Estorsione e rapimento: 3 arrestati nel caso PSG

Lo scandalo del rapimento e dell’estorsione che coinvolge il presidente del PSG Nasser Al-Khelaïfi genera uno scandalo in Europa.

© IMAGO / PanoramiCNasser Al-Khelaïfi

Solo poche ore fa è scoppiato un grave scandalo che ha coinvolto il presidente di Paris Saint-Germain (PSG) e l’Associazione europea dei club (ECA), Nasser Al-Khelaïfi. Magnate del Qatar presumibilmente uno dei responsabili di un caso di estorsione e rapimento che ha già portato all’arresto di tre persone.

È stato il quotidiano francese Liberation a portare alla luce, poche ore fa, l’immenso scandalo che ha coinvolto il presidente di PSG, Nasser Al-Khelaïfi. L’uomo d’affari del Qatar sarebbe coinvolto in un caso di estorsione, ricatto e detenzione irregolare che è oggetto di indagine dal luglio 2021.

L’uomo, identificato come Tayeb B, ha rivelato al suddetto media che. Al-Khelaïfi costretto alla sua detenzione illegale tra gennaio e novembre 2020, su ordine diretto dell’Emiro del Qatar (proprietario di PSG). Questo per il presunto possesso di file che avrebbero compromesso legalmente il leader del club parigino. Si presume che questi file possano essere collegati a irregolarità nella scelta del Qatar come sede della Coppa del Mondo.

Arrestato

Secondo il giornale Le Parisien3 persone sono accusate di aver bloccato i capitali a vantaggio di PSG che giovedì sono stati deferiti al tribunale di Parigi per essere interrogati su questo caso. Tutti sono stati collegati a Nasser Al-Khelaïfi e l’Emiro del Qatar.

Il primo è Malik N, che ha fornito informazioni al club su casi giudiziari riguardanti i giocatori. Il secondo è un ex agente della Direzione della Cooperazione Internazionale di Sicurezza della Polizia Nazionale, che ha ottenuto irregolarmente un permesso di soggiorno per un investitore in Medio Oriente. L’ultimo è lo stesso Tayeb B, che è accusato di traffico di influenze nei suoi collegamenti tra il Medio Oriente e l’Africa.

LEGGI  Kylian Mbappé a mente fredda: "Non digerirò mai la sconfitta nella finale della Coppa del Mondo".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *