Il Barcellona chiude la sua campagna di Champions League con una vittoria e una doppietta di Ferran Torres contro il Viktoria Plzen

Ferran Torres ha fatto una buona prestazione con una doppietta contro il Viktoria Plzen. Il Barcellona ha salutato la Champions League con una vittoria e ora deve pensare all’Europa League.

© Getty ImagesIl Barcellona ha vinto in Repubblica Ceca.

Barcellona si congeda da questa edizione del Champions League UEFA con una vittoria in casa contro Viktoria Plzen. Ferran Torres ha segnato una doppietta nella vittoria per 3-2 della squadra allenata da Xavi Hernández il sesto giorno del Gruppo Cche si è qualificata per gli ottavi di finale con Bayern Monaco e Inter. Nel frattempo, i “Culé” stanno andando a Europa League.

Nonostante l’utilizzo di una maggioranza di giocatori sostitutivi, il Barça ha mostrato la differenza di gerarchia tra una squadra e l’altra. Si è distinto Ferran Torres con il suo doppio, ma anche il giovane Pablo Torreuna delle stelle che la squadra catalana punta ad avere in futuro. Vittoria per chiudere una Champions League traumatica.

Il Barcellona ha messo le cose a posto fin dai primi minuti, prendendo il possesso della palla e cercando di trovare spazi per rompere. Dopo sei minuti, Ferran Torres y Ansu Fati ha sfondato la difesa ceca. Il tiro di quest’ultimo sembrava essere stato bloccato dal portiere Stanek, ma Marcos Alonso sembra spingere la palla sulla linea per fare l’1-0..

I “Culés” concedono un po’ di terreno al Plzen per spingersi in avanti e osare una lotta ad armi pari. La minaccia di Chorý in avanti ha reso difficile a Piqué e Marcos Alonso gestire qualsiasi pallone. Tuttavia, il primo tempo si è concluso 2-0 con Ferran Torres, che ha approfittato di un buon movimento tra le due squadre. Raphinha y Jordi Albacon l’assist di quest’ultimo e la conclusione dell’ex giocatore del Manchester City.. Sebbene il gol fosse stato annullato per un presunto fuorigioco, il VAR lo ha corretto per consentire al Barça di allungare il vantaggio.

LEGGI  Follia di mercato: il PSG offre Neymar al Chelsea?

All’inizio del secondo tempo, i cechi hanno mostrato un lato diverso e sono stati i beneficiari di una rigore di Pablo Torre su Chorý. Lo stesso attaccante l’ha trasformata in gol battendo Iñaki Peña al sesto minuto del secondo tempo per il pareggio.

Il gol non ha complicato la vita del Barcellona. Anzi, tre minuti dopo, Ferran Torres è stato protagonista di un’ottima azione individuale e, dopo un passaggio di Raphinha, ha segnato vicino all’area dei sei metri per il 3-1.. Il Viktoria Plzen non ha potuto godersi il gol e non è riuscito ad andare a mettere pressione agli avversari, di nuovo sotto di due gol.

La partita si è interrotta dopo il gol dello spagnolo. La squadra di Michal Bílek, tuttavia, non si è arresa ed è riuscita a recuperare un punto. Dopo un buon salvataggio di Iñaki Peña da parte di Vlkanovail gioco è continuato e Quest’ultimo ha inviato un cross per Chorý che ha completato la sua doppietta per il 3-2.. Piqué non ha mai visto l’omone di 1,99 m che era dietro di lui.

Ma alla partita mancava un ultimo gol. Per la vergogna del Plzen, Raphinha fornisce ancora un assist perfetto per lasciare Pablo Torre quasi a tu per tu con Stanek. Il grande controllo dell’ex Racing Santander gli ha permesso di sistemarsi perfettamente per un tiro di sinistro che ha battuto il portiere e ha portato il risultato sul 4-2.. Grande primo gol del giovane centrocampista con la prima squadra dei ‘culé’.

Il Viktoria Plzen ha cercato un altro gol fino alla fine, ma non ci è riuscito. In ogni caso, hanno fornito una prestazione leggermente migliore rispetto alle partite precedenti, soprattutto in termini di impegno. Per il Barcellona è stata una fine amara della Champions League. Ora, per chiudere nel migliore dei modi LaLiga prima della Coppa del Mondo in Qatar e, in futuro, per pensare all’Europa League.

LEGGI  UFFICIALE| La fine di un'era: Roger Federer ha annunciato il suo ritiro dal tennis professionistico.
Vittoria
WRITTEN BY

Vittoria

Ciao, sono Vittoria. Sono una redattrice di DFO Media, dove mi immergo nel mondo dello sport, decifrando le tendenze e condividendo le storie che ci sono dietro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *