Tutte le modifiche che Google apporterà ad Android e al suo motore di ricerca per conformarsi al Digital Markets Act

Google ha annunciato tutti i cambiamenti in arrivo per Android, Chrome e il resto dei suoi servizi, al fine di conformarsi al Digital Markets Act dell’Unione Europea, che entrerà in vigore il 6 marzo. L’azienda ha confermato che offrirà agli sviluppatori che distribuiscono applicazioni sul Play Store la possibilità di informare gli utenti di offerte esterne, nonché di modificare i risultati della ricerca e altro ancora.

Molte delle modifiche che Google apporterà per conformarsi al Digital Markets Act (DMA) sono già disponibili o sono state annunciate da tempo. Ad esempio, da anni l’azienda consente di scaricare applicazioni al di fuori del Play Storee i produttori possono anche scegliere di includere negozi di app di terze parti. Finora, tuttavia, Google non consentiva agli sviluppatori con app nel Play Store di “rivolgersi direttamente agli utenti dell’UE al di fuori dell’app, anche per offerte promozionali”. La situazione cambierà a partire dal 6.

Questa modifica alle modalità di promozione delle offerte da parte degli sviluppatori è simile alla limitazione imposta da Apple a Spotify, per la quale l’UE ha comminato una multa di 1,84 miliardi di euro.

Modifiche al motore di ricerca Google e altro ancora

Logo nella ricerca di Google
Foto David Ortiz | Hipertextual

Con la legge sui mercati digitali, anche Google dovrà apportare alcune modifiche al suo motore di ricerca. L’azienda sta offrendo agli utenti maggiori strumenti per trovare siti di comparazione in settori come i voli, gli hotel e lo shopping al di fuori dei servizi dell’azienda. L’azienda ha inoltre confermato che rimuoverà le sezioni proprietarie come Google Flightsche consente di visualizzare i voli di diverse compagnie aeree attraverso il motore di ricerca.

LEGGI  L'intelligenza artificiale di Gemini sta creando immagini con "inesattezze storiche".

Google sta apportando modifiche anche per quanto riguarda la possibilità di scegliere il browser o il motore di ricerca predefinito. D’ora in poi, la società visualizzerà su Android una nuova schermata di scelta in cui l’utente deve selezionare il browser che desidera utilizzare come predefinito (se utilizza Chrome). Inoltre, quale browser si desidera utilizzare come predefinito.

D’altra parte, l’azienda afferma anche che gli utenti ora “potrebbero vedere nuovi cartelli di consenso che chiedono loro se vogliono collegare i loro servizi Google”. quando scaricano o utilizzano un’applicazione di terzi.

Molte di queste modifiche, ancora una volta, sono già disponibili su Android e sulle altre piattaforme di Google, mentre altre inizieranno ad essere introdotte domani. Anche Apple sta apportando alcune modifiche a iOS per conformarsi al Digital Markets Act.

Elaborazione…

Hai finito! Ora siete iscritti

Si è verificato un errore, aggiornare la pagina e riprovare.

Anche in Hipertextual:

Antonio
WRITTEN BY

Antonio

Ciao, mi chiamo Antonio. Sono uno scrittore di DFO Media e la mia passione è esplorare l'intersezione tra sport e tecnologia. Attraverso i miei scritti, svelo le innovazioni che stanno plasmando il futuro dello sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *