Gmail compie 20 anni: quando è stato lanciato, tutti pensavano fosse uno scherzo

Oggi, Gmail compie 20 anni. Il client di posta elettronica più utilizzato al mondo ha semplificato la vita delle persone per oltre due decenni. Nel corso del tempo, ha lasciato dietro di sé storie stravaganti, implementazioni pionieristiche e fastidi dappertutto dopo aver rivelato come funziona e come è gratuito.

Il servizio di posta elettronica di Google è arrivato in un momento di massimo splendore per il motore di ricerca che ha cercato di democratizzare le caselle di posta elettronica personali. Vent’anni fa, la norma era pagare per questo servizio, che comprendeva tra l’altro Da 10 a 15 MB di spazio. Sì, avete letto bene: 10 o 15 megabyte.

La grande G ha fatto il botto con Gmail e ha fatto ballare tutti. Il concorrenza è stata irritata dalla sua offerta di lancio e gli utenti, prima di festeggiare l’arrivo di qualcosa di così buono, a ha preso il servizio come uno scherzo.

Il lancio è stato preso come uno scherzo

Le condizioni “impossibili” del servizio in quel momento e il suo annuncio su Pesce d’aprile ha fatto credere agli utenti di essere coinvolti in uno scherzo. Il tutto è stato favorito da un comunicato stampa dal tono scherzoso che sembrava scritto da qualche burlone all’interno dell’azienda.

L’azienda ha annunciato Gmail con una casella di posta elettronica di 1 GB: una figura che 100 volte la capacità della concorrenza. Questo spazio sembrava irrisorio nel 2004, quando la norma, come abbiamo già detto, era avere una casella di posta elettronica di circa 10-15 MB. La ciliegina sulla torta era la parola “…”.libero‘, il che ha fatto sembrare che si trattasse di una servizio completamente gratuito.

LEGGI  Secondo gli esperti, condividere le password con amici, familiari o con il proprio partner è un grave errore.

E no, questa gratuità non era soggetta a un’innumerevole serie di annunci: Gmail lanciato senza pubblicità e con un filtro antispam che la concorrenza invidiava.

Lancio di gmail 2004

Una cosa molto curiosa che si può leggere nel comunicato stampa di Gmail è il modo in cui Google annuncia la quantità di memoria disponibile: si legge “otto miliardi di bit”. E sì, 8.000.000.000.000 di bit sono esattamente 1024 megabyte o 1 gigabyte.. Parlare di gigabyte nel 2004 non era molto comune nell’ambiente commerciale, qualcosa di simile all’indicare, oggi, un servizio con 1 petabyte di storage.

La posta elettronica deve molto a Gmail

Il 2004 è stata la data in cui Google ha lanciato la versione Beta di Gmail, ma solo 3 anni più tardi, in 2007quando il attivato la versione finale. A quel tempo aveva già una casella di posta elettronica di 2,71 GB, quasi tre volte la dimensione del lancio. E sì, è così, era ancora gratuito.

Questo tempo ha permesso alla concorrenza di mettersi in regola, di migliorare i servizi di posta e di imporre nuovi prezzi. Nel corso degli anni Google ha fatto di Gmail la culla dell’innovazione. trascinando il resto dei servizi verso servizi gratuiti e l’espansione dello storage.

Nel corso del tempo ha arricchito la piattaforma di funzioni di ogni tipo, di storage infinito (che ha poi rimosso) e di tante opzioni che l’hanno resa la piattaforma più importante del mondo. servizio di posta elettronica più utilizzato al mondo.

Elaborazione .

Hai finito! Ora siete iscritti

Si è verificato un errore, aggiornare la pagina e riprovare.

Anche in Hipertextual:

Antonio
WRITTEN BY

Antonio

Ciao, mi chiamo Antonio. Sono uno scrittore di DFO Media e la mia passione è esplorare l'intersezione tra sport e tecnologia. Attraverso i miei scritti, svelo le innovazioni che stanno plasmando il futuro dello sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *