OpenAI si avvicina a TSMC per realizzare i suoi chip di intelligenza artificiale

OpenAI si sta avvicinando alla realizzazione dei propri chip di intelligenza artificiale. La società guidata da Sam Altman sarebbe in trattativa con TSMC per aprire un impianto. La fonderia taiwanese è una delle più grandi al mondo e produce chip per Apple, AMD, Qualcomm, NVIDIA e altri.

Un rapporto del Financial Times sostiene che Sam Altman è ha incontrato alcuni degli investitori più ricchi di capitali del Medio Oriente. per finanziare una fabbrica di chip. Nella lista c’è lo sceicco Tahnoun bin Zayed Al Nahyan, consigliere per la sicurezza nazionale degli Emirati Arabi Uniti e una delle persone più ricche del mondo.

L’amministratore delegato di OpenAI cerca finanziamenti per dare il via a uno dei suoi progetti più ambiziosila progettazione e la produzione di chip di intelligenza artificiale. In questo modo, l’azienda ridurrebbe la sua dipendenza da NVIDIA e garantirebbe la domanda di semiconduttori, uno dei problemi più frequenti che deve affrontare a causa della carenza di chip.

Per raggiungere questo obiettivo, Altman si è rivolto alla Taiwan Semiconductor Manufacturing Co.leader nelle fonderie di semiconduttori. TSMC detiene una quota di mercato del 59%, superando aziende come Samsung, Intel, UMC e GlobalFoundries. L’azienda taiwanese ha la capacità di produrre chip a 3 nm e dispone della tecnologia N7+, il primo processo di litografia a ultravioletti estremi disponibile nel settore.

OpenAI vuole emulare Amazon e Googleche producono i propri chip di intelligenza artificiale. Al momento non si conoscono i piani, anche se la voce circola da alcuni mesi. Ottobre, Reuters ha riferito che i creatori di ChatGPT stavano valutando l’acquisto di una compagnia per aiutarli a risolvere la carenza di chip.

LEGGI  OnePlus lancerà presto la sua prima tastiera meccanica: ecco come si presenta

Il team di Sam Altman utilizza computer con schede grafiche NVIDIA per addestrare i propri modelli di intelligenza artificiale.

OpenAI non è la sola a voler realizzare i propri chip di IA.

Chip di semiconduttori NVIDIA GPU AI

Mentre Sam Altman cerca un investitore ad Abu Dhabi Per aiutarlo a realizzare la sua prossima impresa, altre aziende di IA stanno prendendo in considerazione lo stesso percorso. Microsoft è una di queste, che trarrebbe vantaggio da accordi con AMD per aiutarla a sviluppare semiconduttori per alimentare le applicazioni di IA.

Microsoft e AMD hanno diversi progetti comuni, di cui le console della serie Xbox X|S sono uno dei più importanti. Secondo BloombergAMD vuole rubare una fetta della torta a NVIDIA aiutando Microsoft a progettare chip AI. La partnership è in corso da alcuni anni, anche se i piani sono stati accelerati nel 2023, in seguito all’esplosione di popolarità di ChatGPT.

D’altra parte, Meta ha premuto il piede sull’acceleratore in questo settore.. Mark Zuckerberg ha annunciato qualche giorno fa di voler accelerare lo sviluppo dell’intelligenza artificiale generale (AGI). L’azienda sta costruendo un’infrastruttura senza precedenti per supportare questi sforzi e ha annunciato che entro la fine del 2024 disporrà di 600.000 schede grafiche NVIDIA H100 per addestrare i suoi modelli.

Attualmente, NVIDIA detiene il 95% del mercato dei chip per l’intelligenza artificiale.. Se OpenAI e Microsoft dovessero avere successo, questa percentuale si ridurrebbe notevolmente.

Elaborazione…

Hai finito! Ora siete iscritti

Si è verificato un errore, aggiornare la pagina e riprovare.

Anche in Hipertextual:

Antonio
WRITTEN BY

Antonio

Ciao, mi chiamo Antonio. Sono uno scrittore di DFO Media e la mia passione è esplorare l'intersezione tra sport e tecnologia. Attraverso i miei scritti, svelo le innovazioni che stanno plasmando il futuro dello sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *