Galaxy S24 Ultra, prime impressioni: tanto straordinario quanto noioso

Samsung ha presentato -prima del previsto- quella che sarà la sua ammiraglia per il 2024; il Galaxy S24, che arriva per l’ennesimo anno in tre diverse versioni affiancate da una novità che non abbiamo smesso di vedere per tutto il 2023 e che tutto lascia pensare che quest’anno continueremo a vedere molto da vicino: l’AI. A Hipertestuale abbiamo potuto testare, prima del lancio ufficiale, tutti e tre i modelli. La star dello spettacolo, tuttavia, è il modello Galaxy S24 Ultra.

Questo perché, pur condividendo le stesse funzionalità AI (che Samsung ha ribattezzato Galaxy AI) dei suoi fratelli minori, è anche un bene, è molto diverso nel resto delle sue caratteristiche. Il Galaxy S24 Ultra ha uno schermo più grande, fotocamere più avanzate e ad alta risoluzione, una batteria più capiente e un processore leggermente più potente rispetto ai Galaxy S24 e S24 Plus. In altre parole, è l’apice di ciò che Samsung sa fare meglio nella telefonia mobile.

Ma la grande novità è, come ho detto, l’intelligenza artificiale. Nel primo contatto con il Galaxy S24 Ultra, infatti, Samsung ha menzionato solo le caratteristiche dell’intelligenza artificiale. Ha riassunto solo brevemente le innovazioni hardware per poi passare rapidamente a tutto ciò che le riguarda. Una strategia di comunicazione che rende chiaro fin dall’inizio quale sia la carta vincente di questo modello per competere in un mercato di fascia alta molto combattuto. Ma, Il Galaxy S24 Ultra rappresenta davvero un salto generazionale rispetto al suo predecessore o si tratta solo di una manciata di caratteristiche che verranno dimenticate?

Galaxy S24 Ultra: specifiche tecniche

Display Pannello Dynamic AMOLED da 6,8 pollici con risoluzione QHD+ e frequenza di aggiornamento variabile da 1 a 120 Hz.
Processore Qualcomm Snapdragon 8 Gen 3 per Galaxy.
RAM 12 GB.
Archiviazione 256 GB, 512 GB o 1 TB.
Fotocamere Posteriore:
*200 MP grandangolo (OIS, f/1,7, FOV 85˚).
*12 MP ultra grandangolare (f/2,2, FOV 120˚).
*Teleobiettivo da 50 MP (zoom ottico 5x, OIS, f/3,4, FOV 22˚).
*Teleobiettivo da 10 MP (zoom ottico 3x, OIS, f/2,4, FOV 36˚).
Anteriore:
*Sensore da 12 MP (f/2,2, FOV 80˚).
Connettività 5G, WiFi 7, WiFi Direct, Bluetooth 5.3.
Batteria 5.000 mAh con supporto per la ricarica rapida via cavo fino a 43 watt. Compatibile con la ricarica wireless e PowerShare.
Dimensioni e peso 162,3 x 79 x 8,6 millimetri.
233 grammi (versione mmWave).
232 grammi (versione Sub6).
Sistema operativo Android 14 con livello di personalizzazione One UI 6.1.
Altro S Pen.
Certificazione IP 68 per la resistenza all’acqua.

L’AI è protagonista

Retro del Galaxy S24 Ultra

Samsung ha chiamato la sua suite di funzioni AI Galaxy AIL’azienda ha confermato che non tutte le funzioni sono state sviluppate da Samsung stessa. L’azienda ha confermato che alcune provengono da Google, anche se non ha specificato quali. E mentre alcune sono destinate solo a un numero ristretto di utenti, ad esempio i professionisti, altre potrebbero essere particolarmente utili per l’uso quotidiano.

LEGGI  Gli hacker fanno sì che il browser di iPhone e iPad riveli le vostre password

Una delle caratteristiche più evidenti è la possibilità di tradurre i messaggi in tempo realeQuesto funziona anche nelle app di terze parti tramite un’API che Samsung mette a disposizione degli sviluppatori. Al momento, tuttavia, è disponibile solo in un piccolo numero di app, tra cui WhatsApp, Instagram e Facebook Messenger.

Il funzionamento è molto semplice: basta selezionare la lingua in cui si vuole tradurre sulla tastiera e digitare il messaggio. L’intelligenza artificiale si occuperà di tutto il resto, non solo di tradurre il nostro testo: ad esempio, possiamo scrivere in spagnolo e l’intelligenza artificiale lo tradurrà in inglese. Può anche cambiare automaticamente la lingua dei messaggi che riceviamo.tutto dalla finestra di chat e in modo molto intuitivo.

Galaxy S24 Ultra con S-PenGalaxy S24 Ultra con S-Pen

Relativamente alla traduzione, Samsung consente anche di tradurre in tempo reale le chiamate audio tramite l’applicazione del telefono. sul Galaxy S24 Ultra. In questo caso, tramite un pulsante dedicato che appare nella schermata di chiamata, anche se è anche possibile assegnare una traduzione per un contatto e far sì che il traduttore si attivi automaticamente quando lo si chiama.

Un’altra funzione AI, che in questo caso è stata sviluppata in collaborazione con Google, è la seguente Cerchio per la ricerca. Quest’ultimo, in particolare, consente all’utente di cercare qualcosa che appare sullo schermo direttamente su Google utilizzando la tecnologia Google Lens. Per farlo, è sufficiente tenere premuto il tasto Home e passare il mouse su un monumento che appare in un video, sulla foto di un oggetto o su qualsiasi altra cosa. Google rileverà l’immagine e cercherà informazioni su di essa. Non solo può essere utile in molte occasioni, ma funziona molto bene anche con immagini molto generiche, come ad esempio una cascata.

Ci sono poi altre funzioni di intelligenza artificiale più orientate alla produttività, come la capacità di trascrivere una registrazione -Se necessario, è possibile creare riassunti nell’applicazione Note e convertire in testo gli appunti scritti a mano (ad esempio con la S-Pen).

Alcuni di questi strumenti, come Circle to Search, possono essere molto utili. Altri, invece, sono molto utili, non sono strumenti di intelligenza artificialenonostante il messaggio che Samsung sta cercando di comunicare. La funzione di traduzione dei messaggi del Galaxy S24 Ultra, ad esempio, è semplicemente uno strumento di traduzione del testo, come Google Translate offre da anni. Questa funzione, inoltre, richiede che gli sviluppatori la includano nelle loro app di messaggistica, il che ne rende notevolmente più difficile l’espansione.

Altre funzioni del Galaxy S24 Ultra, come la possibilità di trascrivere i promemoria vocali, sono rivolte a un pubblico molto specificocome i giornalisti. Per non parlare del fatto che si tratta di funzioni che difficilmente utilizziamo attivamente: non capita tutti i giorni di aver bisogno di un traduttore per le chiamate o dell’app per le note per riassumere i nostri appunti, ad esempio.

LEGGI  ChatGPT ha già un'alternativa open source, anche se il suo utilizzo non è così semplice come si potrebbe pensare.

Fotocamere conservatrici con alcune eccezioni

Galaxy S24 Ultra, fotocameraGalaxy S24 Ultra, fotocamera

Oltre alla manciata di funzioni AI menzionate sopra – e, ribadiamo, in arrivo anche sul resto della famiglia di smartphone Galaxy S24 – ci sono anche altre incentrate sulla cattura e l’editing delle immagini. Ma parliamo prima della fotocamera stessa.

Anche in questo campo Samsung è rimasta molto conservatrice. Il Galaxy S24 Ultra mantiene la stessa configurazione del suo predecessore, ad eccezione di uno dei teleobiettivi, la cui risoluzione è stata migliorata. Siamo quindi di fronte a un sensore principale da 200 megapixels; una fotocamera Fotocamera ultragrandangolare da 12 megapixel seguita da due teleobiettivi

Da un lato, un sensore secondario da 10 megapixel che consente di catturare immagini con uno zoom ottico 3x. Dall’altro, un sensore da 50 megapixel con apertura f/3,4 in grado di scattare immagini con uno zoom ottico 5x e un zoom ibrido fino a 10x. Tra l’altro, ora è anche possibile scattare foto in modalità notturna utilizzando lo zoom 5x.

La principale novità delle fotocamere del Galaxy S24 Ultra, come ho detto, si basa sull’intelligenza artificiale. E, più precisamente, la nuova Motore ProVisualche funziona sia per l’acquisizione che per la modifica delle immagini.

Ad esempio, il già citato zoom 10x sul sensore da 50 megapixel è reso possibile dalla combinazione delle lenti fisiche (che arrivano a 5x) con i già citati miglioramenti dell’intelligenza artificiale. È una strategia strana, se si considera che il Galaxy S23 Ultra aveva una fotocamera con teleobiettivo capace di zoom Zoom 10x al 100% ottico. Riteniamo che la combinazione del nuovo sensore da 50 megapixel e del nuovo AI migliorerà i risultati rispetto al suo predecessore.ma di quanto, resta da vedere.

Allo stesso modo, sarà necessario verificare l’impatto del ProVisual Engine basato sull’intelligenza artificiale sull’elaborazione delle immagini catturate dalle diverse telecamere, cosa che coinvolge anche il nuovo ISP nel progetto. Snapdragon 8 Gen 3.

In termini di editing fotografico, il motore AI del Samsung Galaxy S24 Ultra consente di utilizzare modalità quali Modifica generativa per utilizzare l’intelligenza artificiale generativa per riempire i bordi vuoti che si creano in un’immagine ridimensionandola o spostando un soggetto o un oggetto, cosa che possiamo fare anche noi con questa funzione. Samsung ha anche aggiunto uno strumento chiamato Instant SLow Mo che consente di generare fotogrammi aggiuntivi per rallentare il video, anche se il video non è registrato al rallentatore.

Galaxy S24 Ultra è noioso

Galaxy S24 UltraGalaxy S24 Ultra

Sul lato hardwarele novità del Galaxy S24 Ultra sono piuttosto sottili. Le cornici sono ora realizzate in titanio, che a priori offre una maggiore resistenza. Lo schermo rimane statico nelle dimensioni e nella risoluzione, ma ora ha meno cornici e può aumentare la sua luminosità a 2.600 nit. È inoltre completamente piatto, eliminando finalmente la fastidiosa doppia curvatura delle generazioni precedenti. Infine, è alimentato da uno Snapdragon 8 Gen 3, che offre non solo migliori prestazioni ma anche una maggiore efficienza.

Tutti questi miglioramenti, tuttavia, sono noiosi. Il Galaxy S24 Ultra non porta in tavola nulla di nuovo o di rivoluzionario rispetto al suo predecessore, al di là di quattro funzioni AI che, tranne in casi molto specifici, probabilmente utilizzerete per le prime settimane solo per navigare.

Questo non vuol dire che sia un cattivo prodotto. Anzi, è probabilmente uno dei migliori che vedremo nel 2024. Lo schermo continua a essere eccellente, le fotocamere sono promettenti e la combinazione di prestazioni e durata della batteria probabilmente non lascerà nessuno indifferente. Ma, come ho detto, è un telefono noioso.

Elaborazione…

Hai finito! Ora siete iscritti

Si è verificato un errore, aggiornare la pagina e riprovare.

Anche in Hipertextual:

Antonio
WRITTEN BY

Antonio

Ciao, mi chiamo Antonio. Sono uno scrittore di DFO Media e la mia passione è esplorare l'intersezione tra sport e tecnologia. Attraverso i miei scritti, svelo le innovazioni che stanno plasmando il futuro dello sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *