Cristiano Ronaldo e l’Arabia Saudita insieme fino al 2030

L’arrivo di Cristiano Ronaldo nel calcio mediorientale, lungi dall’essere compreso solo per ciò che accade in campo. L’arrivo del portoghese all’Al-Nassr, con obiettivi chiari fino al 2030.

© Getty ImagesCristiano Ronaldo.

Il mondo del calcio attende il seguito della sua carriera, per sapere cosa ne sarà di un giocatore che comincia a lasciarsi alle spalle l’anno più difficile della sua vita professionale. e che si sta lentamente avvicinando al Medio Oriente. L’Al-Nassr è ancora in attesa di un Cristiano Ronaldo che se dovesse firmare, sarà considerato un ingaggio del calcio saudita fino al 2030.

Non sono stati mesi facili per il capocannoniere di tutti i tempi. Dopo essere rimasto senza un club, senza una Coppa del Mondo e senza possibilità di continuare nel vecchio continente per il momento, CR7 si avvicina sempre di più all’unica destinazione che si è offerta di accoglierlo, all’unica strada che sembra rimanere per una carriera da sogno e a un accordo che va compreso ben oltre il denaro.

Se tutto va secondo i piani, come annunciato da MARCACristiano Ronaldo firmerà un contratto con l’Al-Nassr dell’Arabia Saudita fino alla fine dell’anno. 2025, che vedrà il giocatore portoghese guadagnare quasi 200 milioni di euro per ogni 12 mesi di permanenza a Riyadh, ma è tutto molto più grande di quanto sembri. L’arrivo dell’attaccante di Madeira è un chiaro esempio dell’impegno del governo saudita nei confronti dello sport mondiale.

Obiettivo 2030

MARCA afferma che Cristiano giocherà due anni e mezzo nel calcio del gigante arabo, ma che nel 2025 l’accordo tra le due parti non si concluderà. A quel punto CR7 diventerà un ambasciatore e la casa visibile dell’Arabia Saudita. per lottare per la candidatura ai Mondiali di calcio del 2030. Come si può vedere, tutto questo va oltre il portare i riflettori e l’impatto mediatico a Riyadh.

LEGGI  NUOVO CODICE per l'album virtuale della Coppa del Mondo Qatar 2022 | AGGIORNATO

Dalla Spagna assicurano che Al-Nassr vuole che tutto sia chiuso al più presto, perché il tempo stringe e La FIFA deciderà la sede della Coppa del Mondo tra soli 18 mesi. L’Arabia Saudita, Cristiano Ronaldo e una firma con l’obiettivo di riportare in Medio Oriente la Coppa del Mondo più iconica che lo sport abbia mai visto.

Vittoria
WRITTEN BY

Vittoria

Ciao, sono Vittoria. Sono una redattrice di DFO Media, dove mi immergo nel mondo dello sport, decifrando le tendenze e condividendo le storie che ci sono dietro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *