Google cambia il suo modello: inizierà a far pagare l’utilizzo del suo motore di ricerca AI.

Google sta prendendo in considerazione di creare un servizio di abbonamento premium per il suo motore di ricerca. con l’obiettivo di creare un nuovo flusso di entrate. Il Financial Times, che cita persone che hanno familiarità con la questione, spiega che l’azienda potrebbe rendere a pagamento le funzionalità basate sull’intelligenza artificiale che intende includere nel suo motore di ricerca.

Se i piani di Google dovessero andare in porto, sarebbe la prima volta che l’azienda inserisce un paywall in uno dei suoi servizi principali. Finora il motore di ricerca di Google è stato gratuito per tutti.e il principale flusso di entrate si basa sulla pubblicità che l’azienda visualizza in diverse sezioni quando il motore di ricerca restituisce i risultati.

Google, sì, manterrà l’opzione gratuita con pubblicità per tutti gli utentima coloro che desiderano una ricerca più avanzata o semplicemente utilizzare le funzioni di intelligenza artificiale generativa del motore di ricerca dovranno pagare un abbonamento mensile, il cui prezzo è attualmente sconosciuto.

In realtà, Google ha lasciato intendere in una dichiarazione a Reuters che coloro che optano per il piano premium vedranno anche annunci pubblicitari nei risultati delle loro ricerche. “Non stiamo lavorando o prendendo in considerazione un’esperienza di ricerca senza annunci. Come abbiamo fatto molte volte in passato, continueremo a sviluppare nuove funzionalità e servizi premium per migliorare le nostre offerte di abbonamento su Google”, affermano.

Google integra già l’IA a pagamento in alcuni dei suoi servizi

Google Gemini

Si tratta di uno svantaggio significativo rispetto a Bing, il motore di ricerca di Microsoft che integra gratuitamente l’IA di OpenAI. Tuttavia, vale la pena ricordare che il numero di utenti è notevolmente superiore nel caso del motore di ricerca di Google.

LEGGI  La versione gratuita di ChatGPT diventa più intelligente: 4 funzioni a pagamento sono ora gratuite

L’azienda di Mountain View, inoltre, integra già alcune funzioni di intelligenza artificiale a pagamento in alcuni dei suoi servizi. Solo gli utenti che hanno sottoscritto il piano AI Premium di Google One possono accedere a Gemini Advance, una versione più potente del suo modello linguistico che consente anche l’integrazione con alcuni dei suoi servizi. Uno di questi è Gmail, in modo che l’intelligenza artificiale possa aiutare l’utente a comporre le e-mail o a creare bozze.

Inoltre, Google AI Premium consente di utilizzare l’intelligenza artificiale nella suite per ufficio di Google, sia per la scrittura di testi in Docs che per la creazione di immagini in Presentazioni. Il prezzo di Google One AI Premium è di 21,99 al meseUn costo simile a quello che OpenAI offre per ChatGPT Plus. Non è chiaro se le funzioni AI premium per le quali Google intende realizzare il suo motore di ricerca a pagamento saranno incluse in questo servizio o in uno separato.

Elaborazione…

Hai finito! Ora siete iscritti

Si è verificato un errore, aggiornare la pagina e riprovare.

Anche in Hipertextual:

Antonio
WRITTEN BY

Antonio

Ciao, mi chiamo Antonio. Sono uno scrittore di DFO Media e la mia passione è esplorare l'intersezione tra sport e tecnologia. Attraverso i miei scritti, svelo le innovazioni che stanno plasmando il futuro dello sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *