Lucas Martínez Quarta a Bolavip sulla Fiorentina: “Oggi sento la fiducia dell’allenatore”.

Lucas Martínez Quarta, in una chiacchierata esclusiva con Bolavip a Firenze, ha detto a Bolavip come si sente a riconquistare il posto in prima squadra alla Fiorentina. Ha parlato del suo allenatore Vincenzo Italiano e ha valutato l’attuale stato di forma dei viola sia in Serie A che in UEFA Conference League.

© Getty ImagesLucas Martínez Quarta ha parlato in esclusiva con Bolavip.

Da Firenze – Lucas Martínez Quarta ha concluso la scorsa stagione alternando il ruolo di titolare a quello di sostituto.. Tuttavia, il presente è cambiato notevolmente perché, all’inizio della campagna 2022/2023, è stato uno dei difensori centrali con più minuti alla Fiorentina sotto Vincenzo Italiano. Il nativo di Mar del Plata ha rilasciato un’intervista a Bolavip presso il Centro Sportivo Davide Astori di Firenze.

”Oggi gioco con continuità, grazie a Dio. Sono felice di aver scoperto che costanza e di essere in grado di farlo bene. Ho bisogno di sentire la fiducia dell’allenatore e la realtà è che oggi ho questa fiducia.. Per me è la cosa più importante.L’estremo difensore argentino, che nell’ultima prestazione contro l’Hellas Verona ha fatto registrare il record di parate finora nella competizione di Serie A, ha commentato.

D’altra parte, a livello collettivo, Lucas Martínez Quarta ha descritto la Fiorentina: È un club bellissimo. Quest’anno siamo riusciti a partecipare a una competizione europea, mentre la Fiorentina non aveva questa possibilità da molto tempo. Sono contento di quello che stiamo facendo, anche se non abbiamo ottenuto molti risultati. Ma Penso che stiamo facendo bene. La vittoria con l’Hellas Verona è stata importante”..

Allo stesso modo, ha sottolineato quale sia l’obiettivo a breve termine della squadra toscana: Oggi il nostro obiettivo è concludere la fase a gironi della UEFA Conference League nel miglior modo possibile.. Istanbul ha perso cinque punti, ma siamo fiduciosi di poter recuperare per accedere al prossimo turno. E poi finire al meglio le partite che ci restano da qui alla Coppa del Mondo in Serie A”. È difficile perché giocare così tante partite è una novità per noi. Ma cercheremo di arrivare il più in alto possibile.

Per concludere, l’ex giocatore del River Plate ha detto che non devono eludere la realtà: Dobbiamo rimanere con i piedi per terra, credere di essere più di quello che siamo può portarci a commettere degli errori. Dobbiamo giocare con la stessa attenzione che abbiamo usato contro Napoli e Juventus. Se manteniamo questa attenzione e concentrazione, lotteremo per grandi cose.ma dobbiamo continuare a crescere.

LEGGI  Lionel Messi e il nuovo contratto con il PSG che lo riempie d'oro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *