Google licenzia migliaia di dipendenti, ristruttura i team Pixel, Nest, Fitbit e AR

Google sta licenziando circa 1.000 dipendenticompresi i membri dei team hardware legati a Fitbit, Nest e alla divisione di realtà aumentata (AR) dell’azienda. L’azienda di Mountain View ha confermato questa mossa a The Verge sostenendo che si tratta di “modifiche per essere più efficienti e lavorare meglio”.

Google, tuttavia, non ha confermato il numero di licenziamenti che inizieranno questa settimana. Sappiamo però che James Park e Eric Friedmanco-fondatori di Fitbit, che si sono uniti all’azienda dopo l’acquisizione della loro società nel 2019, lasceranno Google come parte di questa mossa. Anche altri dirigenti e dipendenti di Fitbit se ne andranno, rendendo la divisione responsabile della indossabili Il nome del marchio scompare all’interno di Google.

Come il portale 9to5Googlel’obiettivo dell’azienda è quello di unificare le diverse divisioni hardware all’interno dell’azienda. Finora, Google aveva diversi team per il design, il software, l’interfaccia utente e così via, per i marchi Pixel, Nest e Fitbit. Ciò significava che l’azienda aveva un leader per ciascuno di questi reparti. Con i licenziamenti, Google sta facendo in modo che una sola persona sia responsabile, ad esempio, dell’area hardware per Pixel, Nest e Fitbit.

Licenziamenti nella divisione AR

L’azienda ha anche confermato che la maggior parte dei licenziamenti avverrà nella divisione 1P AR, che crea prodotti e servizi di realtà aumentata. Google, tuttavia, conferma che anche se licenzierà un certo numero di dipendenti, rimane impegnata “in altre iniziative di ARcome le esperienze AR nei nostri prodotti e le partnership di prodotto”.

Nonostante le cattive notizie, è probabile che questo provvedimento permetterà a Google di creare prodotti più unificati. E, di conseguenza, migliorare l’esperienza hardware e software con i diversi dispositivi dell’azienda. Dobbiamo anche tenere presente che 1.000 persone sono un numero insignificante per un’azienda come Google. Google ha un totale di 182.381 dipendenti a partire da settembre 2023, afferma The Verge.

Google non è sola

Spotify.

Anche Google, Google non è l’unica azienda tecnologica ad aver confermato i licenziamenti.. Da mesi, infatti, aziende come Spotify, Amazon, Meta e Microsoft stanno licenziando dipendenti nell’ambito di strategie di risparmio ed efficienza.

LEGGI  L'IA generativa sarà più grande di Internet, afferma il CEO di NVIDIA

Amazon è un’altra delle aziende che hanno annunciato licenziamenti per il 2024, tra cui 500 dipendenti(il 35% della forza lavoro), oltre a centinaia di dipendenti di Prime Video e MGM Studios, una società di produzione e distribuzione cinematografica statunitense di proprietà di Amazon, in tutto il mondo.

Spotify ha anche confermato che licenzierà 1.500 dei suoi attuali 9.000 dipendenti in tutto il mondo. In altre parole, si ridurrà il 17% della sua forza lavoro. Daniel Ek, amministratore delegato dell’azienda di streaming musicale, ha confermato che la decisione è dovuta a “sfide future”.e ha confessato di aver pensato di effettuare un piccolo numero di licenziamenti nel corso del 2024 e del 2025. Tuttavia, ha dichiarato di aver scartato l’idea quando ha capito che un licenziamento di massa era il modo migliore per raggiungere gli obiettivi dell’azienda.

Elaborazione…

Hai finito! Ora siete iscritti

Si è verificato un errore, aggiornare la pagina e riprovare.

Anche in Hipertextual:

Antonio
WRITTEN BY

Antonio

Ciao, mi chiamo Antonio. Sono uno scrittore di DFO Media e la mia passione è esplorare l'intersezione tra sport e tecnologia. Attraverso i miei scritti, svelo le innovazioni che stanno plasmando il futuro dello sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *