Grave sanzione per la Juventus: 15 punti di penalizzazione per il “caso plusvalenze” per frodi finanziarie

La Juventus subisce un duro colpo dopo la decisione della magistratura italiana di togliere 15 punti. In ogni caso, si appelleranno alla decisione del Comitato Olimpico Nazionale Italiano.

© IMAGO / Marco CanonieroLa Juventus subisce una dura sanzione.

Il Giustizia italiana ha dato una dura sanzione a Juventus dal Caso di plusvalenza. Sebbene la Procura della Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC), che ha riaperto il caso, avesse chiesto una sanzione di nove punti per i ‘Bianconeri’, alla fine la Corte d’appello federale ha deciso di punirlo severamente con 15 punti di penalità. Egli cercherà di appellarsi contro la sentenza e di presentare un ulteriore ricorso alla Corte Suprema. Comitato Olimpico Nazionale Italiano (CONI).

Il “Caso plusvalenze” aveva già avuto una prima sentenza in cui aveva assolto la Juventus e altre otto società (Empoli, Sampdoria, Genoa, Parma, Pisa, Pescara, Pro Vercelli e Novara) nell’aprile 2022 per possibili frodi finanziarie nel trasferimento di giocatori. Tuttavia, il caso è stato riaperto dopo che il procuratore della FIGC ha presentato un ricorso alla Corte d’appello per riaprirlo. Infine, è emerso che la “Vecchia Signora” ha aumentato il valore di mercato di alcuni calciatori al fine di generare maggiori ricavi da trasferimenti, realizzando così plusvalenze fittizie.

Sanzioni alla Juventus, ai suoi dirigenti e ai club coinvolti.

La Corte d’Appello Federale ha deciso di sanzionare la Juventus per questo “Capital Gains Case” per frode finanziaria con 15 punti. In questo modo, la squadra allenata da Massimiliano Allegri, si allontana dal terzo posto in classifica della Serie A (aveva 37 punti) e scenderà al decimo posto con 22 punti, a pari merito con Bologna (undicesimo) ed Empoli (dodicesimo).. In questo modo, escono dalla zona di qualificazione alla coppa internazionale.

Così come i “bianconeri” hanno ricevuto questa sanzione, ci sono state anche inibizioni per i dirigenti della Juventus. Fabio Paratici (ora al Tottenham) ha ricevuto due anni e mezzo; Andrea Agnelli y Maurizio Arrivabenedue anni; Federico Cherubinil’attuale direttore sportivo, un anno e quattro mesi; considerando che Pavel Nedved, ora fuori dal club, ha ricevuto una punizione di otto mesi. Gli altri otto club interessati sono stati assolti.

La sentenza della Corte d’Appello è definitiva, ma la Juventus non resterà con le mani in mano e farà ricorso contro la sanzione. Ci vorrà un nuovo ricorso al CONI per evitare questa pesante decurtazione di punti che complicherà la sua stagione di Serie A.

LEGGI  Dopo Lloris, annunciato un nuovo ritiro della nazionale francese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *