Questa intelligenza artificiale migliora le vostre foto per aiutarvi ad avere successo su Tinder.

Problemi con le foto di Tinder? Non preoccupatevi, questa intelligenza artificiale potrebbe salvarvi la vita. Un nuovo servizio sotto il nome di PhotoAI utilizza la potenza dell’intelligenza artificiale per migliorare le vostre foto. foto del profilo su Tinder. Non importa se la foto è male illuminata, se i vestiti non si abbinano o se si vede che l’avete scattata in bagno.

Per soli 19 dollari è possibile iscriversi a PhotoAI. Una volta effettuata l’iscrizione, basta caricare le foto sul servizio e aspettarsi un risultato di grande effetto. Naturalmente, Questa intelligenza artificiale non funziona solo con Tinder, ma può anche scattare foto per quasi tutte le situazioni.Avete bisogno di un abito e di un ufficio nella vostra foto di LinkedIn? Una foto sul ponte di Brooklyn con gli occhiali estivi e la testa piena di capelli per Instagram? Basta chiedere, PhotoAI ve lo dà.

Questo servizio ha bisogno di un numero di foto compreso tra 12 e 20 per entrare in funzione. Inoltre, è possibile ottenere pacchetti specifici. Se avete bisogno di foto per LinkedIn, PhotoAI ne genererà diverse adatte al vostro profilo. Se invece avete bisogno di un pacchetto di immagini da caricare su Tinder e rivolte a tutti i tipi di pubblico, selezionate questa opzione.

PhotoAI, l’intelligenza artificiale che promette di farvi apparire “come non siete mai stati”.

“Perfetto per le foto del profilo sulle app di incontri. Risparmia tempo e denaro al posto di un vero studio fotografico. Scegliere lo sfondo (illuminazione in studio, ufficio, esterno, ecc.)”. Questa è la descrizione del Tinder Pack che l’azienda vende a 15 dollari sul suo sito web. Tuttavia, sebbene sia il gancio perfetto per attirare i curiosi, PhotoAI può fare molto di più.

LEGGI  NVIDIA vanta prestazioni DLSS 3, una tecnologia esclusiva della nuova RTX 4000

È inoltre possibile generare immagini in stile Polaroid, trasformare le foto in meme, creare ritratti con stili ben definiti e copiare l’estetica di artisti famosi. Quanto tempo impiega PhotoAI a fornire risultati? Secondo il loro sito web, potrebbero essere necessarie fino a 12 ore per produrre tutte le immagini commissionate..

Come funziona PhotoAI

Mano robotica che entra in contatto con la mano umana su sfondo scuro Rendering 3D

” data-medium-file=”https://i0.wp.com/imgs.hipertextual.com/wp-content/uploads/2022/07/Inteligencia-artificial-scaled.jpg?fit=800%2C442&quality=60&strip=all&ssl=1″ data-large-file=”https://i0.wp.com/imgs.hipertextual.com/wp-content/uploads/2022/07/Inteligencia-artificial-scaled.jpg?fit=780%2C432&quality=60&strip=all&ssl=1″ decoding=”async” width=”780″ height=”432″ alt=”IA” class=”wp-image-1418338 perfmatters-lazy” data-recalc-dims=”1″ src=”https://i0.wp.com/imgs.hipertextual.com/wp-content/uploads/2022/07/Inteligencia-artificial-1500×830.jpg?resize=780%2C432&quality=60&strip=all&ssl=1″ 1418338″ data-permalink=”https://hipertextual.com/2022/07/ia-ayudaria-detectar-rapido-cancer-mama-profesionales-medicos/robot-hand-making-contact-with-human-hand-on-dark-background-3d-rendering” data-orig-file=”https://i0.wp.com/imgs.hipertextual.com/wp-content/uploads/2022/07/Inteligencia-artificial-scaled.jpg?fit=2560%2C1416&quality=60&strip=all&ssl=1″ data-orig-size=”2560,1416″ data-comments-opened=”1″ data-image-meta=”{“aperture”: “0”, “credit”: “sdecoret”, “camera”:””, “caption”: “Mano robot che entra in contatto con mano umana su sfondo scuro rendering 3D”, “created_timestamp”: “1543229954”, “copyright”:”sdecoret”, “focal_length”: “0”, “iso”: “0”, “shutter_speed”: “0”, “title”: “Robot hand making contact with human hand on dark background 3D rendering”, “orientation”: “1”}” data-image-title=”Robot hand making contact with human hand on dark background 3D rendering” data-image-description=”” data-image-caption=””

Mano robotica che entra in contatto con la mano umana su sfondo scuro Rendering 3D

” data-medium-file=”https://i0.wp.com/imgs.hipertextual.com/wp-content/uploads/2022/07/Inteligencia-artificial-scaled.jpg?fit=800%2C442&quality=60&strip=all&ssl=1″ data-large-file=”https://i0.wp.com/imgs.hipertextual.com/wp-content/uploads/2022/07/Inteligencia-artificial-scaled.jpg?fit=780%2C432&quality=60&strip=all&ssl=1″ decoding=”async” width=”780″ height=”432″ src=”https://i0.wp.com/imgs.hipertextual.com/wp-content/uploads/2022/07/Inteligencia-artificial-1500×830.jpg?resize=780%2C432&quality=60&strip=all&ssl=1″ alt=”IA” class=”wp-image-1418338″ wp-element-caption”>Mano robotica che entra in contatto con la mano umana su sfondo scuro Rendering 3D

Sebastien Lhomme, creatore di PhotoAI, ha commentato il funzionamento del suo servizio. Assicura che il processo di produzione delle immagini Si tratta di tre fasi relativamente semplici.

Nel primo caso, le immagini vengono sottoposte a un processo di miglioramento della luce. Vale a dire, vengono regolati i parametri relativi all’illuminazione, alle ombre e così via.. Successivamente, le immagini vengono trasferite a una seconda fase, dove vengono filtrate attraverso un modello che applica lo stile desiderato dagli utenti.

Come ultimo passo, le immagini vengono passate al modello di diffusione stabile.che si occupa di migliorare sostanzialmente le foto utilizzando la sua intelligenza artificiale di generazione grafica. Un percorso semplice sulla carta, ma piuttosto complesso dietro le quinte.

Queste immagini violano i termini dei siti di incontri? Finora è difficile dirlo. La maggior parte delle app di incontri ha politiche che vietano agli utenti di impersonare altre persone o di travisare la propria identità. Ciononostante, non è chiaro in che misura queste immagini potenziate dall’intelligenza artificiale rientrino in uno di questi due punti..

Il servizio non è responsabile dei danni ai vostri conti.

Tuttavia, se il vostro account viene cancellato da qualsiasi piattaforma per l’uso improprio di queste foto, dimenticatevi che PhotoAI sia responsabile. Lhomme ha già confermato di non essere responsabile dell’uso che gli utenti fanno delle foto generate attraverso il servizio.. Egli sostiene che, anche prima dell’esistenza di queste intelligenze artificiali, le persone stavano già photoshoppando le loro immagini. Si tratta solo di un’accelerazione del processo.

La tecnologia è così nuova che i casi d’uso che risolverà nei prossimi mesi/anni solleveranno inevitabilmente interessanti questioni di legalità e moralità.

Le cose saranno confuse per un po’ di tempo e credo che sarà necessario che tutte le parti coinvolte lavorino insieme per decidere quali siano le regole e le responsabilità migliori per tutti per garantire un uso etico di queste tecnologie.

Sebastien Lhomme a Motherboard

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *