È stata creata un’intelligenza artificiale in grado di rilevare un ictus utilizzando la fotocamera di un cellulare.

L’intelligenza artificiale ha appena aggiunto una nuova interessante utilità nel mondo della medicina. Un team di ingegneri dell’Università RMIT ha sviluppato uno strumento in grado di identificare gli ictuscomunemente noto come ictus. Il metodo utilizza il IAun semplice sistema di riconoscimento e la fotocamera di un comune smartphone per ridurre la probabilità di lesioni permanenti e salvare vite umane..

Secondo il professor Dinesh Kumar, “la diagnosi precoce dell’ictus può migliorare significativamente i risultati di recupero, ridurre il rischio di disabilità a lungo termine e salvare vite umane”.

Per questo motivo, si sono concentrati su capacità di identificare gli attacchi in tempi record e con un dispositivo democratizzato nella società. L’applicazione deve essere installata solo su uno smartphone dotato di fotocamera, puntarla sul viso del paziente e utilizzare l’intelligenza artificiale per rilevare le anomalie nei movimenti del viso.

In effetti, l’intelligenza artificiale è stata addestrata specificamente per questo scopo, tra cui video reali di casi pre e post ictus. La sua accuratezza è 82%Il nuovo studio, che si basa sui risultati di uno studio condotto dal Centro Europeo di Ricerca sull’Ictus (ESRC), è stato in grado di superare i medici nell’identificare quando un paziente sta avendo un ictus.

Come è possibile? Il sistema di riconoscimento facciale è in grado di identificare minime variazioni nei movimenti di zigomi, sopracciglia e labbra.I dati possono essere facilmente confrontati con quelli dell’addestramento per determinare se sono correlati a un ictus o meno.

Disponiamo di strumenti di intelligenza artificiale e di elaborazione delle immagini in grado di rilevare eventuali cambiamenti nell’asimmetria del sorriso; questa è la chiave del rilevamento nel nostro caso.

Dinesh Kumar

IA generativa
<span class=image credit><span class=credit label wrapper>Credito<span> <a href=httpswwwfreepikesfoto gratiscerebro humano ia generativa colores papel 40967276htmfromView=searchpage=1position=4uuid=c322560e 246d 486d 8c44 e230df86a1fa>vecstock Freepik<a><span>

Come viene utilizzata questa IA per rilevare l’ictus?

Secondo i suoi creatori, può essere installato su qualsiasi smartphone e può essere utilizzato in caso di problemi o disagi. Non si tratta di un’app che analizza costantemente i volti degli utenti, ma più che altro di una verificatore quando qualcuno subisce qualche tipo di attacco. e la loro pronta identificazione è necessaria per prendere una decisione.

LEGGI  Apple si affida a OpenAI per l'intelligenza artificiale di iOS 18. Non è un'idea così buona come si potrebbe pensare

Nei casi di ictus, è fondamentale identificarli precocemente e sottoporre il paziente a determinati trattamenti fin dal primo minuto, quindi questa applicazione aiuterà gli assistenti a prendere decisioni su come gestire la situazione.la gravità del problema o quale sia l’ospedale migliore per trattarlo.

Riuscirete ad avere questa applicazione sul vostro cellulare?

I suoi creatori non hanno dato molti indizi, anche se tutto lascia intendere che non. Anche se si tratta di una tecnologia basata sull’intelligenza artificiale molto interessante e accessibile, le persone che possono trarne il massimo vantaggio sono gli operatori sanitari e i medici.quindi il suo utilizzo può essere limitato a personale specifico.

In altre parole, come utente, non sembra possibile che si possa andare nell’App Store o nel Play Store per scaricare l’applicazione e analizzare il proprio volto o quello dei propri familiari.

Elaborazione…

Hai finito! Ora siete iscritti

Si è verificato un errore, aggiornare la pagina e riprovare.

Anche in Hipertextual:

Antonio
WRITTEN BY

Antonio

Ciao, mi chiamo Antonio. Sono uno scrittore di DFO Media e la mia passione è esplorare l'intersezione tra sport e tecnologia. Attraverso i miei scritti, svelo le innovazioni che stanno plasmando il futuro dello sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *