Il Pixel Watch è arrivato, ma ha un compito difficile da svolgere per dimostrare che ne vale la pena.

Il Orologio Pixel è stato lanciato ufficialmente, dopo la sua breve apparizione sulla scena alla conferenza Google I/O dello scorso maggio, e continua a suscitare sentimenti contrastanti. Prima dell’uscita ufficiale c’erano molte aspettative sul fatto che sarebbe stato il primo smartwatch di Mountain View, ma la serie di fughe di notizie che abbiamo visto negli ultimi mesi ha generato molte perplessità sulla capacità del dispositivo di competere con la concorrenza.

Dal punto di vista del design, non ci sono grandi sorprese. Il Pixel Watch sarà disponibile in tre finiture nero, grigio e oro – e verrà fornito con un cinturino da 20 millimetri come opzione predefinita. Tuttavia, gli utenti potranno scegliere tra una selezione di materiali e colori diversi per la personalizzazione. Anche i cinturini in metallo per questo orologio dovrebbero essere lanciati in inverno. È interessante notare che i cinturini sono fissati internamente, con un meccanismo in cui la cassa dello smartwatch deve essere leggermente ruotata per farla scattare in posizione. clicca.

Il display da 1,4 pollici del Pixel Watch è uno dei punti più controversi dell’evento. Le immagini promozionali trapelate nei giorni scorsi hanno rivelato cornici così evidenti da occupare lo spazio che avrebbe potuto essere utilizzato per il pannello. Il diametro del quadrante è di 41 millimetri.ma l’area utilizzata dal display è notevolmente più piccola.

Per quanto riguarda il resto delle specifiche tecniche, il Pixel Watch dispone di oltre 2 GB di RAM, fino a 32 GB di memoria e un processore Exynos 9110 di Samsung. Il suddetto chip è stato anche fonte di controversie, in quanto si tratta di un pezzo di hardware lanciato nel 2018. La batteria, invece, è da 294 mAh e promette un’autonomia di tutto il giorno. In termini di connettività, include Bluetooth 5.0, NFC, WiFi e LTE.

LEGGI  Twitter prepara una mossa per rubare il business a OnlyFans

Pixel Watch promette di compensare con il software.

Se l’hardware del Pixel Watch non è troppo convincente, Google promette di compensare l’esperienza con il software. Come previsto, lo smartwatch utilizza una “versione migliorata” di Wear OS 3.5 che integra diversi dei servizi più importanti dell’azienda di Mountain View. Tra questi: Google Assistant, Google Home, Maps e Wallet.. Ciò significa che l’orologio può essere utilizzato, tra le altre funzioni, per effettuare pagamenti e ricevere indicazioni stradali.

Sebbene lo smartwatch vanti anche l’attesa integrazione con FitBit per registrare e monitorare i dati sulla salute e sull’attività fisica. Come dimostrato dai californiani, il Pixel Watch consente di monitorare in tempo reale la frequenza cardiaca e il sonno. È inoltre compatibile con la funzione Active Zone Minutes di FitBit.

D’altra parte, Google consentirà di personalizzare il Pixel Watch con una vasta scelta di dispositivi. watchfaces, e offrirà il supporto Fast Pair. Quest’ultimo renderà molto più facile accoppiare l’orologio con le cuffie Pixel Buds o con qualsiasi telefono Android, anche se in quest’ultimo caso sarà necessario scaricare un’app specifica.

Prezzo e disponibilità

Il Pixel Watch sarà in vendita in Europa in due modelli: con e senza connettività cellulare. La versione senza accesso alle reti mobili costerà €379mentre la variante LTE partirà da 429 euro. La cattiva notizia è che, a differenza dei nuovi Pixel 7 e Pixel 7 Pro, il primo smartwatch di Google non sarà venduto in Spagna.

Le prenotazioni per il Pixel Watch iniziano oggi, mentre le consegne avverranno a partire dal 13 ottobre. Sarà disponibile negli Stati Uniti, Canada, Regno Unito, Francia, Irlanda – dove sarà venduta solo la versione senza LTE – Germania, Giappone, Taiwan e Australia.

LEGGI  L'UE vuole che Apple, Samsung e altri produttori garantiscano più a lungo i pezzi di ricambio per le riparazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *