Addio ai campioni: l’Athletico Paranaense si qualifica per la finale di Libertadores, eliminando il Palmeiras

La prima finalista della Copa Libertadores è stata decisa martedì 6 settembre, dopo l’emozionante incontro tra Palmeiras e Athletico Paranaense all’Allianz Stadium di San Paolo. Le partite di ritorno si sono concluse 2-2 e 3-2, lasciando la squadra di Curitiba come prima finalista del torneo.

Le cose sono iniziate alla grande per la squadra di casa: a soli tre minuti dall’inizio della partita, Ze Rafael, in una spedizione attraverso il centro del campo, ha messo in condizione Gustavo Scarpa, che ha subito la deviazione di Pedro Henrique, che lo ha lasciato libero di segnare a suo piacimento e di realizzare l’1-0.

Tutto era allegro nell’imponente stadio della squadra verde Paulista, i tifosi non smettevano di esultare; è stata una festa completa, per una squadra che ha acceso la porta degli ospiti e ha avuto anche un incisivo Dudú, che è stato quello che ha avuto più occasioni per segnare.

Tuttavia, con il passare dei minuti, la squadra di casa non è riuscita ad aumentare il divario sul tabellone. Sì, hanno meritato, ma non sono stati in grado di capitalizzare i diversi approcci alla porta di Bento, che è apparso operoso in ogni occasione.

La situazione si è complicata per il Verdao, in quanto al 45+3, in chiusura di tempo, Murilo, in un’azione relativamente lontana dalla sua porta, ha dato un duro colpo sulla gamba a un avversario e per questo motivo l’arbitro centrale, con l’aiuto del VAR, ha decretato l’espulsione.

Con 10 uomini in campo, i campioni hanno affrontato i secondi 45. Tuttavia, la fortuna ha sorriso loro quando al 55′, dopo una tremenda rimessa laterale di Marcos Rocha, il capitano, il paraguaiano Gustavo Gomez, ha colpito di testa per il 2-0.

LEGGI  In quali giorni e orari gioca l'Uruguay nella Coppa del Mondo 2022?

Tuttavia, il tempo ha dato respiro agli ospiti che, sotto la guida di un giocatore esperto, hanno pareggiato i conti. 65° minuto: Fenandinho gioca la palla a Vitinho, il cui passaggio attraversa tutta l’area, sul palo più lontano arriva Vitor Roque, che fa un “passaggio della morte” a Pablo, che deve solo spingere la palla in fondo alla rete. 2-1 e il punteggio aggregato era ora di 2-2.

E quel secondo vento che il verde ha dato al Furacao, è stato sfruttato all’86° minuto da un uruguaiano, l’ex giocatore del Peñarol, David Terans, che con il suo gol ha messo il terzo su aggregato e in questo modo ha sentenziato il trionfo 3-2 per i visitatori.

L’Athletico Paranaense, allenato dallo storico Luiz Felipe Scolari, attenderà ora la vincente della semifinale tra Flamengo e Velez Sarsfield. La partita si è conclusa 4-0 a favore dei Carioca nella gara di andata. Tuttavia, bisogna congratularsi con il Palmeiras e l’Abel Braga, che negli ultimi due anni hanno messo in mostra il loro talento in tutto il continente, vincendo per due volte consecutive la Copa Libertadores.

Palmeiras – Athletico Paranaense Scheda tecnica:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.