di fornire l’accesso a questa tecnologia a una gamma molto più ampia di creatori e appassionati di cinema.

DJI RS 4 e RS 4 Pro: due nuovi stabilizzatori di alto livello

Se ci concentriamo sui nuovi stabilizzatori di DJI, il modello RS 4 è un’opzione molto interessante. È possibile caricare combinazioni di telecamere senza specchio e obiettivi di fino a 3 chilogrammie ha un asse di inclinazione aumentato di 8,5 millimetri. Un’altra caratteristica interessante di questo prodotto è che supporta la registrazione verticale nativa di seconda generazione per transizioni più fluide.

Il DJI RS 4 si distingue anche per l’inclusione di un nuovo selettore a forma di leva che consente di passare rapidamente dalla modalità di zoom a quella di stabilizzazione. Inoltre, è possibile personalizzare lo scatto con una modalità FPV e accedere a funzioni intelligenti come Panorama, Tracking e Motionlapse. Ma non è tutto: lo stabilizzatore è compatibile con un’ampia gamma di accessori proprietari e di terze parti che ne espandono ulteriormente le capacità.

Il DJI RS 4 ProL’RS 4 Pro, invece, è un’opzione più robusta, in grado di caricare fino a 4,5 kg. Un punto interessante da menzionare è che non è compatibile solo con le fotocamere mirrorless, ma è destinato anche all’uso con le fotocamere a pellicola.

Questa versione progettata in fibra di carbonio supporta anche la registrazione verticale nativa di seconda generazione. Inoltre, incorpora una modalità di montaggio su auto, ideale per registrare scene di guida senza scosse o vibrazioni. La DJI RS 4 Pro sfrutta i vantaggi di un aumento del 20% della coppia su ciascun asseche migliora la ridondanza di potenza. Ciò consente un’esperienza fluida quando si tratta di fotocamere o accessori pesanti, senza compromettere la stabilizzazione.

LEGGI  Google ha cercato di far arrivare internet ovunque con un pallone aerostatico

Sia il DJI RS 4 che l’RS 4 Pro possono offrire un’eccezionale durata della batteria grazie all’impugnatura della batteria BG70 ad alta capacità. Questo garantisce fino a 29,5 ore di utilizzo nella versione convenzionale e fino a 29 ore nella variante Pro. In entrambi i casi, può essere ricaricata completamente in sole due ore e mezza e può alimentare fotocamere o accessori tramite la porta USB-C integrata.

DJI Focus Pro: messa a fuoco LiDAR più accessibile

Il DJI Focus Pro è un sistema di messa a fuoco wireless che si distingue per l’inclusione di un sensore LiDAR. Come già detto, in precedenza questo era disponibile solo sui prodotti del catalogo DJI Pro. Tuttavia, il marchio ha cercato di rendere questa tecnologia più accessibile in modo che possa essere utilizzata dalla grande maggioranza dei creatori di contenuti.

Questa impugnatura è dotata di un touchscreen a colori che consente di seguire le riprese e di effettuare regolazioni in tempo reale. Il DJI Focus Pro, che funziona con gli stabilizzatori RS 4 e RS 4 Pro e con i prodotti della linea DJI Pro, è in grado di mettere a fuoco persone a una distanza massima di 20 metri. Vanta inoltre un campo visivo di messa a fuoco di 70°.

Grazie al sensore LiDAR, il DJI Focus Pro ha 76.800 punti di misurazione e una frequenza di aggiornamento di 30 Hz. Questo non solo migliora il rilevamento delle persone, ma evita anche i problemi di messa a fuoco. Secondo il produttore, questo è particolarmente utile quando si riprendono scene con movimenti veloci.

Il funzioni di autofocus intelligente sono anch’esse parte integrante del DJI Focus Pro. Queste includono modalità di area di messa a fuoco selezionabile, velocità di messa a fuoco regolabile e riconoscimento e tracciamento automatico degli oggetti. Questo prodotto offre una durata della batteria di 2,5 ore e supporta la memorizzazione dei dati per 15 obiettivi diversi.

LEGGI  Meta annuncia Purple Llama, un'iniziativa per promuovere lo sviluppo responsabile dell'IA

Prezzo e disponibilità

I modelli DJI RS 4 e RS 4 Pro sono ora disponibili da oggiin queste varianti:

  • DJI RS 4 autonomo. Include lo stabilizzatore e questi accessori: impugnatura per batteria BG21, cavo di ricarica USB-C, staffa di montaggio dell’obiettivo, impugnatura secondaria/treppiede, piastra a sgancio rapido, cavo di controllo multi-camera e kit di viti. Il costo è di 549 euro.
  • DJI RS 4 PackOltre a quanto sopra, viene fornito con un’impugnatura a valigia, un motore Focus Pro, un kit di montaggio del braccio del motore Focus Pro, una cinghia di distribuzione Focus, un secondo cavo di controllo multi-camera e una custodia per il trasporto. Venduto in cambio di 719 euro.
  • DJI RS 4 Pro standaloneInclude lo stabilizzatore e i seguenti accessori: impugnatura per batteria BG30, cavo di ricarica USB-C, staffa di montaggio dell’obiettivo, impugnatura secondaria/treppiede, piastra a sgancio rapido, impugnatura per custodia, cavo di controllo multi-camera, kit di viti e custodia per il trasporto. Costo 869 euro.
  • Pacchetto DJI RS 4 ProOltre a quanto sopra, incorpora un trasmettitore di immagini Ronin, un motore Focus Pro, un kit di montaggio del braccio del motore Focus Pro, una cinghia di distribuzione Focus, un supporto per telefono, una piastra inferiore a sgancio rapido e cavi aggiuntivi. Venduto in cambio di 1.099 euro.

Anche nel caso del DJI Focus Pro sono disponibili da oggi due varianti:

  • DJI Focus Pro (Creators Pack)Include un DJI Focus Pro LiDAR, un’impugnatura DJI Focus Pro, un motore DJI Focus Pro e una custodia per il trasporto DJI Focus Pro. Il costo è di 899 euro.
  • DJI Focus Pro (tutto in uno)DJI Focus Pro: a quanto sopra, aggiungere un’unità portatile DJI Focus Pro. Il prezzo è di 1.649 euro.

Per coloro che desiderano approfittare del design modulare del DJI Focus Pro, è possibile acquistare i suoi componenti separatamente. Il DJI Focus Pro LiDAR ha un prezzo di 619 euro, mentre l’impugnatura DJI Focus Pro costa 319 euro. Il motore DJI Focus Pro ha un prezzo di 139 euro. L’unità portatile DJI Focus Pro è disponibile a 819 euro.

Elaborazione…

Hai finito! Ora siete iscritti

Si è verificato un errore, aggiornare la pagina e riprovare.

Anche in Hipertextual:

Antonio
WRITTEN BY

Antonio

Ciao, mi chiamo Antonio. Sono uno scrittore di DFO Media e la mia passione è esplorare l'intersezione tra sport e tecnologia. Attraverso i miei scritti, svelo le innovazioni che stanno plasmando il futuro dello sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *