Spotify rilascerà più di 150.000 audiolibri agli abbonati premium

Spotify fa sul serio con il suo processo agli audiolibri. La piattaforma di streaming ha confermato oggi che offrirà l’accesso ai suoi abbonati premio a un catalogo di 150.000 audiolibri. La cosa migliore è che consente di effettuare una prova senza alcun costo aggiuntivo.

Il servizio è stato lanciato martedì nel Regno Unito e in Australia. Il piano è di portarlo negli Stati Uniti nel corso dell’anno e di espanderne gradualmente la portata, ha dichiarato Daniel Ek, fondatore e CEO di Spotify.

“Oggi gli audiolibri hanno un ruolo importante e dominante. E proprio come per la musica e i podcast, crediamo che molti più utenti vogliano consumare audiolibri”, ha detto Ek durante un evento tenutosi presso gli uffici della società a New York. “Siamo davvero entusiasti!

Ogni utente premium potrà, in linea di principio, accedere a 15 ore di audiolibri al mese. È possibile ascoltare tutti gli audiolibri che si desidera. Al termine delle 15 ore, gli utenti possono acquistare altre 10 ore per 10,99 dollari.

Spotify ha iniziato a offrire audiolibri l’anno scorso, solo in alcuni mercati, dopo aver acquistato la piattaforma Findaway alla fine del 2021. La grande differenza è che ora Spotify permetterà agli utenti di ascoltare gli audiolibri direttamente dall’app. Fino ad ora, ha utilizzato un modello di pagamento per download, che richiedeva agli utenti di acquistare ogni audiolibro in un browser web e poi di tornare all’app per ascoltarlo.

La sfida di Spotify nel mercato degli audiolibri

La proposta è una sfida diretta alla piattaforma Audibleleader del settore. L’azienda, di proprietà di Amazon, deteneva il 63,4% del mercato degli audiolibri nel 2022, con circa 1,8 miliardi di dollari di vendite.

La nuova proposta di Spotify snellisce le dinamiche di Audible, che consente agli utenti di accedere agli audiolibri attraverso un sistema di crediti. Il livello standard costa 14,95 dollari al mese e comprende 1 credito. Ogni audiolibro su Audible costa 1 credito.

Spotify ha spiegato in un dichiarazione che il suo catalogo copre attualmente più del 70% dei libri più venduti. Gli utenti premium possono anche potranno scaricare gli audiolibri per ascoltarli offline. e ricevere raccomandazioni personalizzate.

Fonti che hanno familiarità con il progetto avevano già detto settimane fa che Spotify vuole valutare l’interesse del pubblico. L’azienda guarda all’iniziativa come a una nuova opportunità per diversificare i propri flussi di entrate. Lo scorso luglio, l’azienda ha annunciato che avrebbe incrementato per la prima volta il prezzo dei suoi piani individuali premium nei principali mercati mondiali.

Spotify parla da tempo del potenziale di questo settore. Nel settembre 2022 l’azienda ha dichiarato che, sebbene gli audiolibri rappresentino solo una quota del 6-7% del mercato complessivo dei libri, sono comunque solo una piccola parte del mercato, la categoria sta crescendo del 20% ogni anno.

LEGGI  DAZN si allea con Onlyfans per migliorare la sua offerta di contenuti
Antonio
WRITTEN BY

Antonio

Ciao, mi chiamo Antonio. Sono uno scrittore di DFO Media e la mia passione è esplorare l'intersezione tra sport e tecnologia. Attraverso i miei scritti, svelo le innovazioni che stanno plasmando il futuro dello sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *