Boston Dynamics e altre aziende di robotica si impegnano a non armare i loro robot

Negli ultimi anni abbiamo assistito a grandi progressi nel campo della robotica, con aziende come Boston Dynamics generando alcuni dei risultati più sorprendenti. Ma non si tratta solo di cani che danzano e umanoidi che fanno parkour, dato che c’è una crescente preoccupazione che questi dispositivi vengano trasformati in armi..

Pertanto, un consorzio di aziende di robotica si è pubblicamente impegnata a non armare mai i suoi robot generici.. Un patto un po’ eclatante, ma che non sembra irragionevole, soprattutto perché sono sempre più numerosi i casi di armamento di apparecchiature che non erano originariamente destinate a tale scopo.

Oltre a Boston Dynamics, l’accordo è stato firmato da altri cinque produttori di robot. Stiamo parlando di Agility Robotics, ANYbotics, Clearpath Robotics, Open Robotics e Unitree Robotics.. Quest’ultima è un’azienda cinese che ha subito pressioni in più di un’occasione, dato che molti dei casi noti di robot modificati per portare armi riguardano il cane meccanico Go1, che può essere acquistato sul web per meno di 3.000 dollari.

“Riteniamo che l’aggiunta di armi a robot che sono gestiti a distanza o autonomamente, ampiamente disponibili al pubblico e in grado di navigare in luoghi precedentemente inaccessibili dove le persone vivono e lavorano, sollevi nuovi rischi di danni e gravi preoccupazioni etiche. Le applicazioni armate di questi nuovi robot influenzeranno anche la fiducia dell’opinione pubblica nella tecnologia in modi che danneggeranno gli enormi benefici che porteranno alla società. Per questi motivi, non siamo favorevoli all’armamento dei nostri robot generici a mobilità avanzata. […] Ci impegniamo a non armare i nostri robot di uso generale e di mobilità avanzata o il software che sviluppiamo per consentire la robotica avanzata, e non sosterremo altri a farlo”.

In ogni caso, sia Boston Dynamics che i suoi omologhi sono consapevoli che questo patto non è sufficiente a risolvere il problema. Il consorzio ha inoltre invitato i legislatori, i produttori e gli sviluppatori a promuovere l’uso sicuro di questi robot.

LEGGI  Un'ondata di caldo potrebbe lasciarvi senza Twitter in futuro

Armi, la nuova preoccupazione di aziende di robotica come la Boston Dynamics

Cane robot di Boston Dynamics

” data-image-caption=”

Saint-Cyr Coëtquidan

” data-medium-file=”https://i0.wp.com/imgs.hipertextual.com/wp-content/uploads/2021/04/perro-robot-boston-dynamics-1-1.png?fit=800%2C534&quality=60&strip=all&ssl=1″ data-large-file=”https://i0.wp.com/imgs.hipertextual.com/wp-content/uploads/2021/04/perro-robot-boston-dynamics-1-1.png?fit=780%2C521&quality=60&strip=all&ssl=1″ width=”780″ height=”521″ alt=”Cane robot Boston Dynamics” class=”wp-image-1297108 perfmatters-lazy” data-recalc-dims=”1″ src=”https://i0.wp.com/imgs.hipertextual.com/wp-content/uploads/2021/04/perro-robot-boston-dynamics-1-1-1500×1001.png?resize=780%2C521&quality=60&strip=all&ssl=1″ 1297108″ data-permalink=”https://hipertextual.com/2021/04/perro-robot-de-boston-dynamics-ejercito-frances/perro-robot-boston-dynamics-1-2″ data-orig-file=”https://i0.wp.com/imgs.hipertextual.com/wp-content/uploads/2021/04/perro-robot-boston-dynamics-1-1.png?fit=4096%2C2734&quality=60&strip=all&ssl=1″ data-orig-size=”4096,2734″ data-comments-opened=”1″ data-image-meta=”{“aperture”:”0″,”credit”:””,”camera”:””,”caption”:””,”created_timestamp”:”0″, “copyright”:””, “focal_length”: “0”, “iso”: “0”, “shutter_speed”: “0”, “title”:””, “orientation”: “0”}” data-image-title=”Boston Dynamics robot dog” data-image-description=””

Cane robot di Boston Dynamics

” data-image-caption=”

Saint-Cyr Coëtquidan

” data-medium-file=”https://i0.wp.com/imgs.hipertextual.com/wp-content/uploads/2021/04/perro-robot-boston-dynamics-1-1.png?fit=800%2C534&quality=60&strip=all&ssl=1″ data-large-file=”https://i0.wp.com/imgs.hipertextual.com/wp-content/uploads/2021/04/perro-robot-boston-dynamics-1-1.png?fit=780%2C521&quality=60&strip=all&ssl=1″ width=”780″ height=”521″ src=”https://i0.wp.com/imgs.hipertextual.com/wp-content/uploads/2021/04/perro-robot-boston-dynamics-1-1-1500×1001.png?resize=780%2C521&quality=60&strip=all&ssl=1″ alt=”Cane robot Boston Dynamics” class=”wp-image-1297108″ srcset=”https://i0.wp.com/imgs.hipertextual.com/wp-content/uploads/2021/04/perro-robot-boston-dynamics-1-1.png?resize=1500%2C1001&quality=60&strip=all&ssl=1 1500w, https://i0.wp.com/imgs.hipertextual.com/wp-content/uploads/2021/04/perro-robot-boston-dynamics-1-1.png?resize=800%2C534&quality=60&strip=all&ssl=1 800w, https://i0.wp.com/imgs.hipertextual.com/wp-content/uploads/2021/04/perro-robot-boston-dynamics-1-1.png?resize=768%2C513&quality=60

Da quando sono apparsi sulla scena dispositivi come Spot, il cane robotico della Boston Dynamics, molti hanno sollevato preoccupazioni sul loro possibile adattamento a scopi bellici. L’impiego di questi robot nell’esercito francese e nella polizia di New York sembra convalidare questa domanda. Anche se in entrambi i casi non sono state modificate per trasportare armi, ma sono state utilizzate per sorveglianza e ricognizione.

La maggior parte dei tentativi di trasformare questi robot in armi è avvenuta in mani private. Nel seguente video su Twitter è possibile vedere in azione un cane robot con un fucile mitragliatore telecomandato. Le immagini sono a dir poco agghiaccianti.

Ad agosto, il canale YouTube Ho fatto una cosa ha pubblicato un video in cui mostra come ha adattato una pistola mitragliatrice Heckler & Koch MP5 in una Unitree Go1. Sebbene il progetto sia stato creato come satira, per prendere in giro l’idea americana che la soluzione alle sparatorie di massa sia avere più armi in strada, è comunque piuttosto allarmante.

Di recente, c’è stato anche il caso dell’M-81, un cane robot russo – un’altra copia di Spot di Boston Dynamics – in grado di trasportare e sparare un lanciarazzi. È stato sviluppato da JSC Intellect Machine e si basava anche su Go1 di Unitree. L’azienda ha dichiarato di voler avviare la produzione in Russia in futuro, ma non ha fornito ulteriori dettagli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *