Lionel Messi, il giocatore più “pericoloso” d’Europa: Haaland o Mbappé non si avvicinano nemmeno ai suoi record

L’argentino firma il suo inizio di stagione più promettente da diversi anni a questa parte, superando di gran lunga bestie come Erling Haaland o Kylian Mbappé. Lionel Messi, il giocatore più “letale” d’Europa secondo l’intelligenza artificiale.

© Getty ImagesLionel Messi, il giocatore più pericoloso d’Europa.

A 35 anni e in vista di un 2023 che sarà ancora una volta fondamentale per la sua carriera, Lionel Andrés Messi sembra aver ritrovato la versione più letale di se stesso. nel calcio di club. Il rosarino ha iniziato la stagione in modo imbattibile con il PSG, di cui è diventato il leader.Il giocatore più in forma e pericoloso d’Europa secondo l’IA. Né Kylian Mbappé né Erling Haaland si avvicinano ai suoi record.

Non si tratta di un’altra campagna per La Pulga. Dopo un inizio difficile con il PSG, dove si è schiantato di nuovo in Europa dopo il romanzo che si è concluso con la sua partenza dal Barcellona.Messi ha recuperato le forze e ha iniziato una stagione che fa ben sperare tutta l’Argentina in vista di Qatar 2022. Il GOAT per molti ha iniziato con il piede giusto un percorso in cui tutto passa attraverso le sue gambe al Parc des Princes.

Si iniziano a trarre le conclusioni per una campagna 2022/2023. dove la tecnologia sta facendo la sua parte per scoprire chi sono i giocatori più in forma dei campionati europei. OPTA analizza il primo mese e mezzo di competizioni in Bundesliga, Premier League, LaLiga, Serie A e Ligue 1 per chiarire che attualmente nel vecchio continente non esiste una macchina d’attacco più pericolosa dell’argentino. Messi, più coinvolto e letale che mai a Parigi.

Una macchina da calcio

L’OPTA sostiene che nessun giocatore nei campionati più importanti d’Europa ha generato più reti attraverso passaggi, movimenti, gol e finalizzazioni di La Pulga. Con ben 63 occasioni nitide in 12 partite finora in questa stagione, La Pulga ha accumulato un totale di 5.25 situazioni pericolose generate a partita in un record che trova come suoi più vicini rivali i 48 di Gerard Deulofeu all’Udinese.

La stessa cifra è gestita da Kylian Mbappé, mentre Erling Haaland è molto più indietro nella corsa con appena 26. L’equazione è chiara a questo proposito per l’OPTA: non c’è gioco più pericoloso per i rivali in questo momento nel vecchio continente di una Lionel Andrés Messi che a 35 anni sembra essere rinato in grande stile.

LEGGI  Il Barcellona esplode contro la UEFA e rivendica: "Mani in alto".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *