Il CEO di Microsoft ammette che è stato un errore gettare la spugna su Windows Phone

È una ferita che continua a sanguinare in Microsoft. L’attuale CEO, Satya Nadella, ha riconosciuto che rinunciare a Windows Phone e ai dispositivi mobili è stato un grosso errore per l’azienda. “Penso che ci sarebbe stato un modo per farlo funzionare”, ha detto Nadella in un’intervista a Business Insider.

C’è una sorta di vero e proprio errore strategico o semplicemente una decisione sbagliata che rimpiange a posteriori?È stato chiesto a Nadella, CEO dell’azienda tecnologica dal 2014. A pochi mesi dall’inizio del suo mandato, ha deciso di annullare l’accordo multimiliardario relativo al business dei telefoni Nokia. All’epoca spiegò che faceva parte di una strategia per far crescere un’attività di telefonia separata.

“Credo che la decisione di cui molti parlano, e una delle più difficili che ho preso quando sono diventato CEO, sia stata la nostra uscita da quello che chiamerò il telefono cellulare, come era definito allora”, ha risposto l’attuale leader di Microsoft. Col senno di poi, ha detto, forse avrebbe funzionato. “reinventare la categoria informatica tra PC, tablet e telefoni”.

A metà 2017 Microsoft ha confermato che Windows Phone era morto. Nello stesso anno Nadella ha raccontato di essere sempre stato contrario all’accordo con Nokia. Ha votato contro quando il suo predecessore, Steve Ballmer, ha proposto l’acquisto di Nokia nel 2012 per sostenere la divisione mobile dell’azienda. “Era troppo tardi per recuperare il terreno che avevamo perso. Stavamo inseguendo i fanalini di coda dei nostri concorrenti”, ha raccontato nel suo libro “Aggiorna“.

Gli amministratori delegati lamentano il fallimento di Windows Phone di Microsoft

Nadella è già il terzo amministratore delegato di Microsoft ad ammettere gli errori commessi nello sviluppo della telefonia mobile. Anche il suo cofondatore ed ex CEO, Bill Gates, ha riconosciuto che si tratta della sua colpa più grande. “L’errore più grande che ho commesso è la mia cattiva gestione che ha impedito a Microsoft di essere ciò che è Android. Android è la piattaforma telefonica standard che non appartiene ad Apple”, ha dichiarato nel 2019. “Era naturale che Microsoft vincesse”.

LEGGI  Wilson Airless Gen1: il pallone da basket airless stampato in 3D che costa più di 2.000 euro.

Google ha acquistato Android nel 2005. Eric Schmidt, ex CEO del gigante della ricerca, ha riconosciuto nel 2012 che la strategia iniziale di Google era quella di battere i primi sforzi di Microsoft con il suo Windows Mobile.

E Ballmer, che ci ha provato con Nokia, non è riuscito a capirlo in tempo. Un aneddoto lo riassume: in un’intervista ha persino deriso l’iPhone perché non aveva una tastiera. Lo ha definito “il telefono più costoso del mondo” e incapace di attrarre clienti commerciali.

“Mi dispiace che ci sia stato un periodo, nei primi anni 2000, in cui eravamo così concentrati su ciò che dovevamo fare con Windows che non siamo riusciti a ridistribuire il talento sul nuovo dispositivo chiamato Phone”, ha spiegato Ballmer a 2013. “È la cosa che rimpiango di più”.

Video YouTube

Elaborazione…

Hai finito! Ora siete iscritti

Si è verificato un errore, aggiornare la pagina e riprovare.

Anche in Hipertextual:

Antonio
WRITTEN BY

Antonio

Ciao, mi chiamo Antonio. Sono uno scrittore di DFO Media e la mia passione è esplorare l'intersezione tra sport e tecnologia. Attraverso i miei scritti, svelo le innovazioni che stanno plasmando il futuro dello sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *