Il co-fondatore di Twitter ritiene che presto vivremo in Matrix a causa dell’intelligenza artificiale

Jack Dorseycofondatore di Twitter, ha una previsione spaventosa per il prossimo decennio. L’ex amministratore delegato del social network pensa che tra 5-10 anni non saremo in grado di distinguere ciò che è reale da ciò che è stato creato con l’intelligenza artificiale. La proliferazione di deepfakes farà sentire le persone come se stessero vivendo in una simulazione.

In un estratto di una presentazione al Sun Festival, Jack Dorsey chiede ai partecipanti di non fidarsi senza verificare. “Questo aspetto sarà molto critico quando entreremo nell’era dei prossimi 5-10 anni”, ha detto Dorsey. “A causa del modo in cui vengono create le immagini o i video, non si potrà sapere cosa è reale e cosa è falso”.

Jack Dorsey afferma che la tecnologia progredirà fino al punto in cui sarà virtualmente impossibile identificare ciò che è reale. “Vi sembrerà di vivere in una simulazione perché tutto sembrerà fabbricato. Tutto sembrerà prodotto”, ha dichiarato il creatore del social network più popolare.

“Non fidatevi, verificate. Dovete sperimentarlo voi stessi. E devi impararlo da solo”.

Jack Dorsey, cofondatore di Twitter.

Le parole di Jack Dorsey ci fanno riflettere su una versione reale di Matrix. Il progresso delle tecniche di imaging migliorerà in modo esponenziale nel prossimo decennio. Per questo motivo Dorsey consiglia alle persone di cambiare mentalità e di verificare le cose attraverso la lente della propria esperienza e del proprio intuito.

Il cofondatore di Twitter ha aggiunto che il mobile sta influenzando il nostro modo di pensare. “Si crea una dipendenza assoluta da questi dispositivi ogni volta che li si usa. State eliminando la connessione di quei neuroni nel vostro cervello, le connessioni con la vostra famiglia e le persone intorno a voi”.

LEGGI  OpenAI annuncia uno strumento in grado di rilevare le immagini generate dall'intelligenza artificiale
Immagine falsa di Donald Trump generata da un'Intelligenza Artificiale
Immagine falsa di Donald Trump generata da unintelligenza artificiale

L’intelligenza artificiale potrebbe accelerare l’arrivo di Matrix, dice Jack Dorsey

L’idea di non distinguere tra reale e sintetico ha preso forma negli ultimi due anni. La scoperta dei modelli linguistici di OpenAI, Google o Midjourney ha aperto il vaso di Pandora ed è ancora troppo presto per capirne gli effetti.

Se diamo retta a ciò che dice Jack Dorsey, tra 10 anni non saremo più in grado di distinguere tra una deepfake e un’immagine reale. La previsione del cofondatore di Twitter è condivisa da diverse personalità dell’industria tecnologica, tra cui Elon Musk. L’attuale proprietario di X ha risposto a un post in cui si chiedeva se stessimo già vivendo in una realtà del genere.

Oltre l’idea di un futuro apocalittico, La presentazione di Jack Dorsey al Sun Festival si concentra sul potere che la tecnologia ha su di noi e su come possiamo liberarcene. Mettere in discussione ciò che vediamo sullo schermo del nostro cellulare o del computer è un passo importante in questo processo.

Elaborazione…

Hai finito! Ora siete iscritti

Si è verificato un errore, aggiornare la pagina e riprovare.

Anche in Hipertextual:

Antonio
WRITTEN BY

Antonio

Ciao, mi chiamo Antonio. Sono uno scrittore di DFO Media e la mia passione è esplorare l'intersezione tra sport e tecnologia. Attraverso i miei scritti, svelo le innovazioni che stanno plasmando il futuro dello sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *