LaLiga inizia la sua settimana più importante: Real Madrid e Barcellona contro tutti

Inizia una serie di partite che potrebbero essere fondamentali per il futuro del calcio spagnolo. Da una parte LaLiga, dall’altra Barcellona e Real Madrid. Ecco tutto quello che c’è da sapere su una controversia negli uffici che giovedì avrà il suo D-Day.

© Getty ImagesReal Madrid e Barcellona contro LaLiga.

Sono giorni intensi per il calcio spagnolo, in cui le cose inizieranno ad accadere. Con Real Madrid-Barcellona da una parte del tabellone e praticamente tutta LaLiga dall’altra, è in gioco lo sport della penisola iberica, oltre a un possibile colpo che mira a segnare un prima e un dopo nel torneo. Di cosa si tratta?

Da anni la Spagna sta valutando e analizzando le modifiche da apportare alla sua legge sullo sport. Un documento nazionale che copre tutte le competizioni, le norme, i regolamenti, gli organi e le sanzioni nelle pratiche sportive professionistiche del Paese e in cui potrebbero essere fatti importanti annunci nelle prossime ore. Il Congresso dei Deputati riceverà domani una proposta formale che fa esplodere LaLiga contro Barcellona e Real Madrid.

Qual è la posta in gioco? Sarebbe la prima domanda da porsi dopo che sono trapelati i desideri de LaLiga e del suo presidente, Javier Tebas, di portare il calcio nazionale in sciopero questo fine settimana se il progetto sarà sostenuto dalle istituzioni pubbliche. Tutto parte, ovviamente, dalla famosa Superliga e dai cambiamenti che i partiti politici come Nelle ultime ore, il PP (Partido Popular) e il PSOE (Partido Socialista Obrero Español) hanno avuto da ridire sulla nuova legge sullo sport.

Non per niente chi ha guardato LaLiga questo fine settimana ha notato il cartello accanto ai tabelloni con lo slogan: “Legge sullo sport per tutti”.. Questo ha molto a che fare con il fatto che circa 39 dei 42 club professionistici spagnoli vedono nel nuovo regolamento una documento progettato solo ed esclusivamente per il Real Madrid o il Barcellona.

Il futuro del torneo è in gioco

In particolare, da LaLiga si teme che se il documento verrà accettato. che arriverà domani al Congresso, sia i Merengues che i Culés saranno avallati dalla sezione legale al fine di o di entrare a far parte di competizioni parallele come la Superliga. Le sensazioni all’interno dei club, raccolte da ASsono drammatici.

“Passeremo dall’essere una delle cinque grandi leghe ad essere come la lega belga, olandese o portoghese”.Fernando Roig, presidente del Villarreal, sottolinea, mentre dall’Eibar, Amaia Gorostiza fulmina: “È illogico. Metteranno a rischio i contratti firmati, compromettendo tutte le entrate che i club potrebbero avere e mettendo a rischio la crescita della competizione”.

AS sottolinea che giovedì, nel caso in cui tutto vada avanti, LaLiga e i suoi club indiranno uno sciopero generale. di interrompere l’attività nel fine settimana. I resoconti dei media sono chiari: se il nuovo Il diritto sportivo in Spagna e club come il Barcellona o il Real Madrid hanno il potere di partecipare a tornei come la Superliga, il calcio spagnolo potrebbe subire nel prossimo decennio perdite vicine ai 10 miliardi di euro in diritti televisivi e sponsorizzazioni.

LEGGI  Luis Suarez ha già scelto la squadra della MLS dopo Qatar 2022: si unirà a un ex compagno di squadra del Barcellona

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *