EnovaQ: la rivoluzionaria invenzione che permette di risparmiare riscaldando l’acqua dei rubinetti in soli 2 secondi

Visita acqua calda L’acqua calda istantanea alla spina sembra un’utopia per molti, ma un’invenzione francese promette di renderla realtà. È EnovaQuno sviluppo di Concetto HWQ che viene presentato come una soluzione intelligente che non spreca una risorsa preziosa come l’acqua.

L’elemento più attraente e impressionante di EnovaQ è la possibilità di utilizzare l’acqua calda per la produzione di acqua calda. entro 2-5 secondi dall’apertura del rubinetto.. Questo rappresenta un cambiamento monumentale rispetto a oggi, dove è abbastanza comune aspettare fino a 40 secondi perché l’acqua calda inizi a sgorgare, con la conseguenza che diversi litri d’acqua finiscono nello scarico.

L’aspetto interessante di EnovaQ è che si basa su tre fasi. È bene chiarire, prima di proseguire, che la sua implementazione non è stata progettata per una singola abitazione, ma per luoghi in cui vivono contemporaneamente molte persone e in cui viene utilizzato un sistema centralizzato di produzione di acqua calda – una caldaia, ad esempio -. Per questo motivo, la sua installazione è stata progettata per condomini, alberghi o ospedali.

Come funziona EnovaQ? L’invenzione di HWQ Concept utilizza una pompa o motopompa motorizzata collegata alla caldaia dell’edificio. Questa pompa è collegata alla caldaia dell’edificio. inietta l’acqua calda in un tubo di soli 5 millimetri di diametro. che raggiunge, ad esempio, l’appartamento dell’utente a una pressione di 80 bar. Ciò significa che l’acqua viaggia dalla sorgente al rubinetto a una velocità di 60 chilometri all’ora.

Il sistema comprende riduttori di pressione per evitare danni alle installazioni domestiche a causa dell’alta pressione e della velocità con cui l’acqua viene spinta. Grazie ai riduttori di pressione, l’acqua calda esce dal rubinetto a una pressione costante di 3 bar.

LEGGI  OpenAI assume Emmett Shear come CEO

Acqua calda al rubinetto in soli 2 secondi, grazie a EnovaQ

Prima abbiamo accennato al fatto che il sistema di EnovaQ si basa su tre fasi:

  • Il primo è la fornitura di acqua calda istantanea, entro 2-5 secondi, a seconda della distanza dalla caldaia. Il tempo di attesa minimo è per un rubinetto installato a 8 metri, mentre il massimo è per uno a 35 metri. Come già detto, il tutto avviene attraverso un tubo di soli 5 millimetri di diametro in cui il liquido viene iniettato ad alta pressione dalla caldaia tramite una pompa. Ma la cosa interessante è che questo tubo si trova all’interno di un tubo di diametro maggiore. In questo modo l’acqua fredda viene espulsa automaticamente dal tubo più piccolo a quello più grande, per poi uscire attraverso una valvola di scarico.
  • Il secondo è il consumo di acqua calda. Con l’acqua fredda già espulsa dal tubo, la valvola di scarico si chiude per consentire all’acqua calda di scorrere costantemente, indipendentemente dal tempo in cui il rubinetto viene tenuto aperto. Tuttavia, i creatori di EnovaQ affermano che in questo caso la pressione della pompa motorizzata viene gradualmente ridotta, purché ciò non influisca sulla velocità con cui l’utente riceve l’acqua calda.
  • La terza e ultima fase consiste in il recupero del calore contenuto nei tubi. Quando si chiude il rubinetto, la pompa si spegne automaticamente. Dopo 2 o 3 minuti, l’acqua calda rimasta nei tubi viene scaricata e l’acqua fredda viene introdotta nei tubi e rinviata alla sorgente.

Un sistema interessante per risparmiare sul consumo di acqua

Acqua calda alla spina in soli 2 secondi, grazie a EnovaQ

Oltre ad avere acqua calda al rubinetto in soli due secondi, un altro aspetto molto interessante di EnovaQ è che promette di ridurre i consumi. Secondo il produttore, il sistema è così efficiente che può ridurre l’importo della bolletta dell’acqua di una famiglia. a del 30%..

A titolo di esempio, si dice che ciò rappresenterebbe un risparmio di alcuni 3.000 euro all’anno per un edificio di 25 appartamenti. Inoltre, ogni utente può controllare la quantità di acqua che utilizza tramite un’applicazione mobile. Gli sviluppatori francesi menzionano l’uso dell’intelligenza artificiale, anche se non spiegano molto al riguardo.

Detto questo, il prezzo da pagare per EnovaQ dipende da ogni singolo caso.. HWQ Concept spiega che il suo prodotto è destinato a essere installato al momento della costruzione dell’edificio in cui deve essere implementato. Naturalmente, questo non significa che non possa essere utilizzato in edifici esistenti. Ma avvertono che questa soluzione è più difficile da realizzare: è necessario apportare diverse modifiche all’impianto idrico e ciò si traduce in un costo maggiore.

È chiaro che EnovaQ si presenta come un’invenzione rivoluzionaria in grado di cambiare la qualità dell’accesso all’acqua calda per molte persone. Secondo il produttore, la pressione della pompa motorizzata è sufficiente per erogare acqua ad alta velocità su una distanza fino a 40 metri, partendo dalla caldaia. Questo significa che il sistema può essere implementato in edifici fino a 14 piani.

Elaborazione .

Hai finito! Ora siete iscritti

Si è verificato un errore, aggiornare la pagina e riprovare.

Anche in Hipertextual:

Antonio
WRITTEN BY

Antonio

Ciao, mi chiamo Antonio. Sono uno scrittore di DFO Media e la mia passione è esplorare l'intersezione tra sport e tecnologia. Attraverso i miei scritti, svelo le innovazioni che stanno plasmando il futuro dello sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *