Il Messico sostituisce la Cina come epicentro dell’AI per Nvidia, Amazon e altre aziende tecnologiche

Nvidia, Amazon, Google e Microsoft, quattro delle grandi aziende tecnologiche statunitensi, stanno evitando la Cina per la produzione e la manutenzione delle apparecchiature di intelligenza artificiale. Come riportato dal Wall Street Journall, queste aziende hanno trovato una sede molto più accessibile per le loro attività negli Stati Uniti: il Messico, e hanno chiesto al loro principale fornitore, la Foxconn di Taiwan, di trasferire tutta o parte della sua catena di fornitura di hardware AI in questa regione.

Foxconn, infatti, si è già messa al lavoro per soddisfare le esigenze dei suoi clienti statunitensi con un investimento di 690 milioni di dollari in Messico I media riferiscono che verranno creati anche 5.000 nuovi posti di lavoro.

L’azienda taiwanese ha anche acquistato un terreno a Jalisco, uno stato del Messico occidentale, per 27 milioni di dollari, con l’obiettivo di aumentare la produzione di server AI per le grandi aziende tecnologiche.

I motivi per cui il Messico è il nuovo epicentro dell’IA

La decisione di aziende come Nvidia, Amazon, Google e Microsoft di spostare in Messico parte della produzione dei loro prodotti di IA non è altro che una strategia di nearshoring da parte di queste aziende. Si tratta di una pratica in cui le aziende delocalizzano le attività commerciali in sedi geograficamente vicine. per aumentare la produzione e ridurre alcuni dei rischi associati alla distanza.

È anche una strategia di friendshoringil cui scopo è quello di portare la produzione in paesi amici, in questo caso gli Stati Uniti.per evitare rischi come i conflitti politici.

In questo modo, Nvidia, Amazon, Google e Microsoft possono evitare il conflitto politico tra USA e Cina Il Messico fa infatti parte dell’accordo di libero scambio tra USA e Canada.

LEGGI  OpenAI assume Emmett Shear come CEO

Anche Intel

Ci sono anche altre aziende che stanno lavorando da anni sulla loro intenzione di spostare la produzione dei loro dispositivi di intelligenza artificiale. come ad esempio Intel. L’azienda è specializzata in semiconduttori annunciato nel 2022 che l’investimento fiscale di 8,5 miliardi di dollari ricevuto dal governo statunitense sarà destinato al centro di progettazione di chip AI dell’azienda a Guadalajara.

Monica Duhem Delgado, responsabile dell’unità di intelligence economica globale presso il Ministero dell’Economia messicano, ha osservato dopo l’annuncio che “in tutto il mondo si osserva la tendenza delle aziende e delle fabbriche a voler essere più vicine ai propri clienti a causa delle interruzioni della catena di approvvigionamento”. Ma che si tratta di qualcosa che “non ha senso fare tutto negli Stati Uniti perché è molto più costoso”..

Elaborazione .

Hai finito! Ora siete iscritti

Si è verificato un errore, aggiornare la pagina e riprovare.

Anche in Hipertextual:

Antonio
WRITTEN BY

Antonio

Ciao, mi chiamo Antonio. Sono uno scrittore di DFO Media e la mia passione è esplorare l'intersezione tra sport e tecnologia. Attraverso i miei scritti, svelo le innovazioni che stanno plasmando il futuro dello sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *