Digital Financial Officer

Credito

IFRS9. Quali difficoltà per le aziende?

L’IFRS9 è alle porte ma le aziende non sono ancora pronte. Se per le banche la compliance ai nuovi principi contabili è più semplice, le aziende non finanziarie vanno incontro invece a significativi problemi di costi e risorse.

L’IFRS9 e l’aumento dei costi per le aziende

A sottolinearlo è Atradius con un analisi sul tema dei nuovi obblighi contabili introdotti dall’IASB e in vigore a partire da gennaio 2018. Non c’è dubbio che l’adeguamento all’IFRS9 comporti costi aggiuntivi, prima di tutto per far fronte alla raccolta e alla gestione di informazioni previste dalle nuove norme sulla svalutazione dei crediti.

Il nuovo modello di impairment …

Tra le novità dell’IFRS9, oltre alla nuova classificazione degli strumenti finanziari e all’allineamento delle politiche di hedge accounting alle politiche di risk management, a pesare di più per le aziende è proprio il nuovo modello di impairment (svalutazione del valore), che introduce una nuova modalità di misurare le perdite derivanti dal deterioramento delle attività finanziarie, compresi i crediti commerciali.

… e le crescenti difficoltà per le aziende

Gli accantonamenti per svalutazione crediti non saranno più basati sulle perdite “osservate”, cioè sui dati storici, ma dovranno essere calcolati sulle perdite attese e comprendere anche i crediti non scaduti. Ciò comporta per le aziende un incremento dell’ammontare dei crediti su cui calcolare gli accantonamenti, oltre a un maggior impiego di risorse per la raccolta di informazioni e di analisi sui crediti.

Le ultime notizie su: Atradius, IFRS9

Questo sito utilizza i cookie di navigazione e di profilazione pubblicitaria, anche di terze parti.
Puoi disattivare i cookie dal tuo browser. Proseguendo la navigazione, accetti l'uso dei cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.