Google rinnova la sua AI: uccide Assistant e Bard e punta tutto su Gemini

Google ha deciso di fare un grande salto per avviare la “era Gemini”.. Come suggeriscono le ultime indiscrezioni, l’azienda di Mountain View ha deciso di rinominare Bard, il suo chatbot di intelligenza artificiale, in Gemini. Ciò significa che sia l’applicazione sia il modello di intelligenza artificiale che la alimenta porteranno lo stesso nome.

Il lancio di Gemini è accompagnato da una nuova applicazione Android che è ora disponibile e può essere utilizzata anche in sostituzione del tradizionale Assistente Google. Va notato che, almeno per il momento, non ci sarà un’applicazione iPhone dedicata a Gemini, anche se gli utenti iOS potranno accedere all’assistente virtuale AI dall’app ufficiale di Google.

Ma il passaggio da Bard a Gemini non si limita agli smartphone, ma si riflette anche nella versione web del chatbot. D’ora in poi, infatti, gli utenti non potranno più accedere al chatbot tramite bard.google.comma attraverso gemini.google.com.

E come se tutto questo non bastasse, Google ha anche ha ufficializzato il lancio di Gemini Advancedprecedentemente noto come Bard Advanced. La versione Gemini Ultra del chatbot è ora disponibile, ma preparatevi a pagare. Seguendo le orme di ChatGPT Plus e Copilot Pro, gli utenti dovranno pagare per 19,99 dollari al mese.

Gemini sostituisce l’Assistente Google su Android

Se si scarica la nuova app Google Gemini per Android, sarà possibile interagire direttamente con l’intelligenza artificiale sviluppata da Mountain View. Anche se funziona come applicazione autonoma, è possibile configurarla in modo che prenda il posto dell’Assistente Google.

Ciò significa che è possibile invocarlo nello stesso modo in cui si fa attualmente con Assistant. Ad esempio, tenendo premuto il tasto Homeche appare al centro della barra di navigazione inferiore di Android. Ma non è tutto, perché è anche possibile attivarla vocalmente utilizzando il comando “Ehi, Google”., u “Ehi, Google”. Vale la pena ricordare che Gemini non supporta ancora tutte le funzioni native di Google Assistant, ma l’azienda sta lavorando per incorporarle.

LEGGI  Gemini si integra con Gmail, Docs e altre app di Google, ma bisogna pagare per usarlo
Gemini sostituisce l'Assistente Google su Android

Un punto importante da considerare è che, almeno per il momento, l’applicazione Google Gemini è disponibile per il download solo negli Stati Uniti.. Tuttavia, l’azienda californiana prevede di lanciarla a livello globale nelle prossime settimane. Per il momento, tuttavia, l’assistente virtuale mobile è disponibile solo in inglese, mentre il supporto per il giapponese e il coreano seguirà a breve. Google promette di abilitare gradualmente l’app Gemini in altre lingue.

Come già detto, La disponibilità di Gemini su iPhone sarà limitata all’applicazione di Google.. Nelle prossime settimane Mountain View introdurrà questa opzione, a partire dagli Stati Uniti. Non si sa ancora se in futuro sia previsto il lancio di un’applicazione autonoma come quella per Android.

Debutta anche Gemini Advanced

Quando Google ha presentato i modelli linguistici Gemini, aveva anticipato l’intenzione di offrire una versione di Bard che sfruttasse Gemini Ultra, la sua intelligenza artificiale più potente. Questa variante, nota come Bard Advanced, è ora una realtà. Anche se con il nome Gemini Advanced.

Per evitare ulteriore confusione su ciò che potrebbe già esistere in merito alla nomenclatura scelta per la sua IA e alle applicazioni che la sfruttano, il chatbot si chiama ufficialmente Gemini Advanced con Ultra 1.0.

Antonio
WRITTEN BY

Antonio

Ciao, mi chiamo Antonio. Sono uno scrittore di DFO Media e la mia passione è esplorare l'intersezione tra sport e tecnologia. Attraverso i miei scritti, svelo le innovazioni che stanno plasmando il futuro dello sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *