OpenAI trema: xAI di Elon Musk lancia la sua prima intelligenza artificiale

La competizione nel mondo dell’intelligenza artificiale sta per diventare un po’ più piccante. Elon Musk ha annunciato che xAI, la sua nuova società, lancerà il suo primo modello di intelligenza artificiale questo fine settimana..

Naturalmente i dettagli sono scarsi, se non inesistenti. Tuttavia, le possibilità di questa nuova tecnologia stanno già generando molte aspettative per un possibile confronto con quelle di OpenAI, Meta o Google.

“Domani, xAI lancerà la sua prima intelligenza artificiale a un gruppo selezionato. [de usuarios]. Per alcuni aspetti importanti, è il migliore attualmente esistente.“, pubblicato Elon Musk sul suo profilo X (Twitter).

L’annuncio solleva alcune domande che probabilmente inizieranno a trovare risposta con il passare dei giorni. Elon Musk non ha specificato quante persone potranno accedere all’intelligenza artificiale di xAI a partire da sabato. Né ha specificato quali sono gli “aspetti importanti” in cui eccellerà rispetto a quelli di altre aziende.

Essendo Elon, è logico che stia cercando di “pompare” le caratteristiche o le capacità della sua IA per suscitare l’interesse dei suoi oltre 160 milioni di follower. Molto probabilmente, la tecnologia di xAI sta solo muovendo i primi passi e che dovremo avere pazienza prima di vederla applicata in un progetto su larga scala.

Elon Musk annuncia la prima intelligenza artificiale di xAI

Elon Musk non è nuovo allo sviluppo di intelligenze artificiali all’avanguardia. Non solo il magnate ha contribuito in modo determinante alla creazione di OpenAI – anche se in seguito ha lasciato l’organizzazione – ma ha portato la ricerca e lo sviluppo di questa tecnologia a un altro livello, applicandola alle automobili e ad altri progetti per il settore automobilistico. Teslacome robot umanoide. In effetti, all’epoca si discuteva di offrire Dojoil suo supercomputer di intelligenza artificiale, per addestrare reti neurali di terzi.

LEGGI  Il Surface Pro 10 e il Surface Laptop 6 di Microsoft faranno un enorme passo in avanti

Non sappiamo ancora cosa aspettarci dalla prima intelligenza artificiale di xAI. L’azienda si è formalmente registrata ad aprile, ma è stata lanciata solo a luglio. Tuttavia, le aspettative sono molto alte. Si tenga presente che Elon Musk ha reclutato alcuni dei più grandi nomi dell’industria dell’intelligenza artificiale.

Alcuni degli ingegneri che si sono uniti all’azienda provenivano da OpenAI, Microsoft Research, Tesla e Google DeepMind.tra le altre aziende e istituzioni. Ecco come si presenta il team sul suo sito web:

“Nel complesso, abbiamo contribuito ad alcuni dei metodi più utilizzati nel campo, in particolare l’ottimizzatore di Adam, la normalizzazione dei lotti, la normalizzazione dei livelli e la scoperta di esempi contraddittori. Inoltre, abbiamo introdotto tecniche e analisi innovative, come Transformer-XL, Autoformalization, Memorizing Transformer, Batch Size Scaling e μTransfer”.

Vale la pena ricordare che xAI opera indipendentemente da X Corp, la società madre di tutti i principali progetti di Elon Musk. Tuttavia, la startup di intelligenza artificiale ha riconosciuto che “collaborerà strettamente” con Tesla e X (Twitter). Ciò non sorprende, considerando la già citata esperienza del produttore di auto elettriche. Inoltre, il social network ha recentemente modificato la sua politica sulla privacy per raccogliere i dati degli utenti e utilizzarli per addestrare modelli di intelligenza artificiale o di apprendimento automatico.

Sebbene questa modifica non sia piaciuta agli utenti di X (Twitter), Elon Musk ha assicurato che che utilizzerà solo dati pubblici e non il contenuto dei messaggi diretti, “o qualsiasi altra cosa privata”. Dovremo vedere come si svilupperà questa storia, ma il primo sguardo al primo grande progetto di xAI potrebbe essere molto interessante.

Anche in Hipertextual:

Antonio
WRITTEN BY

Antonio

Ciao, mi chiamo Antonio. Sono uno scrittore di DFO Media e la mia passione è esplorare l'intersezione tra sport e tecnologia. Attraverso i miei scritti, svelo le innovazioni che stanno plasmando il futuro dello sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *