DALL-E 3 ora disponibile su ChatGPT

OpenAI ha annunciato che DALL-E 3 ora disponibile per gli utenti di ChatGPT Plus. Come rivelato qualche settimana fa, l’intelligenza artificiale per la generazione di immagini dal testo è stata integrata nativamente nel popolare chatbot. Gli utenti con un abbonamento a pagamento o business potranno accedere alla nuova versione a partire da oggi.

A un post pubblicato sul blog OpenAI ha dichiarato che hanno sviluppato misure di sicurezza sufficienti per aprire il loro nuovo modello a un maggior numero di utenti. DALL-E 3 consente la creazione di immagini a partire da istruzioni in linguaggio naturale (prompt) all’interno di ChatGPT. Rispetto alla versione precedente, l’intelligenza è notevolmente migliorata, soprattutto nell’interpretazione delle parti del corpo umano.

Secondo OpenAI, DALL-E 3 è in grado di rispondere a richieste molto ampie e di rappresentare in modo affidabile dettagli intricati.tra cui il testo, le mani e il volto. Ciò è stato possibile perfezionando la tecnologia di sottotitolazione, che traduce un’immagine in ingresso in una descrizione testuale. L’azienda l’ha poi utilizzata per addestrare DALL-E 3, in modo che il modello presti maggiore attenzione alle istruzioni fornite dall’utente.

Un dettaglio importante è che DALL-E 3 permette già di cambiare il rapporto d’aspetto. nelle immagini. Questa è stata una delle critiche costanti degli utenti, poiché la versione precedente si limitava a creare contenuti 1:1 (quadrati). Ora sarà possibile indicare il rapporto orizzontale o verticale nell’opzione prompt Richiesta di ChatGPT.

Per celebrare il lancio di DALL-E 3, OpenAI ha mostrato alcuni esempi delle immagini che la sua intelligenza artificiale può generare. In uno di questi, l’utente chiede a ChatGPT di produrre immagini fotorealistiche di nuvole da utilizzare per un compito scolastico. Un altro suggerisce un’interfaccia di web design e dei loghi.

LEGGI  Telecinco crea una presentatrice virtuale con intelligenza artificiale e la utilizzerà in Supervivientes

DALL-E 3 aggiungerà altre barriere di sicurezza

Le IA generative come DALL-E, Midjourney o Stable Diffusion sono state nell’occhio del ciclone fin dalle loro prime versioni. Oltre alle cause legali sul copyright che alcune di esse stanno affrontando, ci sono anche preoccupazioni per i contenuti che producono. Nonostante il fatto che molti includano misure di salvaguardia, alcuni riescono a creare immagini offensive.

Con l’arrivo di DALL-E 3 su Bing, un numero considerevole di utenti ha trovato il modo di riportare in vita l’11 settembre. Un rapporto di 404 include illustrazioni di SpongeBob SquarePants e altri personaggi che volano su un aereo sopra New York con l’obiettivo di schiantarsi contro le Torri Gemelle. Ciò ha costretto Microsoft a modificare le proprie linee guida per evitare tali contenuti all’interno del proprio motore di ricerca.

SpongeBob vola contro le Torri Gemelle, grazie all'intelligenza artificiale di DALL-E 3

Per il lancio di DALL-E 3 su ChatGPT Plus, OpenAI ha rivelato che ha implementato un sistema di sicurezza a più livelli per limitare la creazione di immagini potenzialmente dannose. Ciò significa che non potremo generare contenuti violenti, sessuali o che includano personaggi pubblici. sulla base del loro nome. Quest’ultimo punto è stato rafforzato per evitare la proliferazione di fake news, come l’arresto di Donald Trump o Papa Francesco che indossa Balenciaga.

La nuova versione dell’intelligenza artificiale non è in grado di generare contenuti nello stile degli artisti viventiuna caratteristica che mira a ridurre le critiche e i problemi legali. OpenAI è stato criticato dalla comunità artistica per aver addestrato il suo modello con immagini protette da copyright senza chiedere il consenso agli autori originali.

Anche in Hipertextual:

Antonio
WRITTEN BY

Antonio

Ciao, mi chiamo Antonio. Sono uno scrittore di DFO Media e la mia passione è esplorare l'intersezione tra sport e tecnologia. Attraverso i miei scritti, svelo le innovazioni che stanno plasmando il futuro dello sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *