Dolby Atmos e il modo in cui gli AirPods Max sono il modo ideale per iniziare a utilizzare l’audio spaziale.

Non ricordo la data esatta, ma ho scoperto che Steven Wilson -e, all’epoca, il suo progetto principale, Porcupine Tree– nel 2000 o nel 2001. Da quel momento in poi ho seguito la loro carriera molto da vicino. La loro proposta di decostruire il rock progressivo e di creare qualcosa di nuovo, completamente inclassificabile, mi attraeva troppo.

Porcupine Treecome gruppo musicale, ha cessato di essere attivo dopo L’incidente (2009), ma Steven Wilson ha intrapreso una prolifica carriera solista che lo ha visto pubblicare sette album: Insurgentes (2008), Grazia per l’annegamento (2011), Il corvo che si rifiutò di cantare (e altre storie) (2013), Mano. Non può. Cancellare. (2015), Fino all’osso (2017), Il futuro morde (2021) y Il Codice Harmony (2023).

In un modo o nell’altro, con i Porcupine Tree, durante la sua fase solista o anche con alcuni dei suoi altri progetti – in particolare No-Man con Tim Bowness e Blackfield insieme ad Aviv Geffen – La musica di Steven Wilson mi ha accompagnato in alcuni dei momenti più importanti della mia vita negli ultimi ventitré anni.

È per questo che sono stato attratto dall’opportunità di intervistarlo durante la sua visita a Madrid, nell’ambito del tour promozionale per il disco appena uscito. Il Codice Harmony. Non solo sulla sua musica o sul suo nuovo album, ma anche su altri aspetti in cui è molto coinvolto.

Infatti, Steven Wilsonoltre alla sua carriera di musicista e autore di canzoni, è diventato un uno dei più importanti produttori e ingegneri audio di oggi.. Ha ottenuto sei nomination ai Grammy ed è stato responsabile dei remix – molti dei quali in audio 5.1 e spaziale – di alcuni dei più importanti dischi pop e rock contemporanei. Tra questi Canzoni dalla sedia grande y I semi dell’amore dei Tears for Fears, il primo album dei Roxy Music, Usa la tua illusione I y II dei Guns N’ Roses, diversi album degli XTC e molti altri.

LEGGI  Scarlett Johansson si scaglia contro OpenAI e rivela fatti sconosciuti sulla voce Sky di ChatGPT e GPT-4o

Nella sua stessa discografia, gli ultimi due album, Il futuro morde y Il Codice Harmonysono disponibili in un mix surround Dolby Atmos. Ma l’ultimo è piuttosto speciale. Probabilmente il disco surround meglio mixato finora.. Non lo dico a cuor leggero.

Infatti, è per questo che l’album è stato presentato in diverse città in luoghi appositamente preparati per il suono dell’album. Dolby Atmos dove è possibile apprezzare la portata della produzione audio surround realizzata da Steven Wilson. A Madrid abbiamo avuto l’opportunità di ascoltare Il Codice Harmony presso l’Ocine Urban Caleido.

Nell’oscurità totale, per un’ora, tutti i presenti sono rimasti sorpresi da ciò che Wilson ha realizzato con il nuovo album. Con momenti piuttosto cinematografici e paesaggi sonori creati e potenziati dal suono surround.

La mia intervista è stata realizzata dopo l’ascolto dell’album. Può essere letta integralmente al seguente indirizzo Binaurale. Ma non ho potuto fare a meno di dedicare alcune delle mie domande al suo lavoro con Dolby Atmos e alle possibilità che ha di rivoluzionare il modo in cui ascoltiamo la musica, a come la tecnologia recente ci stia avvicinando a una qualità del suono molto più elevata e a cosa dovremmo usare per apprezzare davvero l’audio spaziale.

Foto: Hajo Mueller

Il Dolby Atmos può influenzare il processo di registrazione di un album?

Quando voglio mostrare a qualcuno le possibilità e le capacità del Dolby Atmos nella musica, ho una playlist di quattro o cinque canzoni, la prima è Re Fantasma che si trova in Il futuro morde. Mi piace vedere l’espressione dei volti delle persone e le loro prime reazioni.

Antonio
WRITTEN BY

Antonio

Ciao, mi chiamo Antonio. Sono uno scrittore di DFO Media e la mia passione è esplorare l'intersezione tra sport e tecnologia. Attraverso i miei scritti, svelo le innovazioni che stanno plasmando il futuro dello sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *